SHAMPOO SOLIDO | Tutto quello che c’è da sapere

Siete già fan entusiaste dello shampoo solido oppure guardate a questa nuova moda con un po' di sospetto? In ogni caso, ecco come sapere sullo shampoo solido: cos'è come si usa e come sceglierlo.

Sono sempre di più le persone che scelgono di sostituire il tradizionale shampoo liquido con uno shampoo solido. È sicuramente un gesto amico dell’ambiente, ma questi prodotti apportano dei benefici reali anche ai nostri capelli? E cosa c’è da sapere prima di scegliere lo shampoo solido? Vediamo di capire qualcosa di più su questo prodotto zero waste.

Cos’è lo shampoo solido?

Lo shampoo solido è il corrispettivo del normale shampoo liquido, con la differenza che non contiene acqua e si presenta quindi allo stato solido, come se fosse una saponetta, evitando così di dover usare plastica per il pack. Questo non solo ci consente di fare un gesto di rispetto verso l’ambiente, ma anche di poter utilizzare il prodotto davvero fino all’ultimo grammo.

I vantaggi dello shampoo solido

I vantaggi di questa tipologia di shampoo sono davvero tanti:

  • permette di limitare o addirittura eliminare l’uso di plastiche e imballaggi per il packaging e rappresenta così una scelta molto ecologica;
  • si può utilizzare il prodotto fino all’ultima briciola, senza sprechi;
  • è comodo da portare con sé in viaggio: basterà portarne una porzione sufficiente per alleggerire il bagaglio ed evitare tutte le restrizioni sui prodotti liquidi in caso di viaggio in aereo;
  • ci permette di risparmiare, dato che con una sola saponetta di shampoo solido si riescono a lavare i capelli decine e decine di volte.

Quanto dura uno shampoo solido?

Uno shampoo solido di grandezza classica, quindi intorno ai 50/100 grammi, può essere utilizzato per 80/100 lavaggi, ma questo dipende molto anche dalla sua consistenza, dall’uso che se ne fa e dalla lunghezza dei capelli. In ogni caso, non ci sono problemi per la durata del nostro panetto perchè, pur essendo privo di conservanti, si mantiene inalterato a lungo.

Tutto quello che c'è da sapere sullo shampoo solido cos'è e come si usa

Come scegliere lo shampoo solido per i capelli

Le tipologie di shampoo solido sul mercato sono davvero tantissime e spesso non è facile districarsi tra le loro diverse caratteristiche e distinguere i prodotti di buona qualità da quelli che invece rischierebbero di rovinare i nostri capelli. Cominciamo con il dire che molte di queste saponette per capelli hanno una formulazione biologica e priva di conservanti, quindi è facile verificare che nella sua composizione non ci siano ingredienti dannosi o comunque poco salubri.
Ovviamente è impossibile affermare a priori che lo shampoo solido sia migliore dello shampoo liquido: in entrambi i casi bisognerà innanzitutto controllare che siano contenuti solo ingredienti di alta qualità e poi scegliere il prodotto più adatto al proprio tipo di capello, in grado di risolverne le problematiche o semplicemente di preservarne la bellezza.

Come si usa lo shampoo solido?

Per chi non ha molta dimestichezza con questo prodotto può essere difficile lavare i capelli con lo shampoo solido in maniera corretta. Niente paura: in realtà non è complicato e basterà seguire alcune semplici accortezze per ottenere ottimi risultati. Si usa come un normale shampoo, passando il prodotto sui capelli bagnati e poi sciacquandolo immediatamente. In questo caso, però, si può applicare il prodotto strofinando delicatamente la saponetta direttamente sui capelli oppure sfregando il panetto di shampoo tra le mani e passando poi sui capelli la schiuma ottenuta. Già, la schiuma: al primo impatto non sembra mai sufficiente o adatta per lavare i capelli, ma – fidatevi – è perfetta e molto più performante rispetto a quella classica a cui siamo abituate. Eseguire movimenti circolari con i polpastrelli sul cuoio capelluto può aiutare a liberarsi da impurità e pelle morta, riattivando la circolazione con delicatezza e stimolando così la crescita dei capelli.


Leggi anche:

Erbe ayurvediche per capelli: quali scegliere e come usarle


Shampoo solido per i diversi tipi di capello

Lo shampoo solido è ora presente sul mercato con diverse formulazioni proprio per venire incontro alle esigenze di tutti i tipi di chioma. Spesso a trovare le maggiori difficoltà sono le donne con i capelli che tendono al crespo, che devono provare diversi prodotti prima di trovare quello perfetto per loro. Ci sono però alcune formule arricchite con oli essenziali e condizionanti, che spesso regalano un “effetto balsamo” che riesce ad avere ragione anche sui capelli più secchi e stopposi, a volte senza nemmeno dover ricorrere a balsami o trattamenti successivi.

Lo shampoo solido dà però il meglio di sé sui capelli grassi, a patto che si scelga un prodotto con una bassa quantità di oli e di burri e che contenga dei principi attivi seboriequilibranti e purificanti.
Tra gli ingredienti migliori in questo senso ci sono l’argilla, ottima per assorbire l’eccesso di sebo, e gli oli essenziali di limone, ginepro e rosmarino, che riequilibrano la produzione di sebo lasciando la chioma pulita, lucente e profumata.
Alcune persone sostengono che lo shampoo solido secchi i capelli: in realtà questo succede soprattutto quando non si trova il prodotto adatto alle proprie esigenze oppure quando si utilizza troppa schiuma.

Tutto quello che c'è da sapere sullo shampoo solido cos'è e come si usa2

Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Come distinguere lo shampoo solido da una normale saponetta?

Lo shampoo solido è una delle mode del momento e a volte capita purtroppo di imbattersi in prodotti che in realtà non sono altro che una semplice saponetta venduta come shampoo o come balsamo. Come riconoscere i prodotti per i capelli, quindi? In questo senso, saper leggere l’Inci è fondamentale. Cominciamo a dire che l’elenco degli ingredienti deve essere obbligatoriamente riportato sull’etichetta del prodotto; se già faticate a trovare questa informazione non è di sicuro un punto a favore del prodotto che avete in mani. Uno shampoo solido bio ha tra i suoi ingredienti tensioattivi di origine vegetale ed estratti biologici; ha inoltre un ph superiore a 7, in modo che le squame del capello vengano richiuse dopo l’applicazione e che i capelli rimangano quindi lucidi e morbidi.

Avete le idee un pochino più chiare sullo shampoo solido? Lo proverete oppure lo usate già? Fateci sapere cosa ne pensate sui nostri canali social.

Redazione Trucchi.tv💄