SHATUSH CAPELLI CORTI | I consigli per non sbagliare

Lo shatush capelli corti è una tecnica che ci può aiutare a riempire di luce e di riflessi la nostra chioma corta: vediamo insieme tutto quello che c'è da sapere su questa tecnica di colorazione capelli!

C’è una tendenza che sta conquistando cuori e sguardi: lo shatush capelli corti. Questa tecnica, amata per la sua capacità di creare un effetto naturale e luminoso, sta diventando sempre più popolare tra chi desidera rinnovare il proprio look con un tocco di classe e originalità. Ma cos’è esattamente lo shatush e perché sta diventando un must-have anche per chi ha i capelli corti? In poche parole, lo shatush è una tecnica di schiaritura che crea un effetto sfumato molto naturale, quasi come se i capelli fossero stati baciati dal sole. A differenza di tecniche più marcate come le classiche meches, lo shatush si distingue per la sua capacità di fondere i colori in modo armonioso, evitando demarcazioni nette e offrendo un risultato più morbido e graduale. Perché sceglierlo per i capelli corti? Semplice! Lo shatush può aggiungere profondità e tridimensionalità ai capelli corti, valorizzando il taglio e il movimento, senza l’effetto “radici in crescita” che talvolta si ottiene con altre tecniche di colorazione.

Cos’è lo shatush?

Quando parliamo di shatush, ci riferiamo a una tecnica di colorazione dei capelli che evoca l’idea di un gioco di ombre e luci, un effetto che si ottiene attraverso un processo di schiaritura mirato e artistico. A differenza delle classiche meches o del balayage, lo shatush si concentra su ciocche selezionate, schiarite in modo da creare un passaggio graduale e quasi impercettibile dal colore naturale alla tonalità più chiara. Il risultato? Una transizione morbida che simula l’effetto del sole sui capelli, come se aveste trascorso un’estate al mare. La realizzazione dello shatush richiede abilità e sensibilità artistica. Il parrucchiere seleziona strategicamente le ciocche da trattare, applicando il prodotto schiarente con una tecnica che può variare a seconda del risultato desiderato. Spesso, si utilizza un pettine o si lavora a mano libera per ottenere l’effetto sfumato. Mentre molte tecniche di colorazione sono spesso associate ai capelli lunghi, lo shatush si adatta bene anche ai capelli corti. Su una lunghezza ridotta, lo shatush può essere utilizzato per aggiungere profondità e movimento, enfatizzando il taglio e la texture dei capelli.

Leggi anche

SHATUSH | Il trattamento per capelli delicatamente sfumati

Differenze tra shatush, balayage e altre tecniche di schiaritura

Termini come shatush, balayage, meches e ombre sono ormai comuni, ma spesso si creano confusione e sovrapposizioni tra queste tecniche. Capire le differenze può aiutarvi a scegliere il metodo più adatto per il vostro stile e tipo di capello.

  • shatush: come abbiamo visto, lo shatush è una tecnica che crea un effetto molto naturale e sfumato. La schiaritura inizia da un punto più basso rispetto alle radici e si concentra su ciocche selezionate, dando un risultato molto graduale e simile all’effetto del sole; È meno strutturato rispetto al balayage e spesso non richiede l’uso di carta stagnola o di altri strumenti per isolare le ciocche:
  • balayage: è anch’essa una tecnica di schiaritura che mira a creare un look naturale. A differenza dello shatush, il balayage inizia più vicino alle radici e vede l’applicazione del colore in modo più libero e pittorico. Il risultato è un effetto meno sfumato rispetto allo shatush, con una transizione più evidente tra i colori;
  • meches: le classiche meches (o highlights) sono una tecnica di colorazione che crea contrasto schiarendo ciocche di capelli dalla radice alle punte. A differenza dello shatush, le meches sono più strutturate e uniformi, con una demarcazione più evidente tra le ciocche trattate e il colore naturale dei capelli. Questa tecnica può essere più invasiva e richiede manutenzione più frequente per gestire la ricrescita;
  • ombre: è una tecnica che crea un effetto di sfumatura deciso, passando da un colore più scuro alle radici a un colore più chiaro alle punte. A differenza dello shatush, l’ombre ha una demarcazione più netta e meno naturale. È una scelta stilistica più audace e meno orientata al naturale rispetto allo shatush.

