DONARE I CAPELLI | Come fare e tutto quel che devi sapere

Donare i capelli è un gesto che non costa nulla a chi lo fa, ma che può fare la differenza per qualcuno che si trova ad affrontare un momento difficile. Vediamo cosa sapere!

Non tutte amano i tagli di capelli radicali, ma se state pensando di accorciare drasticamente la vostra chioma potreste prendere in considerazione la possibilità di donare i capelli. Si tratta di un gesto ammirevole che non richiede alcun sacrificio (se non quello di fare un bel taglio di capelli deciso), ma che può rendere davvero felice una persona che ha perso i capelli in seguito a cure mediche, ad esempio dopo aver fatto la chemioterapia per un tumore. Vediamo insieme come donare i capelli e tutto quello che c’è da sapere!

Cosa sapere sulla donazione di capelli?

Molto dipende dalle singole associazioni, ma a volte non sono direttamente i capelli che vengono donati ad essere utilizzati per confezionare le parrucche da donare. I capelli ricevuti in donazione vengono spesso consegnati a produttori di parrucche, che in cambio danno delle parrucche sintetiche di qualità che possono essere donate a chi ne ha bisogno. In pratica il risultato è lo stesso, ma è una cosa che è bene tenere presente e che si può leggere sui siti delle associazioni che si occupano di concretizzare questo bel gesto.

Donare i capelli, come fare e tutto quel che devi sapere

Cosa dice la legge?

Se vi state chiedendo se sia legale donare i capelli, non dovete preoccuparvi. L’articolo 5 del Codice Civile, dedicato agli atti di disposizione del proprio corpo, recita: “gli atti di disposizione del proprio corpo sono vietati quando cagionino una diminuzione permanente della integrità fisica, o quando siano altrimenti contrari alla legge, all’ordine pubblico o al buon costume”. Appare quindi chiaro che donare i capelli non rientra in questa casistica.

Leggi anche

TAGLIO CAPELLI BUZZ CUT | A chi sta bene e tante idee da copiare

Donare i capelli, come fare?

Ogni associazione ha le sue regole per la donazione dei capelli ed è bene consultarle prima di tagliare i capelli. Alcune di queste associazioni non accettano ciocche tinte, decolorate, rovinate, con molte doppie punte o sottoposte a trattamenti aggressivi. Al momento del taglio, poi, i capelli dovranno essere puliti e perfettamente asciutti, in modo che non rischino di sviluppare muffe che li comprometterebbero in maniera irrimediabile.
Anche sul modo di intrecciare i capelli le regole possono variare a seconda dell’associazione a cui abbiamo deciso di donare, ma in genere si raccomanda di porre un elastico all’altezza del taglio che si vuole ottenere, raccogliere i capelli in una treccia e legare un elastico all’estremità opposta. Ora non vi resterà che raccogliere un po’ di coraggio e dare un bel taglio netto! Una volta messi in un sacchetto di plastica ermetico e in una busta apposita, i vostri capelli saranno pronti per essere spediti.

Leggi anche

CAPELLI RASATI DA DONNA | Idee e consigli

Quanto devono essere lunghi i capelli per donarli?

La lunghezza minima richiesta per la donazione dei capelli è un criterio fondamentale che varia a seconda dell’organizzazione o dell’associazione a cui si decide di donare. Generalmente, la maggior parte delle entità richiede che i capelli siano lunghi almeno 25 centimetri, una misura che consente di realizzare parrucche di qualità per coloro che ne hanno bisogno. Tuttavia, alcune associazioni possono richiedere lunghezze maggiori, fino a 30 o 40 centimetri, specialmente per progetti specifici o per la creazione di parrucche lunghe. È importante verificare i requisiti specifici dell’organizzazione prescelta prima di procedere con il taglio inoltre i capelli donati dovrebbero essere sani, ben curati e, idealmente, non trattati chimicamente (colorati, decolorati o permanentati) per garantire la migliore qualità possibile della parrucca finale. Preparare adeguatamente i capelli per la donazione, seguendo le linee guida fornite dall’associazione, è essenziale per assicurare che il gesto generoso possa effettivamente contribuire a fare la differenza nella vita di qualcuno.

