STRUCCANTE BIFASICO | Che cos’è? Come si usa? e tutti i vantaggi di usarlo!

Di sicuro avrete notato sugli scaffali della vostra profumeria preferita delle boccette dal contenuto bicolore. Si tratta dello struccante bifasico, composto da una parte di olio e da una a base acquosa. Vediamo di cosa si tratta e come usarlo senza errori.

Struccarsi e detergere alla perfezione la propria pelle ogni sera è un gesto essenziale per la nostra bellezza ma, diciamocelo, non è certo il momento più divertente della giornata, soprattutto se siamo costrette a lottare contro un trucco particolarmente ostinato o se stiamo utilizzando uno struccante che ci irrita gli occhi. Se non avete ancora individuato la tipologia di struccante che fa per voi, perché non provare lo struccante bifasico? Vediamo tutto quello che c’è da sapere!

Cos’è lo struccante bifasico?

Come dice il nome stesso, questo particolare tipo di struccante è caratterizzato da due consistenze che convivono nello stesso flacone e che si integrano alla perfezione per darci un risultato al tempo stesso efficace e delicato.
Con qualche differenza tra prodotto e prodotto, possiamo dire che in genere lo struccante bifasico è composto da una parte a base di oli vegetali che scioglie le sostanze liposolubili e rimuove anche il makeup più difficile, e da una parte a base di acqua, che scioglie le sostanze idrosolubili, detergendo la pelle, idratandola e tonificandola.


Leggi anche:

GUIDA ALLO STRUCCANTE | Le diverse tipologie e come scegliere il più adatto


Per quale tipo di makeup è indicato?

Lo struccante bifasico è indicato per qualsiasi tipo di trucco, ma dà il meglio di sé con il makeup long lasting e waterproof, mascara compreso, che riesce a rimuovere senza bisogno di sfregare, cosa che può irritare la cute e strappare le ciglia. Per lo stesso motivo è perfetto anche per rimuovere il “trucco delle grandi occasioni”, particolarmente elaborato e a lunga tenuta.


Leggi anche:

OLIO STRUCCANTE | Come usarlo correttamente e i prodotti migliori che puoi provare


I vantaggi dello struccante bifasico

Lo struccante bifasico è un prezioso alleato per rimuovere il trucco difficile senza stressare la pelle, ma non il suo unico vantaggio. È infatti particolarmente indicato sia per chi ha la pelle grassa che per chi ha la pelle sensibile. La presenza di oli non deve trarre in inganno: il bifasico è ideale per liberare i pori ostruiti dalla sporcizia della pelle e dal sebo in eccesso proprio grazie agli oli che permettono di detergerla in profondità. Le pelli sensibili, invece, ringrazieranno la sua azione delicata, che pulisce la pelle con delicatezza, senza irritarla. Tra gli altri vantaggi dello struccante bifasico possiamo ricordare:

  • previene e riduce borse e occhiaie;
  • rinforza pelle e ciglia;
  • previene e riduce la formazione di segni di espressione e rughe;
  • lenisce la cute;
  • tonifica e rivitalizza la pelle.

Cos'è e come si usa lo struccante bifasico

Come si usa?

Le due parti che compongono uno struccante bifasico di solito si distinguono facilmente ad occhio nudo nel flacone: la parte oleosa è colorata, mentre quella a base acquosa è trasparente. Le due fasi sono separate tra loro e si attivano entrando in contatto l’una con l’altra semplicemente agitando il flacone. Ed è proprio questo il primo step per usare lo struccante bifasico correttamente: agitare bene il flacone e versare qualche goccia di prodotto su un dischetto di cotone, da appoggiare sugli occhi per una decina di secondi (uno per ogni occhio), in modo che ammorbidisca il trucco. A questo punto si potrà massaggiare delicatamente sugli occhi, sulle labbra e su tutto il viso, senza mai strofinare. Fate particolare attenzione alle ciglia, che potrete struccare passando il dischetto dal basso verso l’alto: grazie al bifasico non saranno solo struccate, ma anche protette e rinforzate.
L’ultima operazione sarà quella di sciacquare il viso con un po’ di acqua tiepida e di asciugarlo tamponandolo con un panno morbido.

Come scegliere il migliore struccante bifasico

Sul mercato le proposte sono davvero tante: come orientarsi? L’importante è leggere sempre attentamente l’etichetta e cercare di scegliere prodotti che contengano ingredienti di qualità, possibilmente naturali e bio. Gli oli utilizzati possono essere diversi: olio di mandorle dolci, di argan, olio di Jojoba, di girasole oppure di ricino; ognuno di loro svolge un’azione nutriente, ma leggermente diversa tra l’uno e l’altro, starà a voi scegliere in base alle vostre esigenze. Chi porta le lenti a contatto o ha gli occhi molto delicati dovrà prediligere una formulazione il più possibile leggera e delicata, a basso rischio di allergie e senza profumo.

Avete già provato lo struccante bifasico? Fateci sapere cosa ne pensate sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv💄