9 falsi miti sulla cura della pelle a cui non credere più

La pelle grassa deve essere idratata? E il dentifricio sconfigge i brufoli? Vediamo insieme alcuni tra i più diffusi falsi miti sulla cura della pelle a cui non dovremmo credere più!

Ogni ambito ha le sue leggende metropolitane e il mondo della bellezza non fa certo eccezione! Quanti consigli di sedicenti esperti abbiamo seguito per poi accorgerci di aver solo peggiorato la nostra situazione di partenza? Oppure quante volte abbiamo fatto qualcosa semplicemente perché “si fa così” senza chiederci se abbia un fondamento scientifico? Non parliamo poi di vere e proprie “mode” che imperversano sui social e che spesso contribuiscono a causare molti danni alla nostra pelle (e non solo). È il momento quindi di sfatare alcuni falsi miti sulla cura della pelle a cui davvero non dovremmo credere più.

La pelle “si abitua” ai prodotti, quindi bisogna cambiarli spesso

È vero, la nostra beauty routine va cambiata per adattarla alla stagione, alle diverse esigenze della nostra pelle oppure ad un periodo particolare che stiamo vivendo: in estate si potranno quindi preferire prodotti più leggeri oppure nei periodi di maggiore stress, quando anche la nostra pelle rischia di apparire più sensibile, si può puntare su cosmetici dagli ingredienti lenitivi. Tuttavia non è vero che la pelle si adatta ai prodotti e che quindi sia necessario cambiarli spesso per questo motivo; potrebbe anzi essere una fonte di stress in più per la nostra cute. Del resto, la pelle ha sempre bisogno di ingredienti antiossidanti, idratanti e ricostituenti della barriera lipidica. A volte la sensazione che la pelle si abitui è data dal fatto che in un primo momento la pelle reagisce in modo abbastanza rapido all’uso di un nuovo prodotto, magari migliorando velocemente, ma poi si stabilizza. Bisogna tenere poi conto del fatto che con il trascorrere del tempo la pelle possa maturare nuove esigenze.


Leggi anche:

BEAUTY ROUTINE | Come cambiarla in vista dell’estate?


La sensazione di “pelle che tira” ci indica che la detersione è stata efficace

Dopo una detersione eseguita a regola d’arte e adeguata al proprio tipo di pelle la pelle dovrebbe dare una piacevole sensazione di freschezza e di morbidezza. Una pelle irritata, che “tira” significa che probabilmente avete esagerato, usando prodotti troppo aggressivi che hanno rimosso anche il sebo che costituisce la naturale barriera protettiva della pelle.

9 falsi miti sulla cura della pelle a cui non credere più

La pelle grassa non ha bisogno di idratazione

Tra i falsi miti sulla cura della pelle questo è di sicuro uno dei più clamorosi. La pelle grassa è infatti caratterizzata da un eccesso di sebo che le dà il tipico aspetto lucido e unto, ma questo non ha nulla a che fare con l’idratazione. Ognuna di noi dovrà studiare la skincare routine più adatta al proprio tipo di pelle, ma il passaggio dell’idratazione è fondamentale proprio per tutte. La pelle grassa, quindi, ha bisogno di idratazione proprio come tutte le altre, ma scegliendo i prodotti giusti, dalla texture leggera che non la appesantisca ulteriormente e privi di oli.


Leggi anche:

PELLE GRASSA: Come riconoscerla, Rimedi e i Prodotti Giusti


Sole e dentifricio contro i brufoli

Che applicare il dentifricio sui brufoli contribuisca a farli sparire lo abbiamo sicuramente letto o sentito tutte, ma questa voce ha un fondamento di verità? In realtà sì: alcuni dentifrici, infatti, contengono ingredienti anti-infiammatori che possono ridurre il rossore e il gonfiore di un bel brufolo. Il rischio, però, è quello di seccare troppo la pelle. Meglio usare il dentifricio per lavarsi i denti e farsi consigliare dal proprio dermatologo un rimedio ad hoc per i brufoli.
E il sole? Si legge spesso, infatti, che il sole faccia bene alla pelle di chi soffre di acne. In realtà il sole non ha alcun potere curativo sull’acne, anche se in un primo momento potrebbe donarci un bel colore dorato che ci aiuta a camuffare il rossore e l’infiammazione dati dai brufoli. In realtà questa è solo un’illusione e un’eccessiva esposizione al sole, magari senza esserci protette adeguatamente, può addirittura aggravare il problema.