Tutte queste tecniche hanno l’obiettivo di aggiungere volume e movimento ai capelli attraverso la schiaritura, ma lo shatush si distingue per il suo effetto estremamente naturale e sfumato, ideale per chi cerca un look delicato e poco impegnativo in termini di manutenzione. Scegliere tra queste tecniche dipenderà dal vostro stile personale, dal tipo di capello e dall’effetto desiderato.

Leggi anche

BALAYAGE CAPELLI | Tutto quello che c’è da sapere e le sfumature più trendy da copiare!

Perché scegliere lo shatush capelli corti?

Quando si tratta di ravvivare i capelli corti, le opzioni di colorazione possono sembrare limitate. Lo shatush su capelli corti emerge però come una buona scelta per chi desidera aggiungere un tocco di vivacità e dimensione senza stravolgere il proprio look. Vediamo perché lo shatush è particolarmente adatto ai capelli corti e quali vantaggi può offrire.

Aggiunge profondità e movimento

Su capelli corti, shatush può creare un’illusione di maggiore profondità e volume. La schiaritura strategica di alcune ciocche aggiunge una dimensione visiva che può far sembrare i capelli più folti e corposi. La sua sfumatura delicata, inoltre, mette in risalto il taglio dei capelli, enfatizzando le linee e le curve del vostro stile. Questo può essere particolarmente affascinante nel caso di tagli dinamici come il bob o il pixie cut.

Leggi anche

PIXIE CUT | Il taglio capelli corti sempre di moda

Mantiene un aspetto naturale

A differenza di altre tecniche di colorazione più decise, lo shatush capelli corti mantiene un aspetto molto naturale. La transizione graduale del colore simula l’effetto del sole, dando vita a un look fresco e spontaneo. Grazie alla sua naturale transizione di colore, lo shatush richiede meno manutenzione rispetto ad altre tecniche: questo è particolarmente vantaggioso per i capelli corti, dove la ricrescita può essere più evidente e frequente.

Versatilità

Che il vostro stile sia audace o sobrio, lo shatush può essere adattato per rispecchiare la vostra personalità. Si può optare per una schiaritura leggera per un effetto solare e delicato o scegliere tonalità più audaci per un contrasto più marcato. Lo shatush non è limitato a tonalità bionde o chiare: si può sperimentare con una vasta gamma di colori, dai rossi intensi ai castani cioccolato, fino ai toni freddi come il grigio o il blu.

Ideale per “esperimenti”

Per chi desidera sperimentare con il colore senza un impegno a lungo termine, lo shatush su capelli corti è una soluzione ideale. Se non vi piace il risultato, i capelli cresceranno abbastanza velocemente da permettervi di tornare al vostro colore naturale o di provare qualcosa di nuovo.

Shatush capelli corti
Foto Instagram @aldocoppolabyantonio
Shatush capelli corti
Foto Instagram @flo_specialista_nello_shatus
Shatush capelli corti
Foto Instagram @abstyle_parrucchieri
Shatush capelli corti
Foto Instagram @antonellavezza_salon
Shatush capelli corti
Foto Instagram @vitosatalino_official
Shatush capelli corti
Foto Instagram @vitosatalino_official
Shatush capelli corti
Foto Instagram @capelli_official
Shatush capelli corti
Foto Instagram @antonellavezza_salon
Shatush capelli corti
Foto Instagram @simonaghezzi1
Shatush capelli corti
Foto Instagram @marco_firriolo
Shatush capelli corti
Foto Instagram @balatomarianohair

Scelta del colore più adatto

La scelta del colore giusto per lo shatush su capello corto è un passo cruciale che può fare la differenza tra un risultato armonioso e uno che stona. Il segreto sta nel trovare il giusto equilibrio tra il colore naturale dei vostri capelli e il vostro tono di pelle. Ecco alcuni consigli per guidarvi in questa scelta:

  • considerate il sottotono della vostra pelle: se avete un tono di pelle caldo, con sottotono giallo, dorato oppure olivastro, optate per colori dello shatush che tendono al caramello, al dorato o al rame, che aggiungeranno calore e luminosità al vostro viso. Per chi ha un tono di pelle freddo, con sottotono rosa o bluastro, sono ideali le nuance fredde come il biondo cenere, il platino o persino il grigio perla. Questi colori completeranno la vostra carnagione senza creare un contrasto eccessivo;
  • tenete conto del colore naturale dei capelli: se i vostri capelli sono naturalmente scuri, scegliere tonalità di shatush leggermente più chiare può creare un bellissimo effetto di profondità senza stravolgere il vostro look naturale. Per chi ha capelli naturalmente chiari, invece, lo shatush può essere l’occasione per giocare con sfumature leggermente più scure o con toni vivaci e insoliti; l’importante è mantenere una transizione morbida tra i colori.

