Forma delle unghie, quale scegliere per le proprie mani?

Siete pronte a sfoggiare mani da star? Per mani davvero perfette dovrete scegliere con attenzione la forma delle unghie: vediamo le caratteristiche delle più gettonate.

Si dice spesso che le mani sono il nostro biglietto da visita: per guadagnare qualche punto in più dovreste conoscere le diverse tipologie di forma delle unghie per scegliere quella più adatta alle vostre mani, per renderle più belle e affusolate. Come fare? In questo senso, un’estetista o una persona esperta può dare preziose indicazioni, ma possiamo comunque cominciare a chiarirci le idee a riguardo.

Quali sono i fattori da considerare nella scelta della forma dell’unghia?

Ci sono alcuni elementi da prendere in considerazione nella scelta della forma dell’unghia più adatta per la propria mano. Tra questi troviamo:

  • la forma della mano, considerando se è piccola o grande e se le dita sono molto lunghe rispetto al palmo oppure no, fattore importante per capire la forma dell’unghia in grado di dargli maggiore slancio;
  • la forma naturale dell’unghia, che non deve discostarsi troppo da quella che sceglieremo;
  • l’ampiezza del letto ungueale, cioè, in breve, quanto sono larghe le unghie;
  • la lunghezza che si desidererebbe per le proprie unghie (e quella che è realistico avere in rapporto al lavoro che si svolge e ad altre condizioni).

Lo stato delle unghie

Se siete tra le fortunate che possono godere di unghie dalla salute perfetta, allora per voi la scelta si allarga: quasi tutte le forme delle unghie possono essere scelte e applicate per valorizzare le vostre mani. Se invece, nonostante tutte le vostre cure, le unghie rimangono fragili e inclini a spezzarsi facilmente, niente paura: ci sono alcune strade che potete percorrere. I metodi più comuni che potete applicare sono:

  • ricostruzione unghie in gel, che deve essere eseguita da una professionista specializzata e che vi consentirà di allungare le unghie e di dargli la forma che desiderate;
  • smalto semipermanente, che permette di coprire l’unghia naturale proteggendola maggiormente dagli agenti esterni, ma senza modificarne la lunghezza e la forma.

Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Le forme che si possono dare alle unghie

E veniamo alle diverse forme che si possono dare alle unghie e a qualche consiglio per scegliere quella più adatta a valorizzare ogni tipologia di mano.

forma delle unghie

Unghia dalla forma naturale

Non potevamo non citarla, ma le unghie dalla forma naturale non hanno bisogno di molte presentazioni. La loro forma segue esattamente la linea della lunula, cioè la mezzaluna chiara che si può intravedere alla base dell’unghia. È una scelta che sta bene a tutte perchè non stravolge la forma naturale ed è particolarmente adatta a chi vuole tenere le proprie unghie molto corte. Provate a valorizzarle con smalti trasparenti o, al contrario, molto scuri: risalteranno moltissimo!

Unghia rotonda

Le unghie rotonde spopolano tra chi ama tenere le unghie corte e si adattano bene ad ogni tipo di mano e a letti ungueali di qualsiasi ampiezza. L’unico accorgimento di cui potete tenere conto è che l’unghia arrotondata tende a dare un aspetto un po’ infantile alle mani molto piccole. In generale, è una forma dell’unghia molto semplice da realizzare e da curare, dal momento che non richiede particolari attenzioni; dona però un aspetto elegante e raffinato alle mani senza renderle appariscenti.

unghie rotonde
Foto Instagram @salon_de_marina

Unghia ovale o a mandorla

Le unghie ovali sono caratterizzate da una base ampia che si arrotonda verso la punta creando una forma morbida e arrotondata. Per delineare bene questa forma è necessario che l’unghia sia lunga almeno mezzo centimetro e che la parte superiore sia tondeggiante, non troppo tonda e non troppo a punta. Le unghie a mandorla esasperano queste proporzioni, mantenendone la forma ma allungando l’unghia. Sono entrambe forme delle unghie molto fine e delicate, l’ideale se volete snellire e allungare visivamente la mano e le dita, mentre su mani più paffute potrebbero creare un contrasto non troppo piacevole.