Uriage Hyseac Pasta Sos – Stop Brufoli - 15 g
  • Per uso esterno
  • Non comedogeno
  • Senza profumo

Se non c’è il sole non c’è bisogno di una crema con SPF

La crema solare non è un’attenzione da riservare alla nostra pelle solo quando siamo al mare o in piscina. I raggi del sole sono dannosi sempre e possono provocare danni e portare all’invecchiamento precoce anche quando il cielo è nuvoloso e coperto. È proprio per questo motivo che dermatologi e specialisti consigliano di applicare una crema con un fattore SPF abbastanza elevato (da 30 in su) sempre, anche in città e anche durante la stagione fredda.

9 falsi miti sulla cura della pelle a cui non credere più


Leggi anche:

17 COSE CHE FANNO INVECCHIARE LA PELLE | Ecco come prevenire le rughe


Se si ha la pelle secca bisogna bere più acqua

Ecco un altro dei falsi miti sulla cura della pelle che sembra davvero difficile da estirpare. È vero, una buona idratazione generale è importante per il nostro organismo (e quindi anche per la pelle), dunque è consigliato bere i canonici 2 litri di acqua al giorno. Tuttavia la pelle è l’ultimo organo e ricevere idratazione dall’acqua che beviamo, quindi bere molto non influisce in maniera significativa sul problema della pelle secca. Meglio farsi consigliare dei prodotti adatti al proprio tipo di pelle, che la possano idratare e nutrire in profondità.

Dormire a pancia in su previene le rughe

Questo non è un vero e proprio falso mito, ma sicuramente costituisce un’esagerazione. Con il passare degli anni, infatti, la pelle tende a produrre sempre meno collagene e quindi a perdere elasticità. Se schiacciamo il viso sul cuscino per molto tempo, come normalmente avviene durante la notte, la pelle sarà sempre meno in grado di tornare al suo stato originario. Passare notti insonni tentando di mantenere una certa posizione, però, è esagerato: basta scegliere i prodotti giusti che forniscano elementi preziosi per l’elasticità della nostra pelle e una federa delicata.


Leggi anche:

COLLAGENE | Che cos’è? Dove si trova e Perché è importante per la nostra bellezza?


I prodotti naturali sono più efficaci e sicuri per la nostra pelle

Ultimamente si è fatta sempre più strada l’idea che gli ingredienti sintetizzati in laboratorio siano meno efficaci o addirittura dannosi per la nostra pelle rispetto a quelli definiti “naturali”. Ovviamente bisogna fare una valutazione caso per caso prendendo in considerazione i singoli prodotti, ma in via del tutto generale possiamo dire che la nostra pelle non riconosce la differenza tra un prodotto sintetizzato e uno estratto dalle piante. Estremizzando poi la situazione, possiamo anche dire che molte sostanze estratte da piante, fiori e radici, quindi del tutto naturali, possono essere aggressive, irritanti o persino dannose per la nostra pelle; di contro alcune molecole risultano più facilmente ottenibili in laboratorio, come succede ad esempio per il retinolo. Non si può quindi fare una classifica basandosi unicamente sulla provenienza degli ingredienti.

9 falsi miti sulla cura della pelle a cui non credere più

Bisogna tenere i cosmetici in frigorifero

Se non è esplicitamente richiesto sulla confezione del prodotto è una precauzione non necessaria, che in alcuni casi potrebbe addirittura rendere meno efficace il prodotto. Nella maggior parte dei casi per conservare i cosmetici in maniera ottimale è sufficienti tenerli in un luogo fresco e al riparo dalla luce diretta del sole.

Conoscete altri falsi miti sulla cura della pelle da sfatare? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