I passaggi chiave per realizzare lo shatush su capelli corti

Realizzare lo shatush su capelli corti è un’arte che richiede precisione, occhio per i dettagli e una buona dose di creatività. A differenza dei capelli lunghi, dove c’è più “tela” su cui lavorare, i capelli corti richiedono un approccio più misurato e strategico per garantire che l’effetto finale sia equilibrato e armonioso. Con i giusti passaggi e un po’ di pratica, sarà possibile trasformare i capelli corti in un capolavoro.

Consigli per la preparazione dei capelli prima del trattamento

Prima di procedere con il processo di realizzazione dello shatush, è importante preparare adeguatamente i capelli. Una buona preparazione non solo garantisce che il colore si depositi in modo uniforme, ma aiuta anche a proteggere la salute della chioma. Ecco quindi alcuni passaggi da seguire prima di procedere con lo shatush:

  • nei giorni o settimane precedenti la colorazione, trattate i vostri capelli con prodotti idratanti e ristrutturanti. Maschere per capelli, oli nutrienti e balsami intensivi possono aiutare a rinforzare i capelli e a prepararli al processo chimico;
  • prima della colorazione evitate trattamenti aggressivi come permanenti o stirature, che possono indebolire i capelli e renderli più suscettibili a danni;
  • è consigliabile non lavare i capelli per almeno 24-48 ore prima della colorazione. I naturali oli del cuoio capelluto possono aiutare a proteggere i capelli e il cuoio capelluto durante il trattamento;
  • se avete colorazioni precedenti o riflessi molto diversi dal colore che desiderate ottenere con lo shatush, potrebbe essere necessario un trattamento di colore uniformante prima di procedere. Questo passaggio assicura che lo shatush si sviluppi su una base omogenea, per un risultato finale più armonioso;
  • se non siete sicure della salute dei vostri capelli o del processo di preparazione, consultate un parrucchiere professionista che potrà valutare la condizione dei capelli e fornire consigli specifici per il vostro caso.

Il procedimento step dopo step

Realizzare lo shatush su capelli corti può sembrare un’impresa, ma con i passaggi giusti il processo sarà più semplice. Il primo passo è la preparazione dei materiali da avere a portata di mano, cioè:

  • decolorante e ossigeno;
  • pennello per colorazione;
  • guanti protettivi;
  • ciotola per mescolare il prodotto;
  • pettine a denti fini;
  • clip per capelli per suddividere le ciocche.

Ecco una guida passo-passo per aiutarvi ad ottenere il risultato che desiderate:

  • suddivisione dei capelli: iniziate dividendo i capelli in sezioni maneggevoli, usando le clip per separare le ciocche e lavorare con più facilità. Questo passaggio è cruciale per assicurare che la colorazione sia distribuita in modo uniforme;
  • mescolate il decolorante con l’ossigeno nella ciotola secondo le istruzioni del prodotto, poi applicate il composto sulle ciocche selezionate. Se volete un effetto più naturale, evitate di iniziare direttamente dalle radici e lasciate una parte più vicina al cuoio capelluto meno trattata. Utilizzate il pennello per un’applicazione precisa, assicurandovi di saturare bene le ciocche senza sovraccaricare di prodotto;
  • per creare l’effetto sfumato caratteristico dello shatush, sfumate il prodotto ai margini della ciocca con il pettine o con le dita (indossando i guanti) per evitare linee decise o demarcazioni evidenti;
  • lasciate agire il prodotto per il tempo raccomandato, che può variare a seconda del livello di schiaritura desiderato e del tipo di capello. È importante monitorare i capelli durante il tempo di posa per evitare che si schiariscano troppo;
  • una volta raggiunto il grado di schiaritura desiderato, risciacquate bene i capelli con acqua tiepida;
  • applicate un trattamento post-colorazione, come una maschera idratante o un balsamo per nutrire e ripristinare l’idratazione dei capelli;
  • asciugate i capelli con delicatezza e procedete con lo styling come desiderate.

