Tutto sui capelli grassi: le cause, i rimedi naturali e i trucchi per gestirli

Avere i capelli grassi è spesso fonte di imbarazzo: si presentano infatti pesanti e oleosi, facendoci sentire a disagio. Bastano però poche accortezze per migliorare la situazione: vediamo come gestirli e qualche rimedio naturale per i capelli grassi.

Che fastidio avere i capelli grassi! Quella di avere i capelli untuosi non è una semplice sensazione, ma una realtà, a volte un po’ imbarazzante, dovuta all’eccesso di sebo che si deposita sul cuoio capelluto e sui capelli. Ma niente paura: le soluzioni per gestire i capelli grassi ci sono, basta trovare quella più adatta alle proprie esigenze. Ma vediamo prima di tutto di capire quali sono le cause dei capelli grassi, in modo da provare a risolvere il problema alla radice, e le loro principali caratteristiche.

Cos’è il sebo e qual è la sua funzione?

Cominciamo dall’inizio: dobbiamo sapere che i nostri capelli si formano e crescono all’interno dei follicoli piliferi, nei quali si innestano anche le ghiandole sebacee che, appunto, secernono il sebo. I capelli quindi, vengono a contatto con il sebo prima ancora di “spuntare” ed è una cosa del tutto normale. Il sebo, infatti, assolve alcune importanti funzioni:

    • costituisce una pellicola che protegge la cute dalle aggressioni esterne;
    • favorisce l’idratazione della cute;
    • impermeabilizza il fusto del capello, rendendolo più resistente.

Il sebo è composto per la maggior parte da acidi grassi, gliceridi ed esteri della cera; la sua composizione può variare in base a fattori ormonali, assunzione di farmaci e alimentazione. Riversandosi sulla cute si unisce a scorie, grassi della pelle e sudore.

Sebo grasso e sebo oleoso, di cosa si tratta?

Per focalizzare meglio il problema dei capelli grassi è bene distinguere tra sebo grasso e sebo oleoso:

  • il sebo grasso è più denso e si deposita sulla cute, rendendola grassa. Al sebo grasso si associa quindi nella maggior parte dei casi il cuoio capelluto grasso. Questo può verificarsi, ad esempio, anche se i capelli sono secchi;
  • il sebo oleoso è più liquido e si distribuisce più facilmente sui capelli, rendendoli grassi e unti. Si associa quindi prevalentemente ai capelli grassi e può andarsi a sommare ad altri problemi dei capelli.

Le cause dei capelli grassi

La causa principale dei capelli grassi è una eccessiva produzione di sebo, chiamata seborrea, che a suo volta può essere determinata da numerosi fattori sia endogeni, cioè interni all’organismo, sia esogeni, quindi provocati da agenti esterni. Tra le cause dei capelli grassi possiamo quindi citare:

  • cause genetiche
  • squilibri ormonali, che possono arrivare a causare anche patologie come la dermatite seborroica;
  • stress e fattori nervosi;
  • fumo;
  • inquinamento atmosferico e polveri sottili;
  • uso di shampoo troppo aggressivi o di scarsa qualità, che rimuovono completamente la barriera che protegge cuoio capelluto e capelli e causano come risposta una iper produzione di sebo;
  • alimentazione poco equilibrata o troppo ricca di carboidrati raffinati e cibi fritti o grassi.

Tutti questi fattori possono agire da soli oppure sommarsi tra di loro, complicando la problematica.

Capelli grassi e sudorazione, ci sono relazioni?

Tra capelli grassi e iperidrosi, cioè una eccessiva sudorazione, ci sono sicuramente delle correlazioni importanti. L’iperidrosi del cuoio capelluto, infatti, è responsabile di una maggiore liquefazione del sebo, che in questo modo diventa più oleoso e fluido e quindi si distribuisce più facilmente e più rapidamente sui capelli. Non sempre i due problemi sono concomitanti, ma se lo sono di sicuro l’uno aggrava l’altro, rendendolo ancora più evidente.

Le conseguenze dell’eccesso di sebo

Se si soffre di seborrea, l’equilibrio idro lipidico che normalmente protegge la cute dalle aggressioni esterne e la mantiene idratata tende ad alterarsi. Non si tratta solo di un problema estetico o igienico, ma può mettere a repentaglio la salute dei nostri capelli, che possono rovinarsi e addirittura cadere. Il sebo in eccesso, inoltre, può dare origine anche ad una dermatite seborroica, cioè una patologia del cuoio capelluto che dà irritazione e prurito.
Ai capelli grassi in alcuni casi può associarsi anche la forfora grassa, un fastidioso inestetismo che si presenta con scaglie giallastre, cute oleosa e prurito.

gestire capelli grassi

Le caratteristiche dei capelli grassi

Come si presentano, quindi, i capelli grassi? Vediamo quali sono alcune delle loro caratteristiche principali:

    • aspetto leggermente più scuro del colore di capelli originale;
    • capelli untuosi, spenti, opachi e che tendono a sporcarsi facilmente;
    • difficoltà nel mantenere pieghe e acconciature;
    • cattivo odore.

Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Come lavare e trattare i capelli grassi?

Fino a qualche tempo fa si riteneva che lavaggi troppo frequenti non facessero bene ai capelli grassi. Ora invece dermatologi e tricologi sono concordi nel sostenere che il trattamento più semplice per contrastare il problema dei capelli grassi è costituito proprio da lavaggi molto frequenti, anche quotidiani, purchè con shampoo poco detergenti, non schiumogeni e molto delicati, che non rimuovano troppo sebo dalla superficie dei capelli, privandoli della loro naturale protezione.

I lavaggi ricorrenti, infatti, se effettuati con prodotti appositi e delicati, non influiscono sulla produzione di sebo e non sono dannosi per la superficie del capello, ma liberano la cute dall’eccesso di sebo facendola “respirare” e rendendola meno grassa. L’importante è effettuare un attento risciacquo per evitare che residui di shampoo appesantiscano ulteriormente la chioma e asciugare i capelli mantenendo il phon ad almeno 20/30 centimetri dal cuoio capelluto per evitare che il calore eccessivo fluidifichi ulteriormente il sebo.

Altri trattamenti che possono essere utili in caso di capelli grassi sono:

  • maschere per capelli ad effetto astringente e purificante;
  • balsamo per capelli da applicare solo sulle lunghezze per proteggere la chioma dagli agenti esterni;
  • scrub per il cuoio capelluto, scegliendo anche in questo caso prodotti non aggressivi. Esfoliare questa parte (non più di una volta alla settimana), infatti, può aiutare a rigenerare il cuoio capelluto e rimuovere impurità e residui di trattamenti.

Queste pratiche non si sostituiscono certo ai trattamenti medici, che sono necessari nei casi più problematici di capelli grassi o seborrea, ma possono aiutare ad alleviare i sintomi più fastidiosi.

Capelli Grassi cause e rimedi

Alcuni consigli utili per trattare i capelli grassi

Oltre ad utilizzare i prodotti giusti, ci sono alcuni piccoli gesti che ci possono aiutare a gestire al meglio una capigliatura tendenzialmente untuosa. Eccoli:

  • effettuare un breve e delicato massaggio sul cuoio capelluto prima di effettuare lo shampoo;
  • utilizzare acqua tiepida per lavare i capelli e possibilmente acqua fredda per sciacquarli;
  • applicare lo shampoo con movimenti circolari ma evitando di fare massaggi prolungati che possono stimolare le ghiandole sebacee;
  • effettuare una pre asciugatura tamponando i capelli con un asciugamano per eliminare l’acqua in eccesso.

E cosa non fare?

Sono molti i luoghi comuni e i falsi miti sui capelli grassi, alcuni dei quali non sono solo poco corretti, ma addirittura dannosi. Ci sono infatti alcune cose che sarebbe bene evitare di fare:

  • usare shampoo aggressivi;
  • effettuare massaggi energici mentre si lavano i capelli;
  • usare oli, balsami e gel sul cuoio capelluto;
  • asciugare la testa e i capelli a temperature troppo alte o con il phon troppo vicino;
  • toccare spesso i capelli con le mani, aumentando la diffusione del sebo lungo i capelli;
  • esagerare con la spazzola, cosa che potrebbe stimolare la produzione di sebo;
  • usare pettini con denti sottili e stretti, che potrebbero stimolare le ghiandole sebacee; meglio puntare su pettini con denti larghi e arrotondati in osso o in plastica, evitando il metallo.

L’alimentazione per chi soffre di seborrea

Anche il problema dei capelli grassi può trarre giovamento da una corretta alimentazione. Sono da prediligere cibi freschi e ricchi di vitamine, ma anche proteine animali derivanti da uova, carne e pesce, cibi che assicurano anche sali minerali come calcio, rame e zinco. Se si soffre anche di pelle grassa, irsutismo e acne, la cosa migliore è rivolgersi ad un dermatologo, che valuterà se sono in corso delle alterazioni ormonali.

Quale tipo di shampoo per i capelli grassi?

Abbiamo visto che è una buona pratica lavare i capelli grassi anche tutti i giorni se è necessario, ma non tutti gli shampoo sono adatti a questo scopo e usarne uno sbagliato può peggiorare il problema dei capelli grassi oppure crearne altri: c’è addirittura chi finisce per avere capelli secchi e aridi e una cute disidratata.


Leggi anche:

Capelli secchi, cosa fare? Le Cause, i rimedi naturali e i prodotti migliori


Bisogna quindi optare per uno shampoo per capelli grassi specifico oppure per shampoo delicati, con PH neutro, dermopurificanti e ad azione sebo-equilibrante, che contengano ad esempio il Pantenolo, le vitamine del gruppo B oppure derivati cisteinici.
Potete provare i low poo shampoo, spesso usati per i capelli afro ma efficaci per molte tipologie di capelli. Oppure balsami che detergono i capelli secondo i principi del cowashing e non contengono solfati o altre sostanze che possono irritare la cute. Hanno un effetto detox sul cuoio capelluto e sono molto delicati, adatti quindi anche per chi ha l’esigenza di lavare i capelli tutti i giorni o quasi.

Rimedi naturali per capelli grassi

I rimedi naturali per i capelli grassi

Ci sono anche alcuni rimedi naturali per capelli grassi, in grado di eliminare delicatamente il sebo in eccesso e di riequilibrare la cute. Vediamone alcuni:

  • argilla verde: si può utilizzare come maschera, diluendola con acqua tiepida e un po’ di aceto in modo da ottenere un composto abbastanza denso, da applicare sui capelli e lasciare in posa per 10 minuti prima di procedere al normale shampoo;
  • qualche goccia di olio essenziale di arancia, di lavanda o di salvia unito allo shampoo utilizzato abitualmente;
  • un paio di gocce di olio essenziale di timo o rosmarino dall’azione astringente e un cucchiaio di aceto o di succo di limone da aggiungere all’acqua per sciacquare i capelli e chiuderne così le squame.
  • qualche cucchiaio di succo di limone oppure di aceto di mele da massaggiare sui capelli e poi sciacquare con cura, per una chioma più leggera e brillante;
  • una manciata di foglie di menta fresca pestate e lasciate bollire in un pentolino. Il composto ottenuto andrà fatto raffreddare bene, unito ad un paio di cucchiai di aceto di mele e applicato sulla testa e pulita. Lasciate in posa qualche minuto prima di sciacquare con cura;
  • le erbe ayurvediche per capelli grassi: ci vorrà qualche prova per capire la miscela di polveri che fa per voi, ma il risultato sarà ottimo.

Basta quindi qualche accortezza per gestire i capelli grassi e sfoggiare una chioma sempre leggera e luminosa. Se però tutto questo non bastasse, non disperate e affidate ad un bravo dermatologo o tricologo che vi saprà sicuramente consigliare qualche prodotto specifico per risolvere il problema.

Redazione Trucchi.tv💄