CANNABIDIOLO E BELLEZZA | Ecco le proprietà e i benefici del CBD

Il cannabidiolo, un derivato della cannabis sativa legale e senza effetti psicoattivi, è un alleato della nostra bellezza. Vediamo tutte le proprietà e i benefici del CBD.

L’impiego della cannabis e dei suoi derivati già da qualche tempo sta conoscendo una forte espansione, anche nel settore cosmetico. In questo ambito, in particolare, si sfruttano le proprietà benefiche del cannabidiolo, una molecola che si ricava dalla cannabis ma che è assolutamente legale e non ha proprietà psicoattive. Vediamo tutto quello che c’è da sapere su questo ingrediente di bellezza!

Cos’è il cannabidiolo?

Forse il nome di questa sostanza vi ha un po’ allarmato, ma niente paura: si tratta di un derivato della cannabis sativa, ma legale e senza effetti psicoattivi, al contrario del THC, il cannabinoide che invece ha questo tipo di proprietà psicoattive e stupefacenti.

Cannabidiolo e bellezza ecco le proprietà e i benefici del CBD

Quali sono le sue proprietà e i suoi effetti sulla pelle?

Le proprietà di questo metabolita della cannabis sativa sono prevalentemente rilassanti, idratanti, antiossidanti, antinfiammatorie, lenitive e riequilibranti. In particolare, l’olio di cannabidiolo o CBD Oil, che è alla base di molte preparazioni di bellezza, è ricco di clorofilla, di vitamina E che contrasta l’azione dannosa dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento precoce, di vitamine del gruppo B e di acidi grassi essenziali Omega3 e Omega6. Questo mix di sostanze preziose forniscono nutrimento alla nostra pelle e aiutano a ripristinare e a integrare la barriera lipidica, riparando e stimolando la formazione di fibre di elastina. Il risultato sarà una pelle più sana, più tonica e dall’aspetto morbido e rimpolpato.
Non solo: il cannabidiolo, usato sulla pelle, aiuta a distendere e ridurre le rughe, a contrastare l’acne e a ridurre i fastidi legati a psoriasi ed eczema. Non bisogna dimenticare nemmeno gli effetti antinfiammatori: l’olio di cannabidiolo è indicato anche per alleviare i dolori muscolari o articolari e per ridurre ansia e agitazione.


Leggi anche:

Tutte le proprietà della clorofilla per la nostra bellezza


Olio di cannabidiolo oppure olio di canapa?

Può esservi capitato di sentir usare questi due termini come se fossero sinonimi, mentre in realtà indicano due cose diverse. L’olio di cannabidiolo, o olio di CBD, contiene infatti cannabinoidi e terpeni, mentre l’olio di canapa è privo di cannabinoidi, pur avendo comunque molte proprietà benefiche per la nostra pelle. L’olio di canapa, infatti, contiene un elevato livello di acidi grassi essenziali e di acido linoleico: applicato sulla pelle, puro o mescolato con altri ingredienti, è in grado di idratarla, di nutrirla e di ridurre le rughe. Può anche essere spalmato sulla pelle dopo l’esposizione al sole per lenire rossori e fastidio e usato sui capelli aridi, danneggiati o con doppie punte.

Cannabidiolo e bellezza ecco le proprietà e i benefici del CBD

In quali tipologie di prodotto possiamo trovare il cannabidiolo?

Questo principio attivo è sempre più diffuso nel mondo della cosmesi e del benessere ed è sempre più facile trovarlo in prodotti come:

  • lozioni per il corpo;
  • saponi per il viso e per il corpo;
  • latte detergente per il viso;
  • creme per le mani;
  • scrub per il viso e per il corpo;
  • shampoo che detergono e idratano senza appesantire i capelli;
  • sieri per capelli;
  • detergenti intimi con effetto decongestionante e lenitivo;
  • doccia schiuma per pelli sensibili;
  • profumi e deodoranti adatti anche per chi ha la pelle delicata.

Spesso questo prodotti sono biologici, quindi non contengono derivati del petrolio o altri componenti chimici che potrebbero risultare un po’ aggressivi per le pelli più sensibili: questo in genere significa una maggiore delicatezza sulla cute.

Il CBD per contrastare acne e psoriasi

Chi soffre di acne o di psoriasi può sfruttare le virtù antinfiammatorie del cannabidiolo per alleviare il fastidio di questa condizione, sempre chiedendo prima consiglio al proprio medico. Nel caso della psoriasi, in particolare, questa sostanza contribuisce a limitare la proliferazione dei cheratinociti, responsabili delle placche cutanee tipiche di questo problema dermatologico. Per quanto riguarda l’acne, invece, il CBD può essere utile per regolare l’attività delle ghiandole sebacee e contribuire così a limitare la comparsa di brufoli e punti neri. In entrambi i casi, il cannabidiolo aiuta a rinforzare le difese cutanee e a mantenere la giusta idratazione.

Voi avete già provato qualche cosmetico a base di CBD? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv 💄