Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

La nuova Naked Cyber, ispirata ad un mondo futuristico e cibernetico arriva nelle profumerie. Guarda i colori e scopri cosa ne penso

Una delle mie primissime palette di ombretti fu proprio la palette Urban Decay Naked e da lì non ho mai smesso di acquistarle, non posso farne a meno, un po’ per collezionismo (le beauty addicted più pazzerelle mi capiranno), un po’ per curiosità, e un “po’ tanto” per la voglia di provarle tutte. Negli anni il concetto di palette “Naked” quindi con i colori nude e naturali per eccellenza è stato un po’ estremizzato, rivisitato e reinterpretato come nel caso della nuova Urban Decay Palette Naked Cyber.

Oggi quindi sono qui a recensire e raccontarti la mia esperienza con l’ultima palette Urban Decay Naked uscita in commercio e che ho iniziato a provare ovviamente fin da subito.

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

Si chiama Naked Cyber ed è una palette di 12 ombretti le cui sfumature sono ispirate al mondo ciberntico,  futurista e alla realtà virtuale. Una tavolozza di ombretti vegani con i colori naturali più vicini a questa realtà del futuro. E quindi abbiamo colori luminosi che spaziano dai toni più naturali del pesca fino ad arrivare ad un ruggine portentoso. La palette Urban Decay Cyber la trovi al prezzo di 58€ da Sephora.it oppure 50.95€ su Lookfantastic.it!

2029485 INGREDIENTS (INGRÉDIENTS):CALCIUM SODIUM BOROSILICATE, MICA, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, CI 77491 / IRON OXIDES, CI 77891 / TITANIUM DIOXIDE, TALC, ZINC STEARATE, BORON NITRIDE, ETHYLENE/ACRYLIC ACID COPOLYMER, SODIUM DEHYDROACETATE, TIN OXIDE, PHENOXYETHANOL, SORBIC ACID, CELLULOSE. (D250978/1)

2029684 INGREDIENTS (INGRÉDIENTS):MICA, TALC, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, CI 77891 / TITANIUM DIOXIDE, CI 77491 / IRON OXIDES, ZINC STEARATE, CI 77007 / ULTRAMARINES, CI 77742 / MANGANESE VIOLET, SODIUM DEHYDROACETATE, PHENOXYETHANOL, SORBIC ACID, CI 77499 / IRON OXIDES, CI 77492 / IRON OXIDES, SILICA, TIN OXIDE, CAFFEINE, CELLULOSE, BORON NITRIDE. (D268607/1)

2029799 1 INGREDIENTS (INGRÉDIENTS):MICA, CI 77491 / IRON OXIDES, TALC, ZINC STEARATE, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, ETHYLENE/ACRYLIC ACID COPOLYMER, SILICA, CI 77007 / ULTRAMARINES, SODIUM DEHYDROACETATE, PHENOXYETHANOL, ALUMINUM HYDROXIDE, SORBIC ACID, CI 42090 / BLUE 1 LAKE, CAFFEINE, CELLULOSE, BORON NITRIDE. (D277735/1)

2029795 INGREDIENTS (INGRÉDIENTS):TALC, MICA, CI 77891 / TITANIUM DIOXIDE, CI 77742 / MANGANESE VIOLET, ETHYLENE/ACRYLIC ACID COPOLYMER, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, ZINC STEARATE, CI 77491 / IRON OXIDES, CI 77007 / ULTRAMARINES, CI 19140 / YELLOW 5 LAKE, SODIUM DEHYDROACETATE, PHENOXYETHANOL, SORBIC ACID, CELLULOSE. (D275190/1)

Urban Decay Palette Naked Cyber
  • 12 ombretti
  • Tanti finish diversi
  • Ombretti facili da sfumare
 

Naked Cyber Palette contiene al suo interno 12 sfumature declinate con finish differenti. Troviamo ombretti matte, satinati, shimmer, metallici, glitterati e anche duochrome, quindi che cambiano colore in base alla luce che li colpisce. Per quanto riguarda la pigmentazione ho potuto notare una grande differenza a livello di pienezza e percentuale del pigmento. Alcuni colori sono belli carichi, come nel caso di Byte, altri invece hanno proprio bisogno di essere stratificati e stratificati oppure utilizzati esclusivamente come top coat finale. Come per tutte le palette Naked di Urban Decay, troviamo anche un pennello doppio di ottima fattura, perfetto per applicare tamponando l’ombretto da una parte e per fare sfumature ampie dall’altro.

