Home Lifestyle Video Vlog Cambio Vita alle Canarie – Trasloco Internazionale

Diffondi l'Amore

È giunto il momento del fatidico trasloco internazionale organizzato alla fine in pochissimo tempo! Più che altro siamo stati noi a sottovalutare la faccenda bancali da preparare e come al nostro solito ci siamo ridotti all’ultimo momento. Per il nostro trasloco internazionale dall’Italia alle Canarie ci siamo affidati ad una società spagnola con sede a Tenerife specializzata nel traslochi via mare. In effetti le Canarie sono tanto belle e meravigliose per andarci a vivere ma per quanto riguarda la faccenda trasloco bisogna affidarsi per forza a società che gestiscano i traslochi con cargo marittimi.

La scelta della società non è stata semplice e ricordo bene le ore passate al telefono per capirci qualcosa, perché se mai vi dovesse capitare di trovarvi in questa situazione noterete che ognuno vi dirà qualcosa di diverso dall’altro e vi sentirete presi per i fondelli. Semplicemente perché se non siete dell’ambiente e se decidete di fare voi stessi la maggior parte dei passaggi per ammortizzare e contenere i prezzi, vi ridurrete a essere un boccone goloso al quale dire quello che conviene di più. Quindi se siete in porcinto di buttarvi nel magico mondo di un trasloco internazionale volendo contenere i costi, aprite gli occhi, aguzzate le orecchie e leggete più esperienze possibili.

Per tornare al nostro ultimo video Vlog, vedrete la nostra vita inscatolata e sistemata su sei bancali 80×120 in partenza con destinazione Las Palmas. Abbiamo preparato tutti gli scatoloni e poi con un gioco di “tetris” li abbiamo incastrati in modo che non fuoriuscissero dal perimetro del bancale. Una volta trovato l’incastro giusto abbiamo sigillato il tutto con dell’estensibile, ma questo è un passaggio che non ho fatto io personalmente! Ovviamente tutto ciò è stato possibile grazie all’aiuto dei nostri amici, Riccardo, Pablo e Silvia che sono corsi in nostro aiuto, più precisamente le loro braccia muscolose.

Vicky❤️

LINKS SPONSORIZZATI
6 replies to this post

Leave a Reply