Cosa sapere sul pH della pelle?

La pelle costituisce la nostra prima difesa dalle aggressioni esterne, ma per farlo al meglio il suo pH deve essere nel giusto equilibrio. Vediamo tutto quello che c'è da sapere e come individuare i prodotti giusti!

La pelle è il nostro organo più esteso: è proprio lei a proteggere il nostro organismo dalle aggressioni esterne e proprio per questo motivo dobbiamo curarla e coccolarla utilizzando i prodotti più indicati per il proprio tipo di pelle. In particolar modo, ciò che utilizziamo per la nostra pelle dovrebbe rispettarne il naturale pH, che ha un ruolo centrale nel mantenere attiva e funzionante la barriera protettiva cutanea.

Che cos’è il pH della pelle?

Il pH, “scoperto” nei primi anni del Novecento, è una grandezza fisica che indica il grado di acidità o di basicità di una soluzione. Il valore di riferimento è 7, quello dell’acqua pura, e indica un pH neutro: valori superiori a 7 indicano alcalinità mentre quelli inferiori a 7 indicano acidità. Anche la nostra pelle ha un pH: è compreso tra 4,7 e 5,7, quindi leggermente acido. Non a caso si parla di mantello acido cutaneo! Anche in questo, però, non siamo tutti uguali: il nostro pH varia leggermente non solo da persona a persona oppure in base al sesso, ma anche da una zona del nostro corpo all’altra.

Cosa succede se il pH della pelle viene alterato?

Il pH della pelle è importante per la buona salute della barriera protettiva, dal momento che diminuisce la proliferazione batterica e mantiene un ambiente adatto alla naturale flora batterica della pelle. Cosa succede, però, se questo equilibrio viene spezzato? In questo caso la nostra pelle può diventare più esposta agli agenti esterni, più sensibile e maggiormente soggetta a irritazioni, infezioni, eczemi e dermatiti.

Cosa può influire sul pH della pelle?

Ci sono diversi fattori, sia interni che esterni, che possono aggredire, stressare e danneggiare la nostra pelle alterandone il pH. Tra i fattori esterni possiamo ad esempio elencare agenti chimici e cosmetici non adatti, in genere a base alcalina, ma anche lavaggi troppo frequenti o con acqua troppo calda, una routine di pulizia inadeguata, inquinamento e sbalzi di temperatura e di umidità.
Anche alcuni farmaci, ad esempio alcuni tipi di antibiotici, e alcuni trattamenti medici come la radioterapia e la dialisi possono danneggiare questo delicato equilibrio.
Tra i fattori interni che possono modificare il pH della pelle, oltre all’unicità di ognuno di noi, possiamo citare genetica, età e situazione ormonale, soprattutto in periodi di grande cambiamento come pubertà, gravidanza o menopausa. Gli uomini, poi, normalmente hanno un pH leggermente più acido rispetto alle donne, mentre bambini e anziani presentano valori più vicini ad un pH neutro.


Leggi anche:

Cos’è il microbioma della pelle e come proteggerlo?


Cosa sapere sul pH della pelle

Il pH delle diverse parti del corpo

Il pH cutaneo non è lo stesso nemmeno in ogni parte del nostro corpo: questo rende abbastanza chiaro il motivo per cui bisognerebbe utilizzare prodotti differenti, appositamente formulati, per le diverse parte del corpo. In particolare:

  • il pH pelle viso ha un valore compreso tra 4,7 e 5,75;
  • il mantello acido cutaneo delle mani è di certo il più sottoposto a stimoli e aggressioni: le nostre mani vengono a contatto con tantissime superfici, sostanze e fattori esterni, senza contare il fatto che le laviamo e le igienizziamo spesso, non sempre con i prodotti giusti. Proprio per questo motivo la barriera protettiva può risultare indebolita e quindi più soggetta a secchezza e irritazioni. il pH naturale del dorso delle mani è di circa 4,9;
  • anche quella delle ascelle è una zona delicata. È infatti spesso sottoposta a depilazioni e rasature (a volte un po’ aggressive), all’applicazione di deodoranti e al sudore e, in più, possono passare lunghi periodi senza contatto con luce e aria, condizioni che favoriscono il proliferare dei batteri. Il pH naturale delle ascelle è intorno ad un valore di 6.5; per evitare alterazioni bisognerebbe puntare su deodoranti e prodotti delicati e idratanti;
  • le parti intime hanno un mantello acido più protettivo, con un valore che varia da 3,5 a 5. questo valore può cambiare molto a seconda dei livelli di ormoni e del momento della vita in cui ci si trova, ad esempio pubertà, gravidanza o menopausa. Un’alterazione del pH di questa zona può provocare prurito, bruciore e infiammazione; la cosa migliore è utilizzare un detergente specifico, che rispetti i naturali livelli del pH di questa zona.
Offerta
Saugella, Dermoliquido, Detergente Per L'Igiene Intima Quotidiana a base di Salvia Officinalis, 750 ml
  • Detergente intimo quotidiano per la donna in età fertile, con estratto di salvia officinalis...
  • Svolge un'azione rinfrescante e tonificante, assicurando benessere quotidiano
  • Svolge anche azione antiodorante

Leggi anche:

Le migliori creme idratanti viso per ogni tipo di pelle


Come capire il pH della pelle e i prodotti più adatti?

Non tutti abbiamo lo stesso tipo di pelle: c’è chi ha la pelle secca, chi la pelle grassa, chi ancora la pelle normale. Queste differenze dipendono dal pH della pelle, almeno in parte:

  • una pelle normale e in buona salute ha un pH compreso tra 4 e 6, quindi leggermente acido. Per questo tipo di pelle sono adatti quasi tutti i prodotti per la pelle più comuni, a patto che siano di buona qualità, perché permettono di mantenere un buon equilibrio della pelle e del suo pH;
  • il pH della pelle secca è inferiore a 6,5 e più vicino a 4; si tratta quindi di un pH acido. È una tipologia di pelle che ha bisogno di essere nutrita in profondità ma con prodotti delicati;
  • il pH della pelle grassa è superiore a 6,5; questo tipo di pelle deve quindi essere trattato con prodotti appositi che aiutino a ripristinarne l’equilibrio.

Il modo migliore e più preciso per misurare il pH della nostra pelle nelle sue varie zone è attraverso l’uso di un apposito strumento chiamato pHmetro. Si tratta di uno strumento elettronico con la testa piatta, che tramite uno speciale elettrodo pH che entra in contatto con la pelle è in grado di rilevare questo valore. In questo modo sarà possibile conoscere il pH della pelle nelle varie zone del corpo e le sue eventuali variazioni dovute a fattori interni ed esterni; conoscere questo valore ci permetterà di scegliere i prodotti più adatti in ogni situazione.

Avete individuato i prodotti più adatti per il vostro tipo di pelle? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