MAPPA FACCIALE DEI BRUFOLI | Cosa vogliono dirci sulla nostra salute?

Quando vediamo un brufolo apparire sul nostro viso pensiamo subito a come eliminarlo. Quello che non tutti sanno è che ogni zona del viso è collegata ad un organo: ecco la mappa facciale dei brufoli e cosa ci vogliono segnalare.

Quando notiamo un brufolo sul nostro viso, il primo pensiero è sicuramente quello di debellarlo il prima possibile. Brufoli, comedoni e punti neri sono di sicuro tra gli inestetismi più odiati: una buona skincare routine è essenziale per mantenere la nostra pelle liscia e pulita, con i pori liberi dagli eccessi di sebo che possono ostruirli e creare problemi. Nonostante questo, a volte possono spuntare sul nostro viso dei brufoli senza apparente motivo: e se, dopo aver resistito alla tentazioni di schiacciarli, provassimo a chiederci il motivo per cui sono spuntati? Soprattutto se il problema è ricorrente, potrebbero essere infatti la spia di qualcosa che non va a livello fisico o psicologico.

Cos’è il face mapping, la mappa facciale dei brufoli

Secondo le medicine orientali, e in particolare la medicina tradizionale cinese e l’ayurveda, il nostro viso è lo specchio del corpo e dell’anima e riflette quindi qualsiasi problema a livello fisico e psicologico. In particolare, la posizione in cui compaiono brufoli e comedoni può dirci più di quello che ci aspetteremmo: ogni zona del viso, infatti, è collegata ad uno specifico organo interno e la comparsa dei brufoli proprio in quell’area potrebbe essere un campanello d’allarme. Sarà vero? Starà a voi verificarlo sul vostro corpo!

Mappa facciale dei brufoli cosa vogliono dirci sulla nostra salute - mappa

Cosa significano i brufoli sulla fronte

Avete qualche brufoletto sulla fronte? Se la vostra skincare routine è corretta e non avete la zona coperta da una frangetta che può “soffocare” la pelle, questi inestetismi potrebbero indicare un problema digestivo oppure relativo all’intestino o alla vescica, soprattutto se i brufoli sono localizzati vicino all’attaccatura dei capelli. Se il problema è ricorrente si può prendere in considerazione l’idea di rivedere la propria alimentazione, limitando i cibi difficili da digerire e le bibite zuccherate e gassate e magari indagando su possibili intolleranze e allergie alimentari.


Leggi anche:

La perfetta skincare per prendersi cura della pelle acneica


Brufoli in mezzo alle sopracciglia, cosa ci dicono?

Scendendo un pochino, nella zona delle sopracciglia, i brufoli indicherebbero invece che il fegato è appesantito e non in perfetta forma. In questo caso si potrebbero limitare, almeno per un periodo, cibi e bevande ricchi di zuccheri, cibi raffinati, fritti, alcolici e superalcolici. La causa potrebbe anche essere l’assunzione di farmaci; in questo caso, prima di prendere qualsiasi iniziativa, bisognerà parlare con il proprio medico.

Mappa facciale dei brufoli cosa vogliono dirci sulla nostra salute - fronte

Brufoli sulle tempie

Secondo la medicina tradizionale cinese, i brufoli sulle tempie sono la spia di qualche problema relativo alla salute dei reni. Per correre ai ripari si possono cominciare a limitare o eliminare tutte le bevande zuccherate e gassate, gli alcolici e il caffè. Possono essere sostituiti dalla semplice acqua oppure da tisane, succhi e centrifughe fatte in casa oppure spremute e frullati.

Face mapping: il significato dei brufoli sul naso

Brufoli e punti neri sul naso sono all’ordine del giorno e sono spesso la conseguenza di una skincare routine poco efficace oppure di un uso intenso di cipria, fondotinta o altri prodotti che poi non vengono rimossi con la necessaria accuratezza. Secondo la mappa facciale dei brufoli, però, inestetismi in questa zona possono indicare problemi di pressione arteriosa alta o di colesterolemia. Una dieta più sana e leggera, anche in questo caso, certo non può fare male; potete però consultare anche il vostro medico per sottoporvi a qualche esame che approfondisca la situazione.


Leggi anche:

8 Rimedi naturali contro i pori dilatati


Cosa ci dicono i brufoli sulle guance

I brufoli sulle guance possono essere dovuti ad una molteplicità di fattori, tra cui il contatto con oggetti che possono veicolare sporcizia e batteri. Un esempio? Il nostro amato smartphone, ma anche sciarpe, cappotti, federe del letto e… le nostre stesse mani. La prima cosa da fare, quindi, è prestare più attenzione a questi comportamenti e rendere più accurata la propria routine di pulizia del viso. Forse però vi interesserà sapere che le guance sono considerate correlate ai polmoni, quindi smettere di fumare e arieggiare più spesso i locali in cui si soggiorna potrebbe essere una buona idea.

Mappa facciale dei brufoli: mento e mascella

I brufoli sul mento sembrano collegati agli organi riproduttivi, a squilibri ormonali o a problemi legati allo stomaco. Anche lo stress fa la sua parte, quindi le cause dei brufoli sul mento possono essere diverse! La prima cosa che potete provare, quindi, è semplicemente quella di rallentare i vostri ritmi e riposare un po’. Se notate che i brufoli in questa zona compaiono proprio in correlazione con il ciclo mestruale o se il problema diventa più evidente potete parlarne con il vostro ginecologo per approfondire la situazione con qualche esame.

Mappa facciale dei brufoli cosa vogliono dirci sulla nostra salute - mento

Brufoli sul contorno delle labbra

Il contorno delle labbra è un’altra zona che viene collegata al fegato, quindi i brufoli in questa zona possono essere combattuti a tavola, con un’alimentazione non troppo ricca e pesante, che limiti i fritti, gli alcolici, gli zuccheri e i cibi troppo elaborati. Provare a fare un periodo detox, magari chiedendo un consiglio al vostro medico, vi farà anche sentire più leggere e piene di energie!


Leggi anche:

Cos’è il microbioma della pelle e come proteggerlo?


Mappa facciale dei brufoli: non solo problemi fisici

Finora abbiamo parlato di brufoli riconducendoli a cause quasi esclusivamente fisiche, ma sono in molti a pensare che possano avere una connotazione anche psicologica. Lo stress gioca un ruolo importante, e questo probabilmente non ci stupisce più di tanto, ma nella psicosomatica si ritiene che l’acne sia un modo di esternare un’insoddisfazione che non si riesce ad esprimere in un altro modo. A soffrirne (o a faticare a guarirne) sarebbero quindi persone eccessivamente introverse e con una bassa autostima.

Voi cosa ne pensate? Avete notato qualche correlazione di questo genere? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