FILLER ZIGOMI | La guida completa: vantaggi, rischi e costo

Il filler zigomi è un trattamento estetico molto richiesto: permette di alzare gli zigomi e di riempirli, dando un aspetto più fresco e giovane all'intero viso.

Con il passare dell’età il nostro corpo e il nostro viso sperimentano molti cambiamenti, a volte importante, altre volte quasi impercettibili. Si tratta dei risultati del normale processo di invecchiamento, che pertanto sono del tutto naturali e inevitabili. Si può però cercare di rallentare il trascorrere del tempo sul nostro viso non solo con creme antietà e sieri, ma anche con alcuni piccoli interventi estetici, che in molti casi sono diventati meno invasivi e sempre più in grado di darci un risultato naturale. È il caso del filler zigomi: vediamo insieme di cosa si tratta e i suoi vantaggi.

Cos’è un filler?

Come dice il nome stesso (in inglese to fill significa “riempire”), un filler ha il compito di riempire le zone del viso che hanno perso elasticità e tonicità, dando loro un aspetto più pieno e compatto e appianando le rughe cutanee che si sono formate. Si possono iniettare diverse sostanze, ma la più gettonata e utilizzata è l’acido ialuronico, una sostanza che viene prodotta naturalmente dal nostro organismo e che quindi ci mette al riparo quasi del tutto da reazioni indesiderate.

Filler zigomi, la guida completa: vantaggi, rischi e costo

In cosa consiste il filler zigomi?

Il filler zigomi con acido ialuronico è uno dei trattamenti di medicina estetica più richiesti. La zona degli zigomi è infatti particolarmente delicata e molto soggetta a mostrare i segni del processo di invecchiamento del viso. Questa zona è molto esposta all’azione spesso nociva dei raggi solari e alle aggressioni esterne e quindi tende a manifestare i primi segni di invecchiamento cutaneo già dopo i 40 anni, dando un aspetto stanco all’intero viso.
Il filler zigomi consiste nell’iniettare piccole quantità di acido ialuronico nella zona interessata per aumentare il volume e la definizione degli zigomi e avere una pelle più tonica e distesa con la possibilità in alcuni casi di migliorare e correggere la forma naturale del viso. Si tratta di un intervento non invasivo che può essere effettuato in ambulatorio, i cui effetti sono immediatamente visibili

Leggi anche

FILLER LABBRA | Tutto quello che dovresti sapere su questo trattamento estetico

Filler zigomi prima e dopo: cosa sapere

Iniettando piccole dosi di acido ialuronico nella zona degli zigomi, in pochi minuti si otterrà un risultato immediatamente visibile, anche se temporaneo (l’acido ialuronico tende infatti ad essere riassorbito dall’organismo nel giro di qualche tempo). Si noteranno quindi gli zigomi più pieni, tonici e voluminosi, con una pelle più liscia e priva di rughe. La tecnica è nata per contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo sul viso, ma anche per alzare gli zigomi con filler oppure per correggere asimmetrie o per correggere le guance scavate date da un dimagrimento eccessivo. Nel tempo, però, questa tecnica è diventata molto popolare ed è spesso richiesta anche dai più giovani, che vogliono rendere gli zigomi più definiti e pronunciati.

Filler zigomi
Foto Instagram @your_beautyclinic
Filler zigomi
Foto Instagram @dr.mariogioia_studionice
Filler zigomi
Foto Instagram @dr.camillaforlin

Le sostanze utilizzate

Per eseguire il filler zigomi vengono iniettate sostanze riempitive con aghi sottilissimi nelle aree del volto da correggere. La più gettonata è l’acido ialuronico, una sostanza che viene prodotta in maniera naturale dal nostro organismo ma che con il trascorrere del tempo tende a scarseggiare. Si tratta di una sostanza importante per la salute e la bellezza della nostra pelle, in grado anche di stimolare la sintesi di collagene e di elastina. L’acido ialuronico utilizzato per i filler non è tutto uguale: in medicina estetica vengono usate tipologie di acido ialuronico con diverse viscosità a seconda della zona del viso su cui si interviene. In genere l’acido ialuronico meno viscoso viene usato per le zone che devono mostrare una maggiore morbidezza, come ad esempio per il filler labbra, mentre l’acido ialuronico con una viscosità maggiore viene usato nelle zone dove è presente l’osso e dove il filler deve essere più profondo, ad esempio la zona delle guance, degli zigomi e della mandibola.
Ci sono però altre sostanze che, a discrezione del medico e in base alle esigenze del paziente, possono essere usate per un filler viso. Si tratta di:

  • Acido polilattico;
  • Idrossiapatite di calcio;
  • Polimetilmetacrilato;
  • Poliacrilamide;
  • Grasso autologo (usato per il lipofilling).

Leggi anche

FILLER OCCHIAIE | Funziona davvero? Ecco la GUIDA COMPLETA!

Filler o botulino?

Questi due trattamenti estetici hanno dei punti di somiglianza (si tratta in entrambi i casi di micro iniezioni che danno risultati immediatamente visibili o nel giro di qualche giorno), ma che vengono usati per scopi diversi. In particolare:

  • il filler viene usato per rimpolpare la pelle e ridare elasticità alla cute. Un filler agisce riempiendo le zone che si sono “svuotate” a causa dell’età e agendo sull’elasticità della pelle. Si interviene quindi su inestetismi di tipo statico, non dovuti alle espressioni e al movimento del volto;
  • il botulino viene usato per bloccare gli impulsi nervosi che fanno muovere i muscoli, causando così le rughe. Viene quindi usato prevalentemente per le rughe di espressione, legate ai movimenti facciali.

La scelta tra i due trattamenti dovrà quindi essere fatta in base allo scopo del trattamento e sarà comunque il medico ad avere l’ultima parola in merito.

Leggi anche

Tutto quello che c’è da sapere sul BABY BOTOX

Filler zigomi: esperienze e durata

Il filler zigomi è riassorbibile: questo vuol dire che il suo effetto tende a svanire nel corso del tempo perché la sostanza iniettata viene assorbita ed espulsa dall’organismo. Chi ha provato questo trattamento in genere riscontra un effetto molto naturale sul viso, senza perdita di espressività, e una durata soddisfacente. Molto dipende dal tipo si sostanza iniettata, dalla viscosità e dalle caratteristiche del paziente, ma in genere la durata del filler zigomi va dai 6 mesi ad un anno e mezzo.

Filler zigomi, quanto costa?

Il prezzo del trattamento può variare in base al tipo di sostanza usata, delle esigenze del paziente e quindi anche dalle quantità di prodotto da utilizzare, ma in genere varia tra i 300 e i 600 euro circa.

Ci sono controindicazioni o effetti collaterali?

Il filler zigomi viene in genere sconsigliato in alcune condizioni:

  • gravidanza e allattamento;
  • ferite o lesioni cutanee nell’area de trattare;
  • alterazioni della coagulazione del sangue;
  • allergia alle sostanze usate;
  • predisposizione alla formazione di cheloidi.

Se viene eseguito in sicurezza da medici qualificati, il filler zigomi comporta pochi effetti collaterali. In genere dopo l’operazione si può avvertire un lieve gonfiore che dura al massimo 72 ore e piccole ecchimosi nella zona dell’iniezione. Spesso si consiglia di non toccare le guance per almeno 24 ore ed evitare per qualche giorno l’esposizione ai raggi solari.

Il filler zigomi vi attira? Lo provereste? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

Potrebbe piacerti