unghie a mandorla
Foto Instagram @safinailstudio

Unghia squadrata

Questa forma dell’unghia è decisamente geometrica, con la punta che segue una linea perpendicolare a quella delle dita e che è caratterizzata da angoli squadrati e ben definiti. Si adatta bene a unghie di qualsiasi lunghezza, anche se i risultati migliori si ottengono con unghie di media lunghezza, che permettono di ottenere un effetto più armonico. È adatta a chi ha mani affusolate, dita sottili e un letto ungueale abbastanza stretto, dato che la punta delineata con tanta nettezza potrebbe penalizzare mani più grandi e dita corte.

unghie squadrate
Foto Instagram @merlin_nails

Unghia squoval

Come si può facilmente intuire dal nome, questa forma sta a metà strada tra la forma squadrata e quella ovale, coniugando al meglio ricercatezza e praticità. Questa forma parte quadrata per poi smussarsi leggermente in punta, con angoli leggermente tondi. È una delle tipologie di unghia più usate perchè sta bene sia con mani grandi che con mani piccole, con dita affusolate oppure leggermente più tozze.

unghie squoval
Foto Instagram @mylackeredlife

Unghia stiletto

Se amate farvi notare, l’unghia stiletto è quello che fa per voi: è infatti abbastanza appariscente perchè è estremamente lunga e sottile, con un “effetto artiglio” molto grintoso. Proprio per la loro lunghezza estrema e per la loro linea sottile sono adatte per chi ha mani grandi e tozze, ma bisogna portarle con disinvoltura. È praticamente impossibile ottenere questa forma su unghie naturale: bisognerà quindi ricorrere ad una brava estetista che le crei con il gel o con l’acrilico. Se volete smorzare un po’ l’aggressività di questa forma potete utilizzare uno smalto opaco.

unghie stiletto
Foto Instagram @dymenails

Unghia a punta

L’unghia a punta, chiamata anche mountain peak, è simile alla forma stiletto ma è meno estrema. Nonostante le apparenze, è una forma di unghia abbastanza versatile e adatta a quasi tutti i tipi di mani, ma in particolar modo a chi ha un letto ungueale abbastanza stretto e allungato, con dita né troppo lunghe né troppo corte.

unghie a punta
Foto Instagram @roberta_nailartist

Unghia a ballerina o coffin nail

L’unghia a ballerina è un’altra forma ibrida, questa volta tra l’unghia squadrata e quella a stiletto. A quindi una forma allungata con una punta squadrate. Data la delicatezza di questa tipologia di unghia, anche in questo caso è consigliato ricorrere alla ricostruzione. Il suo effetto è quello di allungare e assottigliare le dita, quindi è perfetta per mani tozze, mentre potrebbe allungare troppo le dita di chi ha già una mano sottile e affusolata.

coffin nail
Foto Instagram @elegancenails2

Unghia a rossetto o lipstick shape

Avete presente la forma della punta di un rossetto? Questo tipo di unghia la replica quasi perfettamente: si tratta in pratica di una forma a punta ma limata su un solo lato e verso una sola estremità. È adatta a chi ha mani lunghe e slanciate, dita sottili e tempo per prendersene cura, visto che per dare questa forma all’unghia è necessaria una cerca lunghezza. Se volete osare potete sfoggiare questa forma di unghia con uno smalto fluo oppure di un colore molto sgargiante. Se invece non volete mettervi troppo in mostra potete dare questa forma ad una sola unghia, dando alle altre una silhouette meno particolare.

unghie rossetto
Foto Instagram @j.h.nails

Una volta che avrete trovato la forma che fa per voi, o meglio, per le vostre mani, dovrete prendervene cura in modo da mantenerle sempre al meglio, soprattutto se avete scelto una conformazione particolare e delicata. Siete pronte a sfoggiare mani da vera star?

Redazione Trucchi.tv💄