ACRIGEL | La guida completa per nail art creative

L'acrigel è un materiali innovativo per nail art creative: combina le caratteristiche migliori di gel e acrilico. Ecco tutto quello che c'è da sapere!

Nel mondo della nail art l’innovazione e la creatività non conoscono limiti e questo viene ben supportato anche dalla ricerca e  sviluppo costante di nuovi prodotti. Tra le ultime novità che hanno catturato l’attenzione di noi appassionate di bellezza in questi ultimi anni, l’acrigel, conosciuto anche come gel acrilico oppure come polygel, si distingue in maniera particolare: questo materiale combina infatti la resistenza dell’acrilico con la flessibilità del gel, donandoci nail art durature dall’aspetto impeccabile e dandoci nuove possibilità per esprimere la nostra creatività e stile personale. Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sull’acrigel.

Cosa è l’acrigel unghie?

L’acrigel rappresenta un’innovazione nel settore delle unghie artificiali, dato che unisce il meglio di due mondi: la robustezza dell’acrilico e la flessibilità del gel. Questo ibrido, nato dalla ricerca nel campo della cosmetica e della nail art, offre una soluzione versatile e resistente per chi cerca unghie esteticamente raffinate e durature.

Composizione e caratteristiche

A differenza del gel tradizionale, che è più morbido e flessibile, o dell’acrilico, noto per la sua durezza e resistenza, l’acrigel combina le migliori qualità di questi due prodotti in un unico prodotto. È composto da una formula speciale, una resina fotoindurente che si solidifica sotto la luce di una lampada Uv o Led: è simile al gel ma con una consistenza più densa che non cola, ma con una struttura più robusta che ricorda l’acrilico. Questa composizione conferisce all’acrigel una maggiore aderenza alle unghie naturali, riducendo il rischio di sollevamenti e rotture.

Cosa sapere sulla sua composizione chimica?

La formula dell’acrigel è un complesso equilibrio di polimeri derivati sia dall’acrilico che dal gel. Contiene oligomeri, che sono grandi molecole responsabili della flessibilità e della facilità di modellazione tipiche del gel, e in aggiunta incorpora monomeri acrilici, che forniscono la resistenza e la durezza caratteristiche dell’acrilico. Questa combinazione crea una rete polimerica unica che si solidifica sotto l’esposizione alla luce Uv o Led. Alcune formulazioni di acrigel possono includere agenti rinforzanti o additivi per migliorare ulteriormente le sue proprietà. Ad esempio possono essere aggiunti agenti plastificanti per aumentare la flessibilità o particelle di rinforzo per migliorare la resistenza.

Differenze con unghie in gel o acrilico

Il gel tradizionale è ideale per chi cerca un aspetto naturale e una sensazione più leggera, ma può mancare di resistenza in alcune situazioni. D’altra parte l’acrilico, sebbene estremamente resistente, può risultare troppo rigido e meno confortevole per alcune persone. L’acrigel colma queste lacune offrendo una soluzione intermedia: è sufficientemente flessibile da adattarsi alle attività quotidiane, pur mantenendo una resistenza superiore rispetto al solo gel.

Acrigel
Foto Instagram @mv.artsofbeauty
Acrigel
Foto Instagram @stefania_guarnera_official
Acrigel
Foto Instagram @stefania_guarnera_official
Acrigel
Foto Instagram @taiisnails
Acrigel
Foto Instagram @mercia_lisboaa
Acrigel
Foto Instagram @nathaliavieiranails
Acrigel
Foto Instagram @elegante_naiils

Vantaggi dell’uso dell’acrigel

L’acrigel offre numerosi vantaggi che lo rendono una scelta molto amata sia da noi appassionate di nail art a casa che dai professionisti del settore. Vediamo insieme una panoramica dettagliata dei suoi principali benefici.

Nail Studio Professional Set Smalto Acrygel Professionale
  • Set completo per acrilico
  • Contiene 5 prodotti
  • Kit anche per uso casalingo

Durata e resistenza

Uno dei maggiori vantaggi dell’acrigel è la sua eccezionale durata: grazie alla sua composizione resiste a crepe, rotture e sollevamenti meglio di molti altri materiali per unghie. Questo lo rende ideale per chi cerca una soluzione a lungo termine per unghie belle e curate. La sua resistenza lo rende anche una scelta eccellente per chi svolge attività che normalmente potrebbero danneggiare le unghie artificiali.

Aspetto naturale e versatilità di design

Nonostante la sua robustezza, l’acrigel mantiene un aspetto naturale e leggero. Si adatta perfettamente alla forma dell’unghia naturale, permettendo una finitura liscia e uniforme che può essere difficilmente distinguibile dalle unghie naturali. La sua versatilità nel design permette inoltre una vasta gamma di stili, spaziando da colori vivaci e brillanti a decorazioni più complesse ed elaborate.

Benefici per le unghie naturali

L’acrigel è particolarmente adatto per chi ha unghie naturali deboli o danneggiate perché fornisce un supporto extra senza appesantire o danneggiare ulteriormente l’unghia. La sua applicazione delicata e la rimozione meno invasiva rispetto ad altri materiali per unghie artificiali aiutano a mantenere le unghie naturali in buona salute.

Facilità di applicazione e manutenzione

Un altro vantaggio significativo delle unghie acrigel è la facilità di applicazione anche per chi è relativamente nuovo nel mondo delle nail art, infatti l’applicazione di questo materiale può essere imparata facilmente con un po’ di pratica. Inoltre la manutenzione delle unghie con acrigel è relativamente semplice e richiede solo refill periodici e cure di base per mantenere un aspetto fresco e curato.

Guida passo-passo per l’applicazione

L’applicazione dell’acrigel richiede precisione e attenzione ai dettagli, ma con la pratica può diventare un processo semplice e gratificante. Ecco una guida passo-passo per aiutarvi a ottenere risultati professionali!

Preparazione delle unghie

Iniziate pulendo le unghie per rimuovere qualsiasi traccia di smalto, olio o sporco utilizzando un cleaner e un pad senza pelucchi. A questo punto date forma alle unghie con una lima eliminando eventuali differenze tra un’unghia e l’altra, iniziando a dare alle nostre unghie naturali un aspetto ordinato e uniforme, soprattutto se vogliamo optare solo per una colata unghie senza allungare le nostre unghie. Eliminiamo le pellicine unghie, sistemando bene i bordi e poi utilizziamo un buffer per opacizzare delicatamente la superficie dell’unghia: questo passaggio aiuta l’acrigel ad aderire meglio.

Preparazione unghie per refill

Applicazione dell’acrigel per allungare o ricostruire l’unghia

A questo punto si può procedere in due modi:

  • applicando una formina (cartine) sotto il bordo libero, prendendo poi una perla di materiale e modellandola sull’unghie e sulla cartina con un pennellino bagnato con l’apposita soluzione per acrigel. È necessario livellare bene l’acrigel in modo che risulti omogeneo poi l’ultimo step è la polimerizzazione;
  • con la dual form (tip): in questo caso il materiale va steso sulla form in plastica, modellato e reso liscio e uniforme. Si può quindi applicare sull’unghia con attenzione, facendo scivolare la dual form finché non aderisce al girocuticole. A questo punto si può polimerizzare e poi staccare con delicatezza la dual form.

Come applicare Acrigel
Come usare L'acrigel

Nail Studio Professional Acrygel
  • Rivoluzionario gel acrilico
  • Disponibile in varie colorazioni
  • Pronto per l'utilizzo

Finitura

Una volta indurito, limate e date forma all’acrigel per ottenere la forma di unghie che più vi piace, e qui potete spaziare tra le forme più naturali come le unghie rotonde, a mandorla, squoval oppure squadrate ma grazie alle caratteristiche dell’acrigel potete liberamente sperimentare anche con forme più lunghe e strutturate come le unghie a stiletto, le unghie ballerina oppure le lipstick nails avendo prima utilizzato una cartina per l’allungamento (Nail Form). A questo punto utilizziamo di nuovo un buffer per levigare la superficie dell’acrigel, assicurandoci che sia liscia e uniforme. Applicate uno smalto gel o semipermanente e poi un top coat per proteggere il nostro lavoro e dare alle unghie una finitura lucida e duratura e passiamo sotto la lampada Uv o Led per catalizzare e far indurire.

Leggi anche

LAMPADA LED UNGHIE | Guida per usarla e quale comprare

Come rimuovere l’acrigel senza danneggiare le unghie naturali

Rimuovere l’acrigel richiede pazienza e cura per evitare di danneggiare le unghie naturali sottostanti. Seguendo questi passaggi, potrete rimuovere in modo sicuro l’acrigel mantenendo le vostre unghie sane e forti:

  • assicuratevi di avere tutto il necessario a portata di mano: una lima per unghie, batuffoli di cotone, il solvente, fogli di alluminio, un bastoncino di legno per cuticole e una crema idratante o olio per cuticole;
  • utilizzate una lima per unghie per ridurre delicatamente lo spessore dell’acrigel ed eliminare lo strato di top coat che sigilla la nostra manicure. Non rimuovete completamente l’acrygel, ma limate fino a quando non diventa significativamente più sottile perchè questo passaggio aiuta il solvente a penetrare più facilmente;
  • imbevete i batuffoli di cotone nel solvente per unghie e posizionatene uno su ciascuna unghia;
  • avvolgete ciascuna punta delle dita con un pezzo di foglio di alluminio per tenere il batuffolo in posizione e per trattenere il calore, accelerando il processo di ammorbidimento dell’acrigel;
  • lasciate agire il prodotto per qualche minuto;
  • rimuovete delicatamente i fogli di alluminio e i batuffoli di cotone. Utilizzate un bastoncino di legno per cuticole per spingere via delicatamente l’acrigel ammorbidito oppure una spatola in acciaio; se non si stacca facilmente ripetete il processo di ammollo per alcuni minuti in più;
  • una volta rimosso tutto l’acrigel, utilizzate una lima per dare forma alle unghie e un buffer per levigare delicatamente la superficie;
  • applicate una crema idratante e un olio per cuticole per nutrire le unghie e la pelle circostante.

Come rimuovere Acrigel

Leggi anche

Come togliere lo smalto senza acetone? Ecco 5 metodi alternativi che funzionano

Alcuni errori comuni da evitare

Ci sono alcuni errori comuni che è importante evitare per garantire i migliori risultati e la salute delle unghie. Vediamo insieme alcuni dei più frequenti!

Applicazione troppo spessa o troppo sottile

Un’applicazione eccessivamente spessa dell’acrigel può portare a un aspetto innaturale e pesante delle unghie, inoltre unghie troppo spesse possono essere più soggette a sollevamenti e rotture. Al contrario, l’applicazione di uno strato troppo sottile può non fornire la resistenza necessaria, rendendo le unghie più vulnerabili a rotture e danneggiamenti.

Non preparare adeguatamente le unghie

La preparazione inadeguata delle unghie è una delle cause principali di sollevamento e scarsa adesione dell’acrigel. Assicuratevi di pulire, opacizzare e applicare il primer correttamente prima dell’applicazione del prodotto.

Lavorare in un ambiente non adatto

Lavorare in un ambiente troppo umido o polveroso può influenzare la qualità dell’applicazione di questo prodotto. Assicuratevi di lavorare in un ambiente pulito e asciutto.

Polimerizzazione inadeguata

Non polimerizzare l’acrigel per il tempo necessario sotto la lampada Uv o Led può portare a un indurimento incompleto, compromettendo la durata e la resistenza delle unghie. Seguite sempre le indicazioni del produttore per quanto riguarda i tempi di polimerizzazione.

Rimozione troppo aggressiva

Tentare di rimuovere l’acrigel forzandolo o tirandolo può causare danni significativi alle unghie naturali. Utilizzate sempre il metodo di ammollo con acetone e rimuovete delicatamente il materiale. Ovviamente se siete professioniste saprete rimuovere l’acrygel anche con la fresa ma se non l’avete mai usata proteste creare dei danni all vostre unghie.

Faq – Domande frequenti sull’acrigel

Cos’è esattamente l’acrigel?
L’acrigel è un materiale ibrido per unghie che combina le migliori qualità dell’acrilico e del gel. Offre la resistenza e la durata dell’acrilico con la flessibilità e la facilità di applicazione del gel.

L’acrigel danneggia le unghie naturali?
Se applicato e rimosso correttamente, l’acrigel non dovrebbe danneggiare le unghie naturali. È importante seguire le procedure corrette e mantenere una buona igiene delle unghie per prevenire danni.

Quanto tempo dura l’acrigel sulle unghie?
L’acrigel può durare fino a 3-4 settimane, a seconda della crescita delle unghie e della cura quotidiana. Ritocchi regolari sono raccomandati per mantenere l’aspetto fresco e curato.

È possibile fare il refill sull’acrigel?
Sì, è possibile fare refill sull’acrigel e questi di solito sono necessari ogni 2-3 settimane, a seconda della velocità di crescita delle unghie.

L’acrigel è adatto per unghie corte o danneggiate?
Sì, l’acrigel ricostruzione può essere un’ottima opzione per unghie corte o danneggiate, poiché fornisce rinforzo e protezione, permettendo alle unghie naturali di crescere più forti.

Come si rimuove l’acrigel?
L’acrigel si rimuove ammollandolo in acetone. È importante non forzare o tirare la sostanza durante la rimozione per evitare di danneggiare le unghie naturali.

L’acrigel richiede l’uso di una lampada Uv o Led?
Sì, l’acrigel richiede la polimerizzazione sotto una lampada Uv o Led per indurire correttamente il materiale.

L’acrigel è un materiale rivoluzionario nel mondo della nail art e permette di creare manicure naturali ma resistenti e durature nel tempo. Voi cosa ne pensate? L’avete già provato? Raccontateci la vostra esperienza sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄

Potrebbe piacerti