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

URBAN DECAY NAKED CYBER OMBRETTI

  • A.I. – Un bel beige satinato
  • META DATA – Champagne shimmer luminoso
  • VIRTUAL – Pesca nudo matte
  • ELECTRODE – Un Pesca dorato shimmer
  • CYBERSPACE – Pesca luminoso duochrome con pagliuzze azzurre
  • GADGET – Rosa pescato matte
  • CALL I.T. – Rosa shimmer
  • NOT A BOT – Argento shimmer
  • STATIC –  Blu azzurro shimmer
  • Y3K – Marrone caldo duochrome con riflessi azzurri
  • OVERRIDE – Rosa rosso con glitter multicolor
  • BYTE –  Rosso ruggine matte

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber

La palette di ombretti Naked Cyber come puoi vedere ha dei colori poco nude come possiamo convenzionalmente pensare ed immaginare una palette ombretti con sfumature naturali. Ma questa composizione di colori trovo che sia bellissima nella sua particolarità. Una gamma di sfumature sul pesca leggermente calde ma non troppo e tanti colori luminosi che regalano luce a ogni trucco occhi. La qualità delle polveri è buona, nessun colore risulta polveroso ed anche il livello di pigmentazione è generalmente buono, ottimo in alcuni casi come Static che è un bellissimo ombretto con texture burrosa e Byte un ombretto matte rosso ruggine che ha in sé pigmento rosso e aranciato.

Virtual e Gadget sono i due ombretti matte più neutri della palette e sono perfetti sia per uniformare la palpebra, in questo caso io personalmente utilizzo più Virtual che è più un pesca cremoso. Ma sono due sfumature perfette anche per creare dei makeup semplici per tutti i giorni e magari abbinarci un punto luce con Electrode o Override tamponato sopra come top coat per dare un po’ di “glitteranza” anche alle mattinate più tristi.

Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber
Makeup occhi con Naked Cyber
Recensione Palette Urban Decay Naked Cyber
Makeup occhi con Naked Cyber

Leggi anche:

GUIDA MAKEUP | Come realizzare un trucco semplice?


Override è l’ombretto che mi piace di meno di questa palette Naked Cyber perchè è solo glitter e poca base di colore quindi si sfrutta solo abbinato ad altri colori e biosgna prestare attenzione all’applicazione per non ritrovarsi glitter in ogni dove.

In generale ho apprezzato molto i colori shimmer, meno burrosi e pieni rispetti agli ombretti presenti nella Naked Honey che sono letteralmene B-U-R-R-O ed eccezzionalmente pieni. Anche i tre ombretti matte (Virtual, Gadget e Byte) hanno un buon livello di pigmentazione e si sfumano facilmente, ma non hanno quella pienezza di colore che avevo trovato nelle sfumature matte della palette Naked Honey, Naked Heat o nella Naked Wild.


Leggi anche:

Come mettere l’ombretto passo passo | GUIDA FACILE


Gli ombretti duochrome, Cyberspace e Y3k, sono veramente interessanti e particolari! Tra i due preferisco Y3k perché risulta avere un livello di pigmentazione maggiore rispetto a Cyberspace che è un bellissimo pescato che a seconda di come e dove viene colpito dalla luce appare più azzurro con riflessi violacei.

Come avrai intuito la mia recensione sulla Naked Cyber è positiva, mi piace moltissimo la tavolozza colori  trovo che sia particolare e non scontata, mi spiace un po’ no aver ritrovato quella texture burrosa e quasi cremosa degli ombretti ma forse questo dipende dalla formula vegana degli ombretti quindi ragionandoci  diventa più un valore aggiunto a questa palette ombretti vegan che un punto a sfavore.

Ho trovato anche il pennello occhi doppio migliorato con setole morbide e fitte. Generalmente il pennello doppio che si trovava dentro le palette Naked Urban Decay non mi ha mai fatto impazzire perché le setole erano appunto poco fitte e “smollaccione”.

Quindi Naked Cyber si o Naked Cyber no?? Per me è Naked Cyber si se ti piacciono gli ombretti luminosi, se ti piace sperimentare con tonalità diverse ed è una palette perfetta anche per chi sta imparando a truccarsi perché i colori sono realmente facilmente sfumabili e anche Byte che è il più scuro di tutti è pigmentato il giusto e non fa macchia di colore. Ovviamente Naked Cyber si anche per beauty addicted incallite che si truccano da anni e anni?

Vicky❤️

Caratteristiche Generali
Pigmentazione
Durata
Applicazione
Texture
Finish
Voto Finale

Potrebbe piacerti