Come prendersi cura della PELLE MATURA GRASSA

Con il passare degli anni la nostra pelle cambia: spesso diventa più secca e fragile, ma può anche diventare una pelle matura grassa. Come prendersene cura al meglio?

Spesso la pelle matura tende ad essere secca e sensibile, ma non dobbiamo fare l’errore di dare per scontato che sia sempre così. Esiste infatti anche la pelle matura grassa ed è più diffusa di quanto si pensi comunemente: vediamo quindi come capire se abbiamo la pelle matura grassa oppure secca e come prendercene cura al meglio.

Come capire se abbiamo la pelle matura grassa o mista?

La pelle (ma anche i capelli) spesso cambiano nelle diverse fasi della nostra vita, influenzati da diversi fattori tra cui troviamo anche i cambiamenti ormonali. La pelle, con l’età adulta e poi in età più avanzata, generalmente tende a diventare più secca e sottile a causa della minore produzione di estrogeni, ma non è una regola: chi ha una pelle grassa o mista potrebbe non veder cambiare questa condizione con il passare degli anni. Per capire se si ha la pelle matura grassa basterà fare una semplice prova: dopo una detersione delicata, non applichiamo nessun prodotto e stiamo a vedere quello che succederà nelle ore successive. Se la pelle tenderà a diventare lucida e oleosa in maniera omogenea significa che la pelle è grassa, mentre se diventa lucida nella zona T (composta da naso, fronte e mento) e nelle altre zone tende a seccarsi e a “tirare”, allora probabilmente la nostra pelle è mista, indipendentemente dall’età.

Leggi anche

PELLE GRASSA: Come riconoscerla, Rimedi e i Prodotti Giusti

Come cambia con l’età?

Con l’avanzare dell’età, la pelle grassa o mista subisce trasformazioni significative dovute a cambiamenti ormonali, ambientali e dello stile di vita. Dopo i 35 anni è comune notare una riduzione dell’untuosità, specialmente nella zona T, caratteristica della pelle grassa. Tuttavia, nonostante la diminuzione della produzione di sebo, possono persistere imperfezioni come pori dilatati, punti neri e brufoli. Per la pelle mista, le zone secche possono diventare più evidenti e sensibili, spesso aggravate da trattamenti cutanei inappropriati o troppo aggressivi che compromettono l’equilibrio idrolipidico della pelle. Durante la menopausa, i cambiamenti diventano ancora più pronunciati a causa dell’alterazione dei livelli ormonali, in particolare per la diminuzione degli estrogeni. Questo squilibrio ormonale porta a una ridotta produzione di sebo, rendendo la pelle meno oleosa ma allo stesso tempo più secca, meno elastica e meno tonica. La pelle può assottigliarsi, perdendo parte della sua capacità di trattenere l’idratazione, il che contribuisce a un aspetto meno compatto e a una maggiore visibilità di rughe e linee sottili. Queste sono però indicazioni generali, che non valgono per tutte!

Skincare, come prendersi cura della pelle matura grassa

Come prendersi cura della pelle matura grassa?

È necessario prendersi cura di ogni tipologia di pelle con prodotti specifici e mirati in base alle caratteristiche di ognuna di noi. La pelle matura grassa non fa eccezione: bisognerà individuare i gesti di bellezza e i prodotti giusti per riequilibrarla, purificarla e avere anche un effetto antiage.

La detersione della pelle matura grassa

La detersione rappresenta il fondamento di una routine di skincare efficace, essendo il primo passo verso una pelle sana e luminosa. Questo è particolarmente vero per la pelle matura grassa, che richiede un’attenzione particolare per mantenere l’equilibrio tra la rimozione dell’eccesso di sebo e la preservazione dell’idratazione naturale. Una detersione adeguata aiuta a prevenire la formazione di imperfezioni, punti neri e l’accumulo di impurità, che possono aggravare i problemi cutanei.
Tuttavia è cruciale resistere all’impulso di utilizzare detergenti troppo aggressivi che promettono di eliminare completamente il sebo dalla superficie della pelle. Questi prodotti possono infatti privare la pelle dei suoi oli naturali, inducendo una produzione di sebo ancora maggiore come reazione alla secchezza indotta e compromettendo la barriera cutanea. Per la pelle matura grassa la chiave è optare per una detersione che pulisca in profondità senza sottrarre idratazione.
La tecnica della doppia detersione si adatta perfettamente a questo tipo di pelle: si inizia con l’uso di un olio struccante o di un burro detergente, per sciogliere delicatamente trucco, sebo e impurità senza aggredire la pelle. Questo passaggio è seguito dall’applicazione di una mousse o gel detergente schiumogeno ma delicato, che rimuove qualsiasi residuo lasciato dal primo passaggio, lasciando la pelle fresca e pulita.
In alternativa un latte detergente leggero può offrire una pulizia efficace senza appesantire la pelle, mentre i gel detergenti formulati con ingredienti delicati sono ideali per rimuovere impurità e sebo in eccesso senza provocare secchezza. È importante cercare prodotti che contengano componenti idratanti e lenitivi, come l’aloe vera, l’acido ialuronico o gli estratti di camomilla, che aiutano a mantenere la pelle calma e idratata.

Skincare, come prendersi cura della pelle matura grassa

L’importanza del tonico per la pelle matura grassa

Non si può proprio fare a meno del tonico: forse si tratta di un cosmetico che ha faticato un po’ a prendere piede nel nostro paese, ma ormai sono sempre di più le donne che lo usano regolarmente. In caso di pelle grassa e matura è necessario scegliere un tonico senza alcool, che potrebbe aggredire la pelle. Meglio puntare su un tonico delicato e lievemente astringente, che aiuti a rimuovere gli ultimi residui di sebo e di impurità, che agisca sui pori dilatati e che aiuti la pelle a risultare più luminosa e compatta.
Ecco alcuni ingredienti chiave da ricercare in un tonico per questo tipo di pelle:

  • Acidi Alfa Idrossiacidi (AHA) come l’acido glicolico o l’acido lattico, che aiutano a esfoliare delicatamente la superficie della pelle, rimuovendo cellule morte e impurità e stimolando il rinnovamento cellulare;
  • Acido Salicilico (BHA), un esfoliante chimico che penetra nei pori per rimuovere il sebo in eccesso e le cellule morte, prevenendo la formazione di imperfezioni e punti neri;
  • Niacinamide (Vitamina B3), rinomata per la sua capacità di ridurre l’aspetto dei pori dilatati, migliorare l’uniformità del tono della pelle e rafforzare la barriera cutanea;
  • Acido Ialuronico, un potente idratante che attira l’acqua verso la superficie della pelle, aiutando a mantenere l’idratazione senza appesantire la pelle grassa;
  • Antiossidanti come la vitamina C, la vitamina E e il tè verde, che proteggono la pelle dai danni dei radicali liberi e promuovono la rigenerazione cellulare;
  • Estratti botanici lenitivi: ingredienti come l’aloe vera, il cetriolo o la camomilla, noti per le loro proprietà calmanti e anti-infiammatorie, possono aiutare a ridurre rossori e irritazioni;
  • Peptidi: catene di aminoacidi che supportano la produzione di collagene e elastina, contribuendo a migliorare la fermezza e l’elasticità della pelle matura.

Leggi anche

SKINCARE PELLE MATURA | I consigli per impostare una routine completa

L’idratazione, un passaggio indispensabile

Ci sono ancora persone che pensano che una pelle grassa non abbia bisogno di idratazione. Nulla di più falso, soprattutto se stiamo parlando di una pelle grassa e matura! L’idratazione è sempre e comunque la base per una pelle sana e bella ad ogni età, ma soprattutto in età matura quando la cute ha bisogno di prodotti più specifici e mirati. La pelle grassa, anche se matura, non deve comunque essere iper nutrita: il rischio è quello di appesantirla eccessivamente e di contribuire all’ostruzione dei pori, che possono portare a sviluppare imperfezioni e ad avere una pelle più spenta e opaca. Ognuna di noi dovrà scegliere la crema viso più adatta, ma in genere quelle più adatte a pelli grasse mature sono creme leggere e non occludenti, che abbiano anche un effetto seboregolatore che aiuti a tenere sotto controllo la produzione di sebo. Tra gli ingredienti non devono mancare nemmeno sostanze antiage che aiutino a mantenere la pelle compatta e tonica, come ad esempio collagene, elastina e acido ialuronico. Per il contorno occhi è meglio optare per un prodotto ad hoc per questa zona del viso in cui la pelle è in genere più secca e sottile: permetterà di ottenere risultati migliori!
Ecco i principali ingredienti idratanti da ricercare nelle creme per pelle grassa matura:

  • Acido Ialuronico: fornisce idratazione profonda senza ungere, attirando e trattenendo l’umidità nella pelle;
  • Glicerina: un umettante che aiuta a mantenere la pelle morbida e idratata, attirando l’acqua verso lo strato superficiale della pelle;
  • Squalane: derivato dall’olio di oliva, offre idratazione leggera e non grassa, migliorando la flessibilità e la morbidezza della pelle;
  • Aloe Vera: nota per le sue proprietà lenitive e idratanti, aiuta a calmare la pelle irritata fornendo allo stesso tempo idratazione;
  • Acidi Grassi Omega: presenti in oli come quello di lino o di borragine, nutrono la pelle e aiutano a mantenere l’idratazione;
  • Ceramidi: rinforzano la barriera cutanea, prevenendo la perdita di umidità e proteggendo la pelle dagli agenti esterni;
  • Acido Lattico: oltre alle sue proprietà esfolianti, aiuta a mantenere l’idratazione naturale della pelle, rendendola più morbida e liscia.

Skincare, come prendersi cura della pelle matura grassa

Maschere, scrub e trattamenti periodici

Non bisogna dimenticare di offrire alla nostra pelle matura qualche trattamento specifico periodico per mantenerla sempre sana e in forma. Bisogna però evitare maschere che secchino eccessivamente la pelle oppure scrub aggressivi che possano irritare la cute. Questo non vuole dire evitarli del tutto: uno scrub o un peeling periodico, a patto che siano delicati, possono rendere più levigata, uniforme e luminosa la nostra pelle matura grassa o mista, soprattutto se abbiamo anche il problema dei pori dilatati.

Maschere per pelle grassa matura

Le maschere rappresentano un trattamento intensivo ideale per nutrire, idratare e purificare la pelle. Per la pelle grassa matura è preferibile optare per maschere che offrano un’azione purificante ma delicata, evitando quelle che tendono a seccare eccessivamente la pelle. Ingredienti come l’argilla bianca sono perfetti per questo tipo di pelle, grazie alla sua capacità di assorbire l’eccesso di sebo senza privare la pelle dell’umidità necessaria. L’argilla bianca ha anche un lieve effetto esfoliante, che aiuta a rendere la pelle più levigata e luminosa.

Scrub e peeling

Uno scrub o un peeling chimico leggero, utilizzati con moderazione, possono contribuire significativamente a migliorare la texture della pelle, rendendola più uniforme e riducendo l’aspetto dei pori dilatati. È importante scegliere prodotti con granuli fini o formule chimiche delicate per evitare irritazioni. Ingredienti come gli acidi alfa-idrossiacidi (AHA) o beta-idrossiacidi (BHA) in concentrazioni basse sono efficaci per esfoliare delicatamente la pelle, promuovendo il rinnovamento cellulare senza causare stress alla pelle matura.

Frequenza dei trattamenti

La frequenza con cui si applicano questi trattamenti è cruciale: maschere, scrub e peeling dovrebbero essere utilizzati non più di una o due volte a settimana per evitare di sovraccaricare la pelle. È importante alternare periodi di trattamento intensivo a momenti in cui si lascia la pelle “riposare”, limitandosi alla routine quotidiana di skincare. Questo approccio bilanciato consente alla pelle di beneficiare dei trattamenti senza subire stress eccessivi.

Voi come vi prendete cura della vostra pelle matura grassa? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv 💄

Potrebbe piacerti