SPRAY TEXTURIZZANTE | Che cos’è? Ecco tutti i modi per usarlo correttamente!

Lo spray texturizzante può essere un valido alleato per dare volume ai capelli fini, ma anche per creare morbide onde sui capelli: scopriamo insieme di cosa si tratta e come si usa!

Avete già sentito parlare di spray texturizzanti? Se avete capelli sottili e una chioma con poco volume, siamo pronti a scommettere che in breve potrebbero diventare vostri fedeli alleati! Si tratta infatti di prodotti che riescono ad inspessire fisicamente (ma in maniera temporanea) il fusto del capello, rendendo così la chioma più voluminosa e facile da acconciare. Gli spray texturizzanti, proprio per questa caratteristica, sono adatti anche a chi ha una chioma difficile da mantenere in piega: basterà utilizzarli in maniera corretta per riuscire a creare e a mantenere un’acconciatura per il tempo necessario.

Quali sono gli effetti dei prodotti texturizzanti?

I prodotti texturizzanti, che possiamo trovare in versione spray oppure in polvere, permettono di dare volume alla chioma intervenendo sui capelli. A seconda dell’effetto ricercato, è possibile ottenere diversi risultati: i capelli possono risultare opacizzati oppure assumere un effetto wet che va tanto di moda, oppure di renderli più “ruvidi” per mantenere meglio un’acconciatura. Uno degli effetti principali degli spray texturizzanti è quello di dare maggiore volume ad una chioma un po’ piatta, soprattutto se si hanno capelli sottili.
Non si tratta di un gel o di una lacca: la funzione degli spray texturizzanti è diversa, come è diverso il risultato che si può ottenere. Un gel, ad esempio, ha il solo compito di fissare i capelli, senza modificarne la texture e senza renderli più voluminosi; dal loro canto, gli spray texturizzanti non garantiscono un effetto fissante di lunga durata come alcuni tipi di gel o di lacca, ma contribuiscono a dare struttura e tenuta alle acconciature.


Leggi anche:

I migliori consigli per dare volume ai capelli sottili


Spray texturizzante al sale, di cosa si tratta?

Lo spray texturizzante al sale serve a dare consistenza a volume alla chioma, anche per chi ha capelli fini e lisci che generalmente deve rassegnarsi ad avere una chioma un po’ piatta. Si tratta di spray per capelli che contengono principalmente acqua, sale marino e sali di Epsom, a cui vengono eventualmente aggiunti altri ingredienti per nutrire o idratare la chioma, quindi prima di acquistarli sarebbe bene controllare bene l’Inci per scegliere il prodotto che meglio si adatta alle proprie esigenze. Chi ha capelli secchi e fragili, ad esempio, potrebbe puntare su uno spray texturizzante al sale arricchito con oli naturali, che donano un po’ di idratazione alla chioma.

Spray texturizzante, l'alleato dei capelli con poco volume

Spray texturizzante, come si usa?

Lo spray texturizzante al sale deve essere usato in maniera corretta perché il rischio è quello di ritrovarsi con una chioma secca e stopposa. La prima cosa da sapere è che questo tipo di spray in genere non si distribuisce sull’intera capigliatura ma solo su alcune ciocche, solitamente sulle lunghezze e sulle punte, a meno che non vogliate ottenere effetti particolari. L’acqua salata, infatti, tende a togliere il naturale olio dei capelli, accentuando così l’effetto mosso o riccio naturale: non è un caso, infatti, che quando siamo al mare tendiamo ad avere capelli più mossi e in qualche caso le cosiddette beach waves. Lo spray texturizzante ha più o meno lo stesso scopo, quello di definire maggiormente i capelli mossi e ricci, dandogli al tempo spesso maggiore spessore e quindi più volume.
Lo spray texturizzante al sale si può applicare sui capelli asciutti per dare volume ad una chioma liscia oppure sui capelli bagnati per dare maggiore definizione ad una chioma mossa o riccia, anche se si tratta di un’indicazione generale che può essere modificata a seconda delle proprie esigenze.

Gli step per creare le beach waves con lo spray texturizzante

Vediamo passo dopo passo come applicare correttamente uno spray texturizzante al sale:

  • lavate i capelli con shampoo e balsamo;
  • pettinate i capelli come siete solite fare, togliendo così tutti i nodi;
  • tamponate la chioma per togliere l’eccesso di acqua;
  • agitate il flacone di spray e spruzzatene piccole quantità sui capelli: per trovare la quantità giusta, che varia da capello a capello, sarà necessario fare qualche prova, quindi il consiglio migliore è quello di procedere con piccole quantità di prodotto alla volta;
  • a questo punto potete dare movimento ai capelli usando le mani, lavorando le ciocche con le dita per creare onde e movimento;
  • i capelli, se la stagione lo permette, potrebbero essere lasciati asciugare naturalmente, ma se preferite usare il phon dovreste puntare su un flusso d’aria tiepido e utilizzare un diffusore.

Leggi anche:

SPRAY TEXTURIZZANTE PER CAPELLI | Quale scegliere?


Spray texturizzante, l'alleato dei capelli con poco volume

Cos’è la polvere texturizzante?

La polvere texturizzante, che a volte viene chiamata anche polvere volumizzante, non deve essere confusa con lo shampoo secco: il loro compito, infatti, non è quello di pulire i capelli, ma di dare texture e struttura anche ai capelli più sottili. Si può usare su qualsiasi tipo di capello, che sia liscio, mosso o riccio, ovviamente con risultati che possono variare a seconda della tipologia di chioma e dell’effetto che si vuole ottenere.


Leggi anche:

POROSITÀ DEI CAPELLI | Come riconoscerla e quali prodotti usare?


Come scegliere la polvere giusta?

In commercio ci sono diverse tipologie di polvere texturizzante. Anche se il loro scopo è sempre quello di dare volume e di aiutare a fissare lo styling dei capelli, se abbiamo un’idea ben precisa in testa ci possono essere polveri più adatte di altre. Se ad esempio vogliamo dare corpo ai capelli possiamo scegliere una polvere fine che sollevi le radici senza appesantire i capelli, mentre se abbiamo capelli molto fini la polvere giusta potrà avere una consistenza più corposa. Se invece il vostro obiettivo è quello di fissare una pettinatura, la cosa migliore è prestare attenzione al numero che è spesso indicato sulla confezione, che indica il tipo di fissaggio: 1 e 2 indicano una tenuta naturale, 3 e 4 contraddistinguono invece prodotti adatti a fissare acconciature più elaborate.

Come si applica la polvere texturizzante?

In caso di capelli fini a cui dare volume, la polvere si può applicare direttamente sulle radici, effettuando un veloce massaggio per smuovere e sollevare le ciocche di capelli e distribuire in maniera uniforme il prodotto. L’operazione si può completare ritoccando i capelli con un pettine. La polvere si può applicare anche sulle lunghezze per definire ricci e beach waves, versando una piccola quantità di prodotto sul palmo della mano e distribuendola sui capelli prima di dare loro la forma desiderata.

Conoscevate già tutti gli utilizzi dello spray texturizzante per capelli? Lo usate già o avete in programma di provarlo? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv 💄

Potrebbe piacerti