MACCHIE SOLARI SULLA PELLE: le cause e tutti i rimedi

Avete presente le macchie scure che compaiono sulla nostra pelle dopo l'esposizione al sole? Vediamo come curarle e, meglio ancora, come prevenirle

A volte, dopo una prolungata esposizione al sole, sulla nostra pelle compaiono piccole macchie marroni e grigie. Si tratta delle macchie solari, delle discromie della pelle abbastanza diffuse dopo l’estate, soprattutto tra le donne over 30. Vediamo di cosa si tratta esattamente, come ridurle e, meglio ancora, come prevenirle.

Cosa sono le macchie solari

Se dopo essere state esposte al sole per un po’ di tempo notate sulla vostra pelle, e in particolare sul viso, delle piccole macchie di colore scuro, probabilmente siete davanti alle tanto odiate macchie solari. Si tratta di una alterazione della pigmentazione della cute, un problema molto diffuso tra le donne, soprattutto dopo i 30 anni. Possono presentarsi in qualsiasi parte del corpo, ma le più diffuse sono le macchie solari sul viso, che spesso si concentrano su naso, labbro superiore e zigomi.

Le cause delle macchie solari

Una delle principali cause delle macchie solari l’abbiamo già vista: si tratta dell’esposizione ai raggi ultravioletti. Ma cerchiamo di capire anche il perchè. Le macchie sulla pelle, infatti, sono dovute ad un malfunzionamento dei melanociti, ovvero delle cellule che hanno il compito di produrre la melanina. Se non funzionano a dovere, una volta scomparsa l’abbronzatura è possibile ritrovarsi con le antiestetiche macchie solari.

Oltre al sole ci sono altri fattori che possono influire sulla comparsa delle macchie solari sul viso e sul corpo. Si tratta di:

  • fattori genetici;
  • variazioni ormonali che si verificano, ad esempio, nel periodo della gravidanza, della menopausa o quando si assume la pillola anticoncezionale;
  • assunzione di integratori o farmaci fotosensibilizzanti, ma anche di profumi che possono permanere sulla pelle;
  • stati infiammatori dell’epidermide come acne o follicolite oppure stati irritativi provocati, ad esempio, dalla ceretta;
  • malattie dermatologiche particolari.

Le principali tipologie di macchie solari della pelle

Possiamo distinguere diversi tipi di macchie solari, che si distinguono tra loro per aspetto a cause scatenanti. Vediamone le principali caratteristiche:

  • melasma o cloasma: sono macchie solari che compaiono sul viso, in particolare sugli zigomi, sulla fronte e sul labbro superiore, ma che possono interessare anche orecchie e decolletè. Si tratta di chiazze di forma irregolare, marroni o color nocciola. Interessa in particolar modo donne tra i 30 e i 40 anni, specialmente se fanno uso delle pillola anticoncezionale o sono in stato di gravidanza;
  • lentigo solari o senili: si manifestano prevalentemente su viso, decolletè e dorso delle mano dopo i 40 anni di età e hanno la tendenza a diventare sempre più numerose con il passare degli anni. Si presentano come macchioline brune di forma circolare e sono il risultato del foto invecchiamento della pelle;
  • le macchie solari bianche si manifestano principalmente su collo, spalle, braccia e schiena e sono dovute in gran parte a fattori costituzionali. Proprio per questo motivo sono abbastanza difficili da arginare. Tra le cause possiamo trovare anche cali di melatonina e il fungo di mare, dovuto a sudore, caldo e umidità.

