UNGHIE SOAK OFF | I segreti di una manicure perfetta

Conoscete già le unghie soak off? Si tratta di un particolare tipo di manicure a metà tra gel e semipermanente: vediamo tutti i segreti per mani perfette!

Se siete appassionate di smalto e nail art e le vostre mani sono sempre perfette, probabilmente conoscete già la soak off manicure, una tecnica innovativa per avere mani curate a lungo ma con il plus di poter rimuovere facilmente lo smalto. Siete curiose? Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulle unghie soak off!

Smalto soak off, di cosa si tratta?

Lo smalto utilizzato per la manicure soak off è meno denso dei prodotti usati per la gel manicure e non richiede una complessa operazione di rimozione che si avvale anche della limatura dell’unghia. Il risultato è una manicure dal colore intenso, uniforme e di lunga durata, che può essere rimossa semplicemente usando un solvente specifico e non con l’azione di una lima che, a lungo andare, può stressare l’unghia.


Leggi anche:

Come avere unghie in gel in 5 minuti


Come si applicano i prodotti soak off?

La tecnica per applicare lo smalto soak off è davvero semplice: nonostante sia un prodotto abbastanza denso, si applica come uno smalto classico da stendere con precisione in uno strato uniforme e levigato, anche se bisognerà poi fissarlo per un minuto circa sotto ad una specifica lampada led.

La rimozione dello smalto soak off

Una delle principali caratteristiche degli smalti soak off è proprio la loro facilità di rimozione. Il nome stesso di questa tecnica richiama il modo in cui si toglie questo tipo di smalto: “soak off”, infatti, letteralmente significa “stare in ammollo”. La tecnica per rimuoverlo prevede appunto che le unghie siamo immerse in un solvente specifico oppure che vengano fatti degli impacchi con l’apposito remover. Non è quindi necessario procedere alla limatura che caratterizza la rimozione dello smalto in gel, ma a volte questo solvente risulta comunque un po’ aggressivo e a lungo andare potrebbe indebolire l’unghia.

Unghie soak off

Soak off, la rimozione passo dopo passo

Vediamo passo dopo passo il processo di rimozione di questo prodotto. Avrete bisogno del solvente specifico, di una ciotola, un po’ di cotone, fogli di alluminio, vaselina, un bastoncino di cotone e un bastoncino di legno. Una volta che avrete tutto l’occorrente:

  • riempite la ciotola con il solvente;
  • immergetevi un po’ di cotone e appoggiatene un batuffolo su ogni unghia, non prima di aver applicato un po’ di vaselina sulla cute per proteggerla dal contatto con questa sostanza;
  • coprite le unghie con dei pezzetti di fogli di alluminio;
  • tenete in posa per una ventina di minuti;
  • rimuovete l’alluminio ed eliminate eventuali residui con il bastoncino di legno.

Il solvente, essendo un po’ aggressivo, tende a seccare la pelle, quindi tenete mani e unghie ben idratate dopo la rimozione dello smalto. La cosa migliore sarebbe aspettare qualche giorno prima di procedere con una nuova applicazione di smalto.


Leggi anche:

Come Togliere lo SMALTO SEMIPERMANENTE a casa


Quanto dura?

La durata della soak off manicure è inferiore a quella degli smalti permanenti. Se si utilizzano prodotti di alta qualità si può avere una durata di circa 2 o 3 settimane, mentre se si punta su smalti meno qualitativi si scende a non più di due settimane.

Conoscevate già le unghie soak off? Proverete questo tipo di manicure? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv

Potrebbe piacerti