CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

Le culotte de cheval sono accumuli di adipe localizzato tra glutei e cosce, e colpiscono prevalentemente le donne con una corporatura ginoide. Scopriamo insieme cosa sono, le cause e come eliminarle con l'allenamento e l'alimentazione.

Le culotte de cheval sono accumuli di adipe localizzato nella zona tra la coscia e il gluteo. Sono veri e propri cuscinetti adiposi, tipici della struttura corporea ginoide, o più comunemente nota come fisico a pera. Questa caratteristica della silhouette femminile può presentarsi sia in donne più formose sia in quelle magre, poiché non dipende esclusivamente dal peso sulla bilancia, ma entrano in gioco diversi fattori tra cui genetica e stile di vita.

Culotte de cheval: cosa sono

Le culotte de cheval sono il nome comunemente usato per riferirsi al grasso che si accumula sulla parte esterna delle cosce, appena sotto il fondoschiena. Questo inestetismo è più comune nelle donne che negli uomini, a causa di una serie di fattori, come gli ormoni estrogeni che innescano un accumulo di grasso intorno ai fianchi e all’addome durante tutto il periodo riproduttivo delle donne. Inoltre, anche la genetica gioca un ruolo nello sviluppo delle culotte de cheval; infatti, anche se non è garantito, se tua madre, zie o nonne avevano questa conformazione, ci sono buone probabilità che l’avrai anche tu.

Leggi anche

HIP DIPS | Cosa sono e quali esercizi fare per minimizzarli?

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

Culotte de cheval: cause

Oltre a fattori puramente genetici, le cause delle culotte de cheval sono diverse. Primi fra tutti ci sono gli estrogeni, che nelle donne innescano l’accumulo di grasso intorno alla regione addominale e alla zona della coscia. Gli estrogeni sono imputati alla funzione riproduttiva, e tra le loro funzioni servono anche ad accumulare il grasso nella parte bassa del corpo come riserva energetica in caso di gravidanza e allattamento. Oltre a questi fattori, altre cause che contribuiscono all’insorgere di questo inestetismo sono:

  • postura: avere una cattiva postura, o stare molto tempo seduti o in piedi, portare tacchi alti o ancora appoggiare male il piede sono tutte cause che possono incidere sulla formazione delle culotte de cheval.
  • debolezza muscolare: e qui entra in gioco l’importanza dell’allenamento; sì, perché avere muscoli delle cosce e dei glutei poco allenati e, di conseguenza, poco tonici può portare alla comparsa delle culotte de cheval.

Leggi anche

ALLENAMENTO GLUTEI | Muscoli coinvolti e gli esercizi migliori da fare

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

Culotte de cheval: come eliminarle

Se ti stai chiedendo “come eliminare le culotte de cheval?” sappi che abbracciare semplici cambiamenti nello stile di vita e introdurre l’esercizio fisico nella tua routine quotidiana può aiutarti a ridurre l’aspetto di questo inestetismo. Tra i rimedi più significativi segnaliamo:

  • dieta sana: se siamo quello che mangiamo, la dieta sana è fondamentale anche per quanto riguarda le culotte de cheval. Quindi, il primo passo è seguire dieta equilibrata, prediligendo cibi “puliti”, ed eliminando zuccheri aggiunti, cibi ultra processati e anche i grassi trans. Porta sulla tua tavola verdura, frutta, frutta secca e semi oleosi, cereali integrali, fonti proteiche sane, come carni magre, uova, pesce etc…
  • fai esercizio fisico: oltre a seguire una dieta più sana, l’attività fisica costante può aiutare a ridurre le culotte de cheval. Diventare attivi e incorporare esercizi cardio e di forza nel tuo regime quotidiano, può aiutarti a bruciare grassi e calorie in eccesso. Ricorda, inoltre, che anche il NEAT è fondamentale, per cui fai una passeggiata durante la pausa pranzo per bruciare calorie in più, rafforzare i muscoli delle gambe e migliorare la circolazione.
  • massaggi e bendaggi: oltre alla dieta e all’esercizio fisico, puoi prenderti cura del tuo corpo anche con massaggi anticellulite o drenanti, e bendaggi. Quest’ultimi possono essere a caldo ideali per stimolare il metabolismo, migliorare la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti; oppure a freddo che favoriscono il drenaggio dei liquidi, migliorando il tono della pelle.

Leggi anche

10 BUONI PROPOSITI FITNESS per il 2023 (+1 Bonus)

Culotte de cheval: allenamento ed esercizi

Le culotte de cheval non possono essere eliminate totalmente, soprattutto quando la causa è legata a fattori genetici, ma si possono ridurre. Come? Oltre alla dieta, l’allenamento è un ottimo alleato. Contro questo inestetismo sono efficaci sia l’attività aerobica sia gli esercizi di forza e ipertrofia. Per quanto riguarda l’attività cardio questa è fondamentale perché va a stimolare il metabolismo aerobico, ossia il consumo di ossigeno, la circolazione e la vascolarizzazione dei muscoli; tutto ciò permette di bruciare più calorie, soprattutto se l’attività è ad alta intensità.Per quanto riguarda l’ipertrofia e l’allenamento di forza occorre prediligere il potenziamento muscolare e la tonicità. Quindi, è bene inserire anche sessioni di allenamento con i pesi, ed eseguire esercizi per le culotte de cheval che vanno a coinvolgere i glutei e tutto il lower body.

Lavorare sull’ipertrofia significa ripetizioni basse, tempi di recupero inferiori e carichi maggiori. L’allenamento migliore contro le culotte de cheval è il PHA (peripheral hearth action), che alterna la stimolazione di muscoli della parte superiore con quelli della parte inferiore, in modo da incentivare la circolazione sanguigna. Questo tipo di workout eleva il metabolismo e consiste nello svolgere esercizi in un certo ordine, in modo che il sangue circoli in tutto il corpo, e senza pause intermedie proprio come un tipico allenamento a circuito. La cosa importante è alternare muscoli più lontani tra loro, in modo che durante l’esercizio si richiami il sangue nella zona di lavoro. Anche esercizi di isometria, sia a corpo libero sia con gli elastici, possono aiutarti a modellare questa caratteristica del corpo. Tra gli esercizi per le culotte de cheval da inserire nel tuo workout troviamo:

  • squat: esistono diverse varianti di questo esercizio, ma il più efficace per diminuire le culotte de cheval è l’air squat a corpo libero oppure con un bilanciere. Questo esercizio si esegue partendo dalla posizione eretta, con i piedi appena fuori dalla larghezza dell’anca, da qui piega le ginocchia e scendi lentamente verso il basso; ricorda durante il movimento di portare le anche in anteroversione. I muscoli maggiormente coinvolti sono i quadricipiti e il grande gluteo.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • affondi indietro: detti anche reverse lunge, si eseguono portando indietro il piede sinistro in un affondo, con il ginocchio a sfiorare il pavimento per poi ripetere sul lato destro. Questo esercizio coinvolge principalmente il grande gluteo e il bicipite femorale.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • hip thrust: si tratta di un esercizio di isolamento, che si esegue con un bilanciere e su una superficie d’appoggio, come una panca o un divano. Posiziona le spalle sulla superficie, con il busto a 45 gradi rispetto al pavimento, e il bilanciere sul bacino. Ora spingi il bacino, sollevando il bilanciere, e porta il busto parallelo alle gambe. Questo esercizio coinvolge il gluteo medio, il grande gluteo e il piccolo glutei.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • ponte glutei: si tratta di un esercizio semplice, che si esegue da sdraiati a terra con le ginocchia piagate e i piedi ben fermi a terra; da qui, solleva il bacino e torna lentamente alla posizione di partenza senza toccare mai il pavimento con i glutei. Anche questo esercizio lavora principalmente sul grande gluteo e i muscoli ischiocrurali, vale a dire i muscoli posteriori della coscia (bicipite femorale, muscolo semimembranoso, muscolo semitendinoso).

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • fire hydrant, ossia il sollevamento laterale della gamba in quadrupedia: questo esercizio va a coinvolgere principalmente il gluteo medio, e si esegue dalla posizione di quadrupedia con le mani a terra allineate sotto le spalle. Da qui, solleva la gamba lateralmente con il ginocchio piegato a 90°.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • stacchi rumeni: questo esercizio permette di lavorare su tutta la catena cinetica che coinvolge i muscoli posteriori della coscia, i glutei, i muscoli lombari e della colonna vertebrale. Per eseguirlo parti da in piedi con i piedi all’altezza dei fianchi, tieni i pesi o il bilanciere lungo i fianchi con entrambe le mani. Piega leggermente le ginocchia, e scendi lentamente verso la punta dei piedi, finché non senti un allungamento dei muscoli posteriori della coscia. Mantieni lo sguardo verso il basso, il core contratto e torna alla posizione di partenza.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

  • slanci indietro ai cavi oppure con cavigliere: per eseguire questo esercizio ai cavi, parti