Come eliminare le macchie solari con i rimedi naturali

A questo punto viene spontaneo chiedersi come eliminare le macchie solari e, soprattutto, se è possibile. Oltre ad agire con una adeguata prevenzione, possiamo cercare di schiarire le macchie solari con alcuni rimedi naturali, ma in ogni caso sarebbe meglio chiedere prima consiglio al proprio dermatologo. Le sostanze più usate contro le macchie scure sulla pelle sono:

  • il succo di limone, che lasciato agire per qualche minuto ha potere antinfiammatorio e aiuta a schiarire queste fastidiose macchie scure. Bisogna applicarlo direttamente sulle macchie, facendo un impacco con qualche goccia di succo di limone e di acqua di rose da applicare sulla zona interessata;
  • bicarbonato di sodio e amido di mais: anche questi possono essere applicati sotto forma di impacco, con l’aggiunta di acqua tiepida e di qualche goccia di succo di limone;
  • gel di aloe vera: in questo caso è necessaria un po’ di costanza per vedere dei risultati, ma poco a poco vedrete le macchie schiarirsi semplicemente massaggiandolo sulla parte un paio di volte al giorno;
  • decotto di genziana preparato con le radici di genziana essiccate che si possono trovare in erboristeria. Basterà metterne un cucchiaio in una tazza di acqua bollente, lasciarla in infusione e poi filtrarla. Il decotto, una volta freddo, potrà essere applicato sulle macchie, che piano piano si schiariranno.

Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Le creme schiarenti contro le macchie solari

Per eliminare le macchie solari uno dei metodi più efficaci sono le creme schiarenti specifiche per questo problema, da applicare però con la prescrizione di un dermatologo che per prima cosa valuti la situazione e il tipo di macchia e poi consigli il prodotto migliore da applicare caso per caso. In via generale, le creme schiarenti si dovrebbero applicare di sera, mentre durante il giorno la pelle deve essere protetto con una crema solare dal fattore di protezione molto elevato.

Quali sono le sostanze che rendono efficaci le creme schiarenti?

Le sostanze schiarenti che possono essere usate nelle creme specifiche pensate per contrastare le macchie scure della pelle sono diverse. Tra le più efficaci, da cercare sull’etichetta al momento dell’acquisto, possiamo trovare:

  • l’acido azelaico, una sostanza naturale prodotta da un lievito, il Pityrosporum Ovalis;
  • l’acido ascorbico, o vitamina C;
  • l’arbutina, una sostanza che è normalmente presente nell’uva ursina;
  • l’acido kojico, prodotto dai funghi del genere Aspergillus;
  • la niacinamide, sostanza conosciuta anche come vitamina PP o vitamina B3;
  • l’acido ellargico, presente in numerosi vegetali;
  • la glicirrizina, presente nell’estratto di radice di liquirizia;
  • il nonapeptide-1.

I trattamenti dermatologici

Se con creme schiarenti e rimedi naturali contro le macchie solari non si è giunti ai risultati sperati, sempre dietro il consiglio di una persona competente, è possibile sottoporsi ad un trattamento dermatologico più importante. È una soluzione a cui si può pensare quando le macchie sono comparse da tempo o sono particolarmente scure. I trattamenti indicati possono essere:

  • peeling chimico di depigmentazione;
  • criterapia con azoto liquido;
  • laserterapia per macchie cutanee;
  • luce pulsata per macchie cutanee;
  • diatermocoagulazione con elettrobisturi.

Come prevenire le macchie cutanee?

La migliore cura, come sempre, è la prevenzione. Per ridurre le possibilità che sulla nostra pelle compaiano queste antiestetiche macchie scure si dovrebbe evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde della giornata, mettersi sempre e comunque al sole con una crema solare dal fattore di protezione piuttosto elevato ed evitare del tutto di esporsi ai raggi UV in caso di variazioni ormonali importanti oppure di assunzione di farmaci e integratori fotosensibilizzanti.
È utile anche inserire nella propria alimentazione alimenti ricchi di betacarotene e licopene, come ad esempio peperoni, carote, zucca, pomodori e in generale frutta e verdura di colore giallo, arancione e rosso. Fate il pieno anche di vitamina C ed E, che potete trovare in broccoli, spinaci, kiwi e frutti di bosco: la vostra pelle avrà un valido aiuto contro i raggi del sole.

Redazione Trucchi.tv💄