Manutenzione dello shatush su capello corto

Una volta ottenuto il vostro shatush, è importante dedicare attenzione alla sua manutenzione per preservarne la bellezza e la salute. I capelli corti, in particolare, richiedono una cura specifica per mantenere l’effetto desiderato. Ecco alcuni consigli essenziali per la manutenzione dello shatush capelli corti:

  • shampoo e balsamo per capelli colorati: utilizzate prodotti specificamente formulati per capelli trattati o colorati, che aiutano a mantenere il colore vivo più a lungo e a proteggere i capelli dai danni;
  • maschere nutrienti: integrate nella vostra routine settimanale l’uso di maschere nutrienti e idratanti per ripristinare l’idratazione e a mantenere i capelli sani e luminosi;
  • limitare i lavaggi: lavare i capelli troppo frequentemente può sbiadire il colore più rapidamente. Cercate di distanziare i lavaggi e, quando necessario, utilizzate uno shampoo secco per mantenere i capelli freschi tra un lavaggio e l’altro;
  • protezione dal calore e dal sole: quando usate strumenti caldi come phon, piastra o arricciacapelli, assicuratevi di applicare un protettore termico per prevenire danni ai capelli. Allo stesso modo, se passate molto tempo al sole, considerate l’uso di prodotti che offrono protezione UV per i capelli. Il sole può infatti sbiadire il colore e danneggiare la struttura del capello;
  • pianificare ritocchi: anche se lo shatush è una tecnica a bassa manutenzione, potrebbe essere necessario fare dei ritocchi ogni tanto. La frequenza dipenderà dalla velocità di crescita dei vostri capelli e dal contrasto tra il colore naturale e quello dello shatush.

Leggi anche

COME LAVARE I CAPELLI COLORATI? I segreti per far durare il colore più a lungo

FAQ – Domande frequenti sullo shatush capelli corti

Quanto dura lo shatush su capelli corti?
La durata dello shatush può variare a seconda di diversi fattori come la velocità di crescita dei capelli, il tipo di capello e la cura post-trattamento. Generalmente, potrebbe essere necessario un ritocco ogni 2-3 mesi.

Lo shatush danneggia i capelli corti?
Come ogni trattamento che implica decolorazione, lo shatush può avere un certo impatto sulla
salute dei capelli. Tuttavia, con una corretta applicazione e cura adeguata post-trattamento, i danni possono essere minimizzati.

Posso realizzare lo shatush su capelli corti a casa?
È possibile realizzare lo shatush a casa, ma si raccomanda cautela. Se non avete esperienza, potrebbe essere più sicuro rivolgersi a un professionista, specialmente per capelli molto corti.

Posso fare lo shatush su capelli già tinti o trattati chimicamente?
Sì, è possibile, ma è fondamentale valutare la condizione dei capelli prima di procedere. Se i capelli sono molto danneggiati, potrebbe essere meglio evitare ulteriori trattamenti chimici.

Come posso mantenere il colore dello shatush vivace?
Utilizzate prodotti specifici per capelli colorati, limitate i lavaggi e proteggete i capelli dal sole e dal calore. Inoltre, trattamenti idratanti regolari aiutano a mantenere il colore brillante.

Lo shatush su capelli corti è adatto a tutte le età?
Assolutamente sì. Lo shatush può essere adattato per adattarsi a qualsiasi età e stile, offrendo un look fresco e moderno indipendentemente dall’età.

Posso nuotare in piscina o in mare dopo aver fatto lo shatush?
Sì, ma l’acqua clorata e il sale possono sbiadire il colore e danneggiare i capelli. È consigliabile indossare una cuffia e sciacquare i capelli con acqua dolce dopo il nuoto.

Lo shatush su capelli corti non è solo una tendenza alla moda, ma anche un modo per aggiungere profondità, movimento e un tocco personale al vostro look. A voi piace? Lo avete mai provato? Fatecelo sapere sui nostri canali social!

Redazione Trucchi.tv 💄

Potrebbe piacerti

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved for at least 5 minutes.