ABBRONZATURA A MACCHIE | Cosa fare per un colorito uniforme?

Cosa fare quando la tintarella estiva comincia a sbiadire lasciandoci una fastidiosa abbronzatura a macchie? Ecco alcuni consigli per un colorito sano e uniforme!

Dopo l’estate, quando le occasioni di esporsi al sole (con ogni attenzione e con le giuste protezioni) inevitabilmente diminuiscono, ognuna di noi deve rassegnarsi a veder sbiadire il colorito dorato che ci ha accompagnato in questo periodo. Ma cosa fare se l’abbronzatura non scompare in maniera uniforme, lasciandoci delle zone più chiare o più scure sulla pelle? Vediamo cosa sapere sull’abbronzatura a macchie e come fare per avere sempre un bel colorito uniforme.

Abbronzatura che va via a macchie, le zone più colpite

Dopo l’estate l’abbronzatura sparisce a macchie? Questo può capitare anche se abbiamo preso tutti gli accorgimenti necessari per ottenere un colorito dorato in maniera sana e uniforme, seguendo tutte le accortezze per rispettare e proteggere la nostra pelle. Del resto, le amanti della tintarella lo sanno bene: l’abbronzatura tende a sparire dopo 3 settimane che non ci si espone al sole, e a questo bisogna rassegnarsi, ma raramente lo fa in maniera uniforme, lasciandoci da gestire un fastidioso effetto a macchie di leopardo. Le zone maggiormente colpite sono le gambe e il viso, ma non è raro che questo succeda anche in altre zone del corpo.


Leggi anche:

TRUCCO ABBRONZATURA | Ecco come esaltare l’abbronzatura!


Abbronzatura a macchie cosa fare per un colorito uniforme2

Abbronzatura a macchie: l’importanza dell’idratazione

Una buona beauty routine per il viso e per il corpo può, se non evitare, almeno attenuare il problema dell’abbronzatura che va via a macchie. In particolare ha una fondamentale importanza l’idratazione della pelle, che deve essere prima di tutto costante e poi eseguita con i prodotti giusti a seconda del proprio tipo di pelle. Anche se non vi state più esponendo al sole potete continuare ad usare un buon doposole che nutra e idrati la pelle a fondo, attenuando il fenomeno dell’abbronzatura a macchie. Può essere utile anche scegliere un buon bagnoschiuma, al tempo stesso delicato, lenitivo e idratante: potrebbe essere un buon alleato per rendere il vostro colorito più uniforme! E ricordate che l’idratazione parte da dentro, quindi cercate di bere molta acqua sia durante che dopo l’esposizione al sole per evitare la disidratazione della pelle e dell’intero organismo.


Leggi anche:

CONTORNO OCCHI E ABBRONZATURA | Come curarlo prima e dopo?


Via libera a scrub e gommage

Questo non è certo un metodo per far durare di più l’abbronzatura, ma se il vostro colorito a chiazze vi infastidisce non rimane che dedicarsi ad una esfoliazione periodica che elimini impurità e pelle morta e acceleri la rigenerazione della cute. Scrub e gommage sul viso e sul corpo vi aiuteranno quindi a far sbiadire le macchie più scure e a darvi in generale un colorito più luminoso e uniforme. Potete puntare su uno dei tanti prodotti in commercio oppure preparare uno scrub fai da te personalizzato secondo le vostre esigenze. E cosa ne dite di unire a questi prodotti l’azione di un guanto di crine che vi aiuti a migliorare il microcircolo?


Leggi anche:

Scrub, peeling o gommage? Caratteristiche e differenze da sapere


Le virtù naturali del limone

Ci sono alcuni rimedi naturali che ci possono aiutare a contrastare l’abbronzatura a macchie, come ad esempio il limone, universalmente noto per le sue virtù schiarenti. Come usarlo in questo caso? Qualche impacco a base di succo di limone e cetriolo potranno rinfrescare la pelle e attenuare le macchie più scure. Se volete potete aggiungere qualche goccia di acqua di rose, dall’effetto lenitivo e dal profumo gradevole. Meglio però riservare questo rimedio all’abbronzatura gambe a macchie: sul viso potrebbe risultare un po’ aggressivo.

Abbronzatura a macchie cosa fare per un colorito uniforme3

Altri rimedi naturali

Ci sono altre “ricette” per contrastare l’abbronzatura che va via a macchie. Una di queste vede ad esempio l’uso del latte: mescolatelo a qualche cucchiaio di farina fino ad ottenere una crema morbida che potrete massaggiare sulla pelle e lasciare agire per una mezzora prima di sciacquare.
Soprattutto per la pelle del viso, poi, potete usare dell’aloe vera o dell’acqua di cocco che hanno la virtù di rinfrescare e schiarire la pelle, lasciandola più pulita e dal colorito più uniforme.

Gel organico di aloe vera con aloe pura al 100% di aloe appena tagliata - SENZA ACRILATI E POLIMERI RETICOLATI, per cui si assorbe rapidamente senza lasciare residui appiccicosi - Grande 355 ml
  • Gel di aloe vera - vedi più di 40.000 recensioni qui sotto da veri clienti di Amazon che vanno...
  • Raccolta per noi - da vere e proprie foglie di Aloe appena tagliate, non in polvere - rendendolo uno...
  • La differenza nella pelle trattata con il gel di aloe Seven Minerals è impressionante. Grazie agli...

Leggi anche:

I migliori autoabbronzanti viso per una pelle baciata dal sole


Cosa ne dite di provare con l’autoabbronzante?

Se il colorito pallido proprio non fa per voi e volete conservare fino all’ultimo ogni traccia di tintarella (a patto che sia omogenea…) potete puntare sugli autoabbronzanti. Dimenticate i prodotti di qualche tempo fa, che donavano un colorito tutt’altro che naturale: i cosmetici autoabbronzanti disponibili oggi danno un effetto davvero leggero e gradevole. Potete ad esempio mescolarne qualche goccia alla vostra solita crema idratante e massaggiarla con attenzione sul corpo per uniformare il colorito e far durare più a lungo la tintarella.

Quali di questi metodi contro l’abbronzatura a macchie proverete a mettere in pratica? Ne conoscete altri? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