Associazione per donare i capelli

Vorreste donare capelli e non sapete a chi rivolgervi? Potreste innanzitutto informarvi se ci sono associazioni o iniziative nella vostra zona, ma ci sono anche associazioni che operano a livello nazionale che si occupano di donare parrucche ai malati oncologici.

Progetto Smile di Tricostarc

Tricostarc, in collaborazione con l’associazione A.T.R.I. Onlus e la Fondazione Prometeus Onlus, hanno promosso diverse iniziative, tra cui il progetto Smile, nato nel 2011. Questo progetto ha lo scopo di occuparsi del benessere psicologico di chi è sottoposto a cure oncologiche, benessere che passa anche dall’apprezzare la propria immagine corporea.
In questo caso la lunghezza minima dei capelli da donare è importante: si tratta di ben 40 centimetri. Possono essere donati capelli tinti o decolorati ma non tinti con l’hennè, provenienti dalla stessa donatrice e non sottoposti a trattamenti con piastra o arricciacapelli. È gradita una piccola dedica indirizzata alla persona che riceverà questo piccolo grande dono!
A questo progetto, Tricostar e Fondazione Prometeo Onlus affiancano la Banca della Parrucca, che permette alle donne che non ne hanno più bisogno di donare la propria parrucca, e My Beautiful Project, che presso l’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma offre consulenze gratuite per la scelta della parrucca più adatta al proprio viso.

Contatti:

  • Tricostarc, Viale Libia 38 – 00199 Roma
  • Fondazione Prometeus Onlus, Via Emilio Longoni 75 – 00155 Roma.

Un angelo per capello

Il progetto Un angelo per capello è nato nel 2014 per aiutare i malati oncologici a ritrovare il sorriso. L’associazione si occupa di raccogliere i capelli delle donatrici, che poi vengono conferiti ad una azienda specializzata nella produzione di parrucche. In cambio delle ciocche di capelli donate, l’azienda fornisce delle parrucche sintetiche del valore di circa 400 – 500 euro da donare a chi ne ha bisogno e non può permettersele. Un servizio di consulenza gratuito guiderà nella scelta delle parrucca più adatta. Per donare è necessario raccogliere i capelli in una coda o in una treccia, fissarli con un elastico o con una fascettina e poi tagliarli, mantenendoli tutti nella stessa direzioni, con tutte le punte dalla stessa parte. I capelli devono essere lunghi almeno 25 centimetri e di colore uniforme, senza meches e colpi di sole.

Contatti:

Banca dei Capelli

La Banca dei Capelli collabora con l’Amministrazione Comunale di Acquaviva delle Fonti per prendersi cura in maniera globale delle persone ammalate di tumore. L’iniziativa “Contro il cancro mettici la testa” mette a disposizione dei pazienti oncologici parrucche organiche oppure inorganiche: possono richiederle malati oncologici sottoposti a terapia, che dovranno rivolgersi al proprio medico di base per ottenere una certificazione che attesti la caduta dei capelli. A questo punto potranno attivare con l’associazione la procedura per ricevere la parrucca. Per donare i capelli, anche in questo caso, ci sono alcuni requisiti da rispettare: i capelli dovranno essere ben asciutti al momento del taglio, raccolti in ciocche o in una treccia e lunghi almeno 27 centimetri. Potranno essere anche tinti, purchè di un colore uniforme.

Contatti:

  • Banca dei Capelli c/o Lella e Aldo Barbieri, via Giuseppe Verdi n°29 – 70021 Acquaviva Delle Fonti (BA)

Vi siete già rivolte ad una di queste associazioni per donare i capelli? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

Potrebbe piacerti