SPAZZOLA ANTICELLULITE | Come sceglierla e come usarla

La spazzola anticellulite può essere un'amica preziosa nella lotta alla cellulite, ma sapevate che offre anche una serie di vantaggi extra? Scopriamo tutto quello che c'è da sapere!

La cellulite è un inestetismo molto diffuso e odiatissimo da tutte le donne. Per combatterlo dobbiamo mettere in campo per prima cosa una buona alimentazione, uno stile di vita sano e una regolare attività fisica. Non bisogna però trascurare nemmeno fanghi e creme anticellulite, che possono rendere la nostra pelle più liscia e uniforme e aiutarci a combattere la cellulite.

Cosa ne dite di provare anche la spazzola anticellulite? Vediamo insieme di cosa si tratta e come usarla correttamente.

Cos’è la spazzola anticellulite e a cosa serve?

Quella di spazzolare il corpo per combattere la cellulite e riattivare il microcircolo è una tecnica conosciuta fin dall’antichità: si stima che fosse già conosciuta ai tempi degli Egizi. Viene chiamata anche bodybrushing o drybrushing e si effettua sulle zone del corpo più soggette alla cellulite, quindi in genere gambe, glutei e addome. Questo massaggio, se eseguito correttamente e soprattutto con regolarità, offre risultati evidenti: il sistema circolatorio e linfatico viene riattivato e la pelle appare più liscia, tonica e levigata, con inestetismi ridotti; anche l’assorbimento di creme e fanghi applicati successivamente risulta più efficace.

Esistono diversi tipi di spazzola anticellulite, ma in genere hanno morbide setole naturali e possono essere in legno o in plastica. La spazzola con setole naturali offre anche una leggera azione esfoliante, mentre quella in silicone è adatta per essere utilizzata per un massaggio tonificante mentre si fa la doccia.

Come scegliere e usare la spazzola anticellulite - tipi di spazzole

Come usare correttamente la spazzola anticellulite

Come ogni trattamento, anche il bodybrushing richiede costanza: dovrete dedicare almeno 5 minuti al giorno a questa operazione, che però è molto semplice. Cominciate dai piedi, passando la spazzola sia sul dorso che sulla pianta, poi risalite con movimenti circolari fino alle ginocchia, passando poi a cosce, glutei e addome. Nulla vieta, però, di effettuare questo massaggio anche su altre parti del corpo.
È importante procedere sempre dal basso verso l’alto, in modo da riattivare il sistema circolatorio e linfatico.
Il massaggio va effettuato sulla pelle asciutta, senza utilizzare creme o oli, ma la pelle alla fine di ogni trattamento deve essere adeguatamente idratata. Bisogna spazzolare energicamente ma senza esagerare: si deve sentire una sensazione di calore, ma non dolore.


Leggi anche:

Come si usa il guanto di crine? I consigli per uno scrub perfetto


I benefici dell’uso della spazzola anticellulite

Abbiamo visto che l’uso costante di questa spazzola può aiutare a contrastare la cellulite, ma i suoi benefici non sono certo tutti qui! Possiamo infatti constatare che usare la spazzola anticellulite apporta diversi vantaggi, tra cui:

  • la riattivazione del sistema circolatorio e linfatico;
  • l’eliminazione di tossine e cellule morte;
  • una leggera esfoliazione della pelle, che risulta più liscia e luminosa;
  • la riduzione delle tensioni muscolari;
  • la prevenzione e la rimozione dei peli incarniti;
  • il rassodamento della pelle;
  • una maggiore tonicità della muscolatura.

Come scegliere e usare la spazzola anticellulite - massaggio anticellulite

Ci sono controindicazioni?

Non ci sono controindicazioni spazzola anticellulite: l’unica accortezza da osservare è quella di non utilizzarla sulla cute lesionata e di verificare di non essere allergiche ai materiali di cui è composta. Se appare arrossamento o irritazione della cute dopo il massaggio basterà semplicemente strofinare la pelle meno energicamente.


Leggi anche:

Trattamenti anticellulite da provare prima di disperarsi


La caratteristiche della spazzola contro la cellulite

I modelli di spazzola anticellulite in commercio sono molti, quindi come orientarsi? La prima caratteristica da valutare è il materiale, che deve essere il più possibile naturale. Sono perfetti i modelli con manico in legno e setole naturali; un prezzo un pochino più elevato sarà ripagato da una migliore qualità e da una maggiore durata nel tempo. Non sono però da scartare le spazzole anticellulite in silicone, adatte per un massaggio energico sotto alla doccia, senza temere che si rovini con l’acqua o che si rompa.
In molte, poi, scelgono una spazzola anticellulite con manico estraibile, che risultano più compatte e più facili da usare rispetto a quelle con il manico fisso. Al di là di questo, cercate di scegliere sempre un modello ergonomico che vi faciliti l’uso.

Come scegliere e usare la spazzola anticellulite

Come pulirla e conservarla

Sono sufficienti poche e semplici accortezze per far durare a lungo la vostra alleata contro la cellulite. La spazzola andrebbe sciacquata sotto l’acqua corrente dopo ogni utilizzo; dopo questa operazione è importante farla asciugare alla perfezione per evitare la formazione di muffe, soprattutto se è composta da materiali naturali come setole e legno. Se la vostra spazzola anticellulite è dotata di manico o cordino, la soluzione migliore è quella di appenderla, meglio se lontano dalla doccia, perchè si asciughi all’aria, perdendo ogni traccia di umidità.

Conoscevate già questa tecnica? Le inserirete tra le vostre armi contro la cellulite? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

 

Redazione Trucchi.tv💄