FILI DI TRAZIONE VISO | Tutto quello che c’è da sapere

I fili di trazione viso sono un'alternativa “light” al classico lifting. Si tratta di un intervento estetico poco invasivo, ma che promette buoni risultati: ecco cosa sapere!

Con il passare degli anni il nostro aspetto cambia: è un processo assolutamente naturale e inevitabile. È quindi normale che guardandosi allo specchio si noti che i lineamenti non sono più definiti come un tempo e che sono comparse delle lassità cutanee che modificano l’aspetto del nostro viso. C’è chi accetta senza problemi questi cambiamenti continuando a sentirsi bella e chi invece preferisce cercare di rallentare questo processo. In questo caso, se non si è ancora pronte a ricorrere ad un lifting vero e proprio, si possono prendere in considerazione i fili di trazione viso, un intervento mini-invasivo che può dare un aspetto più giovane in maniera naturale, senza intaccare l’espressività del viso. Vediamo insieme di cosa si tratta, come funziona questo trattamento e per chi è adatto!

Cosa sono i fili di trazione viso?

Il trattamento con fili di trazione (thread lift) è una procedura di medicina estetica che può essere svolta in ambulatorio. Costituisce un’alternativa al lifting e proprio (ma senza l’utilizzo del bisturi), per questo motivo spesso viene chiamato anche lifting con fili: l’obiettivo è sempre quello di sollevare i tessuti cadenti dando così un aspetto più tonico all’intero viso.

Leggi anche

Quali sono i trattamenti estetici da evitare in estate?

Come si svolge l’intervento

Nel corso della seduta, che si svolgerà in ambulatorio, il medico inserirà sottocute dei fili speciali grazie all’uso di appositi aghi. Questi fili metteranno in tensione e solleveranno i tessuti a cui sono “agganciati”, rendendo così la pelle più tonica e meno rilassata. Non solo: questi fili hanno anche l’azione indiretta di stimolare la produzione di elastina, collagene e acido ialuronico, svolgendo così un’azione che sul medio e lungo periodo renderà la pelle più tonica e compatta.
Più nel dettaglio, all’inizio della seduta il medico segnerà con una penna dermografica le zon del viso e del collo da trattare in base ai desideri della paziente e alle sue caratteristiche oggettive. Viene poi praticata una leggera anestesia locale e si procede con l’aiuto di sottilissimi aghi ad inserire fili sottilissimi, anallergici e biocompatibili sottocute, tirandoli fino ad ottenere l’effetto desiderato. L’applicazione è abbastanza rapida e non sono necessarie più sedute: l’effetto lifting è immediatamente visibile, ma migliorerà ancora nel corso delle settimane grazie alla stimolazione di elastina e collagene effettuata dai fili stessi.

Leggi anche

COLLAGENE | Che cos’è? Dove si trova e Perché è importante per la nostra bellezza?

Le diverse tipologie di fili di trazione

Non c’è una sola tipologia di fili trazione viso: sarà il medico a consigliare quella più adatta per le caratteristiche del paziente e l’effetto desiderato. I più usati sono quelli riassorbibili, che sono biocompatibili, biodegradabili e vengono completamente riassorbiti dall’organismo nel giro di 8-12 mesi. In questa categoria troviamo sia i fili di sospensione con ancore che i fili biostimolanti senza ancore: si usano quando la perdita di tonicità della pelle è moderata.
Ci sono poi i fili a lento assorbimento, che durano dai 2 ai 5 anni, e i fili non assorbibili, indicati per perdite di tono importanti oppure per parti del corpo più estese, come ad esempio il seno. Questo tipo di intervento avviene a livello più profondo e risulta quindi più invasivo; anche i costi saranno più elevati.

Fili di trazione viso, tutto quello che c'è da sapere

In quali casi può essere utile questo intervento?

Il trattamento con fili di trazione può essere consigliato in diversi casi:

  • ridefinire il contorno del viso quando i tessuti hanno perso tonicità;
  • delineare il profilo della mandibola;
  • sollevare zigomi e guance;
  • ridurre le rughe nasolabiali e le rughe della marionetta.

Si può ricorrere ai fili anche per sollevare la punta del naso, alzare le sopracciglia oppure accentuare il contorno dell’ovale. Non solo per il viso: i fili di trazione possono essere usati per l’interno delle braccia e delle cosce, per l’addome, per i glutei e per il collo.

Leggi anche

RUGHE NASO LABIALI | Ecco tutti i modi efficaci per eliminarle (o ridurle)

Fili di trazione viso prima e dopo

Il risultato di questo trattamento non è solo immediato, ma in genere migliora con il tempo. Dopo un paio di settimane circa i fili si saranno ormai stabilizzati e gli eventuali ematomi si saranno riassorbiti; il viso apparirà quindi più tonico e definito. Dopo alcune settimane, poi, si innesca la naturale produzione di elastina, collagene e acido ialuronico, che con l’avanzare dell’età tende a rallentare. L‘effetto dei fili di trazione non è permanente, ma il suo effetto permanente può essere visibile anche due o tre anni dopo aver eseguito la procedura.

Fili di trazione viso
Foto Instagram @dr_simonetta_ruzzu
Fili di trazione viso
Foto Instagram @diventa_roma
Fili di trazione viso
Foto Instagram @novelladizitti
Fili di trazione viso
Foto Instagram @dr.nazarova_medicoestetico
Fili di trazione viso
Foto Instagram @dr.assalasaif

Fili di trazioni viso, rischi e controindicazioni

Questo trattamento, sebbene sia considerato minimamente invasivo e generalmente sicuro, comporta alcuni rischi e controindicazioni che è importante conoscere. Durante il procedimento, che si caratterizza per la sua rapidità e per essere relativamente indolore grazie anche all’uso di anestetico locale, i pazienti possono sperimentare alcuni effetti collaterali. Tra questi i più comuni sono la comparsa di piccoli ematomi nei punti di entrata e di uscita del filo, che generalmente si riassorbono autonomamente nel giro di pochi giorni. È inoltre frequente avvertire una sensazione di tensione sulla pelle, descritta come una sensazione di “pelle che tira”, che è del tutto normale e tende a diminuire con il tempo.
Per alleviare il disagio post-trattamento, può essere consigliato l’applicazione di ghiaccio sulla zona interessata, al fine di ridurre il gonfiore e il fastidio, tuttavia è fondamentale seguire le indicazioni specifiche del medico estetico o del chirurgo che ha eseguito il trattamento per garantire una corretta guarigione e minimizzare il rischio di complicazioni.
Nonostante la sicurezza generale del trattamento, esistono alcune controindicazioni. I fili di trazione non sono raccomandati per persone che hanno infezioni cutanee attive, disturbi della coagulazione o per coloro che hanno una scarsa qualità della pelle che potrebbe non permettere un risultato ottimale.

Leggi anche

FILLER LABBRA | Tutto quello che dovresti sapere su questo trattamento estetico

Fili di trazione viso, opinioni

In genere le opinioni su questo trattamento sono positive. Si tratta infatti di un intervento che non richiede tempi di degenza o periodi di convalescenza: il paziente può tornare alle sue occupazioni subito dopo l’operazione, che non lascia segni visibili sulla pelle.

Fili di trazione viso prezzi

Il prezzo del trattamento varia in base al tipo di filo scelto, al numero di fili usati e alla zona da trattare. In genere si parte da una cifra di 230 euro a filo; in media si utilizzano da 2 a 10 fili per trattamento.

Cosa ne pensate di questo trattamento estetico? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

Potrebbe piacerti