BELLEZZA IN GRAVIDANZA | I trattamenti sicuri e quelli da evitare

Prendersi cura della propria bellezza in gravidanza è importante, ma quali sono i trattamenti sicuri per la mamma e per il suo bambino? Vediamo tutto quello che c'è da sapere!

Essere in dolce attesa spinge le future mamme a interrogarsi anche sul gesto più semplice, nel dubbio che possa far male al proprio bambino. Ne è un esempio il prendersi cura della propria bellezza in gravidanza: quali sono i trattamenti sicuri per il bambino e quali sarebbe meglio evitare? Vediamo insieme come orientarci tra tinte, cerette e manicure!

Cosmetici in gravidanza, alcune sostanze a cui fare attenzione

Nei nove mesi di gravidanza il corpo cambia rapidamente ed è importante prendersi cura di sé e concedersi anche qualche coccola extra. L’importante è scegliere esclusivamente prodotti sicuri per la futura mamma e per il suo bimbo. In questo siamo facilitate dalla legislazione europea, che proibisce l’uso di nichel e metalli pesanti nei prodotti cosmetici, rendendoli così sicuri anche in gravidanza. Non è tuttavia sufficiente: bisognerà sempre leggere l’Inci dei prodotti ed evitare alcuni ingredienti sconsigliati nei nove mesi di attesa. Tra questi rientrano ad esempio il retinolo, utilizzato in molti cosmetici antiage, ma anche il perossido di benzoile e l’acido salicilico, usati per contrastare l’acne. Attenzione anche all’idrochinone, usato per schiarire le macchie: meglio rimandare il suo utilizzo a dopo l’allattamento.

Tinta in gravidanza: è tra i trattamenti sicuri?

Le tinte per capelli in gravidanza sono spesso sotto accusa a causa dei loro ingredienti: a volte, infatti, contengono ammoniaca e altre sostanze potenzialmente tossiche che, attraverso la placenta, possono arrivare al feto. Proprio per questo motivo le tinte in gravidanza sono sempre state sconsigliate ma ora, rispetto al passato, la situazione è leggermente diversa. Queste sostanze aggressive sono comunque da evitare ma, se proprio non si può farne a meno, dopo il primo trimestre di gravidanza ci si può sottoporre ad una tintura per capelli prendendo alcune precauzioni: leggere attentamente gli ingredienti contenuti, applicarla solo sulle lunghezze e non sulle radici e svolgere l’operazione in un luogo ben areato. I prodotti attualmente in commercio, infatti, sono generalmente più sicuri e meno tossici rispetto a quelli di qualche tempo fa. Un’ottima alternativa è costituita dalle tinture naturali, ad esempio quelle a base di hennè e di erbe tintorie.[ 1 ]


Leggi anche:

Erbe ayurvediche per capelli: quali scegliere e come usarle


Herbatint Gel Colorante Permanente 6N Biondo Scuro 150 ml
  • Copre il 100% dei capelli bianchi
  • Formula delicata, testata dermatologicamente su pelle sensibile, arricchita di 8 estratti vegetali...
  • Senza ammoniaca, parabeni, resorcina, alcool e profumo, nickel tested, gluten free, cruelty free e...

Manicure e smalto in gravidanza

Se siete appassionate di manicure e nail art ci sono buone notizie: non dovrete rinunciare allo smalto in gravidanza. Secondo medici ed esperti non ci sono infatti limitazioni né alla manicure tradizionale né alle unghie gel, con l’unica accortezza in questo caso di indossare una mascherina per evitare di respirare sostanze potenzialmente dannose. Che siate in dolce attesa o meno, è importante verificare che il centro estetico a cui vi siete rivolte rispetto tutte le norme igieniche e di sicurezza, con strumenti sterilizzati con cura, prodotti professionali e di qualità e zone di lavoro ben arieggiate. Alla vigilia del parto ricordatevi di eliminare ogni traccia di smalto.


Leggi anche:

Come avere unghie in gel in 5 minuti


Bellezza in gravidanza, i trattamenti sicuri e quelli da evitare

Depilazione e ceretta: cosa si può fare in dolce attesa?

Anche durante i nove mesi di gravidanza sarà possibile sottoporsi a cerette periodiche, anche se noterete che i vostri peli in questo periodo cresceranno più lentamente. La ceretta in gravidanza è sconsigliata solo in caso di capillari fragili e vene varicose perché potrebbe aggravare il problema, mentre la crema depilatoria sarebbe da evitare perché contiene sostanze chimiche che possono causare allergie. Per quanto riguarda la depilazione laser in gravidanza non ci sono ancora studi affidabili a cui fare riferimento: per precauzione, quindi, gli esperti consigliano di rimandarla a dopo il parto.


Leggi anche:

TUTTI I METODI DI DEPILAZIONE: i pro, i contro e gli errori da evitare


Cura del corpo: quali cosmetici evitare in gravidanza

Durante la gravidanza il corpo di una futura mamma subisce grandi cambiamenti. Su cosce, pancia e seno potrebbero comparire delle smagliature, difficili da prevenire perché legate in gran parte anche ad un fattore genetico. Si possono però applicare degli oli o delle creme elasticizzanti fin dall’inizio della gravidanza, in modo da rendere la pelle più morbida ed elastica e pronta ad adattarsi ai mutamenti che dovrà subire. Anche in questo caso, meglio puntare su prodotti naturali ed evitare ingredienti come siliconi, parabeni e derivati del petrolio: in caso di dubbio il medico o il farmacista potranno dare consigli preziosi. Cosmetici a base di betulla, ippocastano o vite rossa potranno invece aiutare a migliorare la circolazioni, prevenendo e alleviando ritenzione idrica e caviglie gonfie. Sono invece da evitare tutti i prodotti che contengono alghe o caffeina.

Bellezza in gravidanza, i trattamenti sicuri e quelli da evitare

Come truccarsi in gravidanza

Molte donne in gravidanza potrebbero notare che la propria pelle è più bella e luminosa, altre invece potrebbero sviluppare una tendenza acneica. Il makeup in gravidanza non è controindicato, ma sarebbe meglio puntare su un trucco semplice che veda come primo step l’applicazione di una crema idratante. I prodotti utilizzati dovranno essere valutati attentamente, leggendo l’Inci e controllando che non contengano sostanze potenzialmente dannose per sé e per il piccolo. La preferenza andrebbe data a cosmetici dermatologicamente testati, anallergici, privi di profumi e siliconi e ricchi di sostanze naturali, possibilmente bio.

Terme e gravidanza, cosa sapere?

Se siete solite regalarvi qualche giornata alle terme per rilassarvi e prendervi cura del vostro benessere non è detto che dobbiate rinunciare a questa abitudine durante la gravidanza. L’importante è ricordare che in questo periodo non tutto è permesso: sauna e bagno turco, ad esempio, sono sconsigliati perché possono provocare abbassamenti di pressione e persino svenimenti, assolutamente da evitare durante la gravidanza. Attenzione anche all’idromassaggio: potete concedervelo solo alle gambe e per brevi periodi di tempo.

Si possono fare massaggi in gravidanza?

I massaggi non sono sconsigliati in gravidanza, anzi, possono aiutare ad alleviare alcuni fastidi come ritenzione idrica e gambe gonfie e a prevenire la comparsa della cellulite. In questo senso è consigliato il massaggio linfodrenante, ma nemmeno la pressoterapia è sconsigliata, a patto che vengano trattate con delicatezza solo le gambe e non l’addome, evitando pressioni troppo elevate. Qualsiasi tipo di massaggio abbiate scelto, l’importante è affidarsi sempre a professionisti esperti e verificare i prodotti che vengono utilizzati.

Bellezza in gravidanza, i trattamenti sicuri e quelli da evitare

Attenzione a lampade solari e abbronzatura

La lampada solare in gravidanza è altamente sconsigliata, anzi, bisogna fare attenzione anche all’esposizione ai raggi del sole. Durante il periodo della gravidanza, infatti, gli squilibri ormonali possono provocare un aumento della melanina e di conseguenza la comparsa di macchie gravidiche sul volto. Per questo motivo si consiglia di applicare una protezione solare anche solo per una passeggiata in città, evitando però le creme con filtri chimici: meglio optare per quelle che contengono filtri fisici.

Speriamo che l’argomento sia più chiaro: siete pronte a prendervi cura della vostra bellezza anche durante il periodo della gravidanza? Fateci sapere quali sono i vostri trattamenti preferiti sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

NOTE


1. Albanesi, Tinte in gravidanza