Tutte le proprietà dello squalene per la nostra bellezza

Lo squalene è una sostanza pregiata molto usata nei cosmetici per le sue molte proprietà. La buona notizia è che, a differenza di ciò che accadeva in passato, ora viene quasi totalmente ricavato da fonti vegetali.

Lo squalene è un principio attivo prezioso per la nostra bellezza, ma il suo utilizzo è (o almeno, lo era fino a qualche tempo fa) abbastanza controverso. Questa sostanza veniva infatti estratta dall’intestino di squali e capodogli; la buona notizia è che lo squalene è presente anche nell’olio di oliva, di arachidi, di girasole, di argan e altri ancora e che può essere riprodotto anche in laboratorio. Possiamo quindi godere dei suoi benefici senza nuocere alla natura e ai suoi abitanti. Vediamo quindi di cosa si tratta e come usarlo!

Cos’è lo squalene e come si ricava

Come abbiamo accennato, l’olio di squalene può essere di origine animale ed essere estratto dal fegato di squali e capodogli. Fortunatamente ha preso sempre più piede lo squalene sintetico, ottenuto cioè in laboratorio, e lo squalene di origine vegetale, chiamato anche fitosqualene. In questo caso, questa sostanza viene estratta da alcuni oli vegetali, in primis quello di oliva, ma anche da quelli di argan, di girasole, di arachidi, di crusca di riso, di germe di grano e di amaranto. Il costo per la sua produzione aumenta, ma lo squalene vegetale è considerato ancora più efficace rispetto a quello di origine animale. Non è sempre facile trovare questa informazione sulla confezione: acquistando un prodotto certificato vegan si va sul sicuro, in caso contrario si può contattare il produttore per avere ulteriori informazioni.
Lo squalene viene spesso chiamato anche squalano; questo è solo in parte corretto, dal momento che lo squalano è una forma purificata e idrogenata di squalene.

Tutte le proprietà dello squalene per la nostra bellezza

Quali sono le sue proprietà?

Dal punto di vista scientifico, lo squalene viene classificato come idrocarburo triterpene. È una sostanza che viene prodotta naturalmente dal nostro corpo: è infatti una parte costitutiva del sebo, che viene prodotto nella parte più superficiale dell’epidermide per mantenerne l’idratazione evitando l’evaporazione dell’acqua dai vari strati cutanei. Lo squalene viene considerato un componente molto pregiato di creme, sieri e rossetti perché apporta molti benefici alla nostra pelle. Ha infatti effetti:

  • idratanti;
  • lenitivi;
  • protettivi;
  • anti-age.

Come viene usato lo squalene nei cosmetici?

Lo squalene rientra nella formulazione di alcuni prodotti cosmetici di alta qualità, dal momento che si tratta di una sostanza pregiata in grado di apportare tanti benefici alla nostra pelle. Essendo una naturale componente del sebo, lo squalene ha buone proprietà idratanti e aiuta a mantenere inalterato lo strato idrolipidico della nostra pelle. Da una parte, quindi, impedisce all’acqua di evaporare, mantenendo l’idratazione della pelle, dall’altra protegge la nostra cute dai danni provocati dalle aggressioni esterne e dagli agenti patogeni. Ci protegge anche dall’azione dannosa dei radicali liberi grazie alle sue proprietà antiossidanti, combattendo così l’invecchiamento precoce e la comparsa di antiestetiche macchie cutanee.
I prodotti cosmetici a base di squalene vengono però sconsigliati in caso di pelle acneica perché il loro utilizzo potrebbe aggravare la situazione, favorendo la comparsa di brufoli e punti neri. In chi soffre di acne, infatti, il sebo viene già prodotto in quantità eccessiva e rincarare la dose con un prodotto che ne contiene alcune componenti potrebbe contribuire ad occludere i pori.


Leggi anche:

La perfetta skincare per prendersi cura della pelle acneica


Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Effetti collaterali dello squalene

Questa sostanza, essendo naturalmente prodotta dal nostro corpo, è di norma ben tollerata dall’organismo, a parte rari casi di allergie. Si tratta inoltre di una sostanza piuttosto leggera, che si assorbe rapidamente senza appesantire la pelle; se però si notassero reazioni allergiche o un peggioramento delle condizione della pelle bisogna sospendere l’uso del prodotto e rivolgersi al proprio dermatologo per un consulto.

Avevate già sentito parlare dello squalene? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