COME DISTRICARE CAPELLI ANNODATI | Ecco i consigli da seguire

Che fastidio i grovigli nei capelli! Come districare i capelli annodati senza rovinarli e senza spezzarli? Vediamo insieme alcuni metodi collaudati!

Chi ha i capelli lunghi oppure selvaggi capelli ricci lo sa bene: i nodi nei capelli sono una vera tortura! Come districare i capelli annodati senza rovinarli e senza sentire troppo fastidio? Vediamo insieme tutti i metodi sia per evitare fastidiosi grovigli sia per districarli una volta che si sono formati nella nostra chioma!

Perché i capelli si annodano?

Il problema dei nodi nei capelli riguarda soprattutto chi ha i capelli lunghi o ricci, ma nessuno può dirsene del tutto esente. Nella maggior parte dei casi i grovigli si formano quando le cuticole dei capelli risultano aperte o danneggiate, magari per frequenti trattamenti un po’ troppo aggressivi. Le squame aperte del capello si legano a quelle dei capelli vicini, creando grovigli che spesso paiono inestricabili. Il contatto con la pelle e con i vestiti di giorno e con la federa del cuscino di notte, inoltre, aggrava questo problema. Molto dipende anche dal tipo di capelli: i capelli ricci, ad esempio, a causa della forma particolare del loro fusto potrebbero aver bisogno di un aiuto in più per rimanere disciplinati e senza nodi. Anche l’etnia di origine può fare la sua parte: i capelli delle persone asiatiche tendono ad essere più lisci e quindi ad aggrovigliarsi in misura minore, quelli delle persone di origine europea, essendo solitamente più ondulati, possono avere qualche problema in più, mentre i capelli afro da questo punto di vista hanno bisogno di cure e attenzioni particolari per evitare che si aggroviglino. In ogni caso, quando la chioma presenta molti nodi, oltre ad apparire arruffata e disordinata, diventa davvero difficile da pettinare e insistendo con spazzola e pettine si rischia di spezzare o danneggiare i capelli.

Leggi anche

TIPOLOGIE DI CAPELLI | Come riconoscerle e trattarle?

Come districare i capelli? Prevenendo i nodi!

Quando si cerca di sciogliere i nodi bisognerebbe sempre procedere con pazienza e gentilezza, ma il rischio che i capelli si spezzino o vengano danneggiati è sempre dietro l’angolo. Proprio per questo motivo la cosa migliore è quella di giocare d’anticipo, evitando la formazione dei nodi! Vediamo insieme qualche consiglio da seguire:

  • pettinare spesso i capelli, mettendoci tutta la cura e l’attenzione possibile. A volte, infatti, ci spazzoliamo i capelli in maniera automatica e con gesti veloci prima di uscire di casa. Cerchiamo invece di prenderci il nostro tempo per pettinare i capelli ciocca per ciocca, senza tirare e strappare la chioma, districando con delicatezza anche i più piccoli nodi;
  • usare gli strumenti giusti. Chi ha i capelli che tendono ad annodarsi dovrebbe usare un pettine a denti larghi, possibilmente di legno, ed evitare di usare la spazzola che spesso ha un’azione troppo aggressiva e rischia di strappare o spezzare i capelli annodati;
  • usare sempre il balsamo dopo lo shampoo per ammorbidire i capelli e renderli più pettinabili e facilmente districabili;
  • mantenere i capelli sempre sani e ben idratati è importante per evitare la formazioni di nodi. Proprio per questo motivo si possono effettuare maschere capelli periodiche, che nutrano e rinforzino i capelli dalla radice alle punte;
  • ridurre l’uso di phon e piastre, che con il loro calore possono seccare eccessivamente il capello e renderlo quindi più incline ad annodarsi. L’uso di strumenti di ottima qualità possono in parte evitare questo problema, se usati in maniera corretta insieme ad un termoprotettore.
TEK - Pettine Piccolo a Denti Radi in Legno di Frassino, Handmade in Italy, per Capelli Mossi o Ricci - 14 x 4.5 cm
  • Pettine piccolo rado realizzato in legno di frassino certificato 100% FSC. Rifinito, levigato a mano...
  • Districa senza rovinare i capelli, sbroglia i nodi dei capelli senza destrutturare lo stelo
  • Il pettine è composto da due fasce di legno con venatura contrapposta che consentono l’utilizzo...

Leggi anche

SPAZZOLA PER CAPELLI | Ecco la guida per scegliere quella giusta

Come districare i capelli annodati i metodi collaudati

Come districare i capelli gravemente annodati?

Nonostante tutte le nostre cure e attenzioni, può capitare che i capelli formino dei nodi davvero difficili da trattare. Come fare? Vediamo insieme come sciogliere i nodi dei capelli, ricordandoci che la regola numero uno è: delicatezza a tutti i costi!

  • scegliete il momento giusto per districare i capelli: quando siete sotto la doccia. Stendete il balsamo o una maschera e cominciate a usare le dita per sciogliere i nodi più grossi. Ricordate però che in genere i capelli sono meno fragili quando sono asciutti, quindi se avete una chioma che ha bisogno di qualche attenzione in più potete districarla prima di lavarla;
  • dividete i capelli in piccole ciocche, in modo che sia più facile individuare tutti i nodi (soprattutto se avete una chioma molto folta) e di conseguenza riuscire a districarli uno per uno, magari usando qualche goccia di olio o di un prodotto districante;
  • non cominciate questo lavoro partendo dalla sommità della testa per arrivare alla punta dei capelli. Meglio procedere in senso contrario, altrimenti il rischio è quello che si formino nodi davvero grossi;
  • tenete saldamente i capelli al di sopra del nodo su cui state lavorando: riuscirete ad evitare di strappare i capelli e allo stesso tempo sentirete meno dolore durante l’operazione;
  • usate prodotti appositi per districare i capelli: ci sono lozioni senza risciacquo che si possono spruzzare sulla chioma per renderla più morbida e pettinabile senza appesantirla. Spesso i capelli, con l’uso di questi prodotti, risultano anche più lucenti.

Come districare i capelli ricci?

Se i capelli lisci, con le dovute accortezze, si possono pettinare anche tutti i giorni, per i capelli ricci bisogna fare un discorso a parte. Non è un segreto che mantenere al suo massimo splendore una chioma riccia sia un pochino più complicato, anche se il risultato vi ripagherà di tutta la fatica fatta! Anche per i nodi ci sono regole diverse da seguire, seppure poi ognuna di noi dovrà sperimentare e trovare la soluzione giusta per la propria chioma. Prima di tutto, dimenticatevi di poter fare a meno di un balsamo districante con un buon Inci, che contenga ad esempio olio di cocco oppure altri ingredienti emollienti e dall’effetto districante. Dopo averlo lasciato in posa per qualche minuto e sciacquato con acqua tiepida potrete darvi da fare per sciogliere i nodi con le dita oppure con un pettine di legno a denti larghi, agendo con la massima delicatezza. Lavorate sui capelli ancora bagnati ed evitate di spazzolare i capelli ricci tutti i giorni: i ricci potrebbero perdere consistenza e definizione e diventare informi e stopposi.

TEK - Pettine Piccolo a Denti larghi in Legno Naturale, Handmade in Italy, per Capelli Folti, Ricci o Mossi- 9 x 7,5 cm
  • Pettine piccolo in legno di frassino a denti larghi, realizzato in legno di frassino certificato...
  • Districa senza rovinare i capelli, sbroglia i nodi dei capelli senza destrutturare la struttura...
  • Il pettine, adatto per sbrogliare i nodi dei capelli, può essere usato anche sotto la doccia per...

Come districare i capelli annodati i metodi collaudati

Leggi anche

CURLY GIRL METHOD | Le maschere e i balsamo idratanti approvati per i nostri capelli ricci

Voi avete il “vostro” metodo per districare i capelli annodati? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

Potrebbe piacerti