A cosa serve il borotalco e come usarlo

Vi siete mai soffermati a pensare a tutti gli usi del borotalco? Vediamo cos'è esattamente la finissima polvere bianca di cui ci cospargiamo dopo la doccia e a cosa serve!

Il borotalco non ha bisogno di presentazioni: conosciamo tutti questa finissima polvere che dona alla nostra pelle una sensazione di asciutto, di freschezza e di pulizia. Ma siamo davvero sicure di sapere cos’è precisamente, qual è la sua storia e in quali modi si può usare per la nostra bellezza? Vediamo tutto quello che c’è da sapere in proposito!

Cos’è il borotalco? Ecco la sua composizione

La polverina finissima che in molte usano per la propria igiene è composta principalmente da polvere di talco e acido borico. Il primo è un minerale dalle proprietà assorbenti, sbiancanti e antitraspiranti, mentre il secondo ha un effetto lenitivo e antisettico. Questa è la formula originaria, studiata dal farmacista inglese Henry Roberts presso il suo laboratorio di Firenze. La sua idea ebbe successo e venne presto copiata e imitata. La formula del borotalco venne poi ulteriormente migliorata con l’aggiunta di carbonato di magnesio dalle proprietà assorbenti, di ossido di zinco che protegge la pelle dalle irritazioni, di undecilenato di zinco che contrasta le micosi e di profumi e oli essenziali. L’acido borico, invece, viene spesso eliminato perché ritenuto un po’ aggressivo sulla pelle.


Leggi anche:

CREMA CORPO SPRAY | I migliori prodotti per una pelle super idratata


Offerta
Borotalco, Talco Barattolo, Polvere di Talco, Talco in Polvere Multiuso Assorbente e Rinfrescante, 500 gr
  • FORMULA: la polvere di Borotalco accompagna gli Italiani dal 1904 con il suo profumo di Borotalco;...
  • PROPRIETÀ: proprietà assorbenti, rinfrescanti e vellutanti, lascia traspirare naturalmente i pori...
  • PROVENIENZA: il prodotto viene estratto dalla miniera Italiana della Val Chisone (Torino) e la sua...

Gli usi del borotalco per la nostra bellezza

L’utilizzo principale del borotalco è quello di assorbire l’umidità in eccesso dalla cute dopo il bagno o la doccia, mentre al tempo stesso lenisce e profuma la pelle, minimizzandone le irritazioni. Un altro uso molto comune, che tutti noi conosciamo bene, è quello di asciugare e profumare la pelle dei bimbi dopo il bagnetto o il cambio del pannolino, prevenendo così fastidiosi arrossamenti. Ma non è tutti: ci sono alcuni altri usi del borotalco per la nostra bellezza che vale la pena di conoscere!

  • borotalco sui capelli. Sapevate che il borotalco può essere un rimedio salva-chioma quando avete un impegno improvviso e poco tempo per prepararvi? Le sue proprietà sebo-assorbenti, infatti, gli consentono di detergere i capelli a secco, assorbendo sebo in eccesso e impurità. Questo rimedio, in situazioni di “emergenza”, può essere usato anche per mantenere sempre freschi e impeccabili e capelli tra un lavaggio e l’altro. Basterà mettersi a testa in giù (meglio sopra al lavandino) e cospargere i capelli di borotalco, senza troppo lesinare sulle quantità. Si procede massaggiando bene, soprattutto sulla parte più grassa del capello, che in genere è quella più vicina alla testa, poi basterà strofinare delicatamente i capelli con un asciugamano asciutto per rimuovere l’eccesso di prodotto. Si può usare il borotalco sui capelli oppure solo sulla frangia, per averla sempre fresca e profumata;
  • borotalco per la pelle grassa. Chi ha la pelle del viso molto grassa lo sa bene: il problema principale, dal punto di vista estetico, è una pelle unta e lucida. Il borotalco in questo caso può essere un alleato perché ha proprietà astringenti e aiuta ad assorbire il sebo in eccesso. Provate ad applicarne un po’ sul viso prima di andare a dormire e a lasciarlo in posa tutta notte: la vostra pelle apparirà più fresca, opacizzata e con i rossori molto attenuati;
  • borotalco e ceretta. Il borotalco viene in aiuta anche di chi preferisce fare la ceretta a casa. Non serve solo ad attenuare le problematiche post depilazione come rossori, irritazioni e follicolite, ma anche a sentire meno dolore nel momento dello strappo. Come? È semplice: prima di stendere la cera applicate sulla pelle un velo di borotalco: eliminando l’umidità sulla pelle migliorerà la presa della cera sui peli (e non sull’epidermide), rendendo lo strappo meno doloroso;
  • borotalco contro i cattivi odori. Cospargere di borotalco piedi e ascelle, e in generale ogni parte soggetta ad una abbondante sudorazione, è certo una buona idea perché permette di mantenere la pelle asciutta e, al tempo stesso, di neutralizzare i cattivi odori. L’importante, in ogni caso, è una igiene attenta e ripetuta più volte nel corso della giornata! Un trucco per scarpe sane e profumate? Cospargete i piedi di borotalco prima di infilarle: avrete i piedi asciutti e le scarpe rimarranno gradevolmente profumate dopo l’uso.

A cosa serve il borotalco e come usarlo


Leggi anche:

TUTTI I METODI DI DEPILAZIONE: i pro, i contro e gli errori da evitare


Il borotalco fa male?

Alcuni medici e pediatri sconsigliano il borotalco, in quanto lo ritengono nocivo. Come mai? L’origine di quella che è una falsa voce risale al 2006, quando l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (lo Iarc di Lione) inserì il borotalco tra le sostanze potenzialmente cancerogene. Si ipotizzava che un uso costante del borotalco sui genitali femminili favorisse la formazioni di tumori alle ovaie. Una multinazionale americana, nel 2016, venne addirittura condannata a pagare quasi 5 miliardi di euro per per l’accusa di aver provocato il cancro alle ovaie in alcune donne.[ 1 ] In realtà questa affermazione non venne confermata da studi successivi, quindi possiamo tranquillamente continuare ad usare il borotalco per noi e per i nostri bambini, avendo l’unica accortezza di fare attenzione a non inalarlo.[ 2 ]

E voi lo usate? Conoscete altri modi di usare il borotalco? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

NOTE


1. AIRC, Fare uso di talco aumenta ilrischio di ammalarsi di cancro all’ovaio?
2. Humanitas Salute, Il talco fa male alla pelle del tuo bambino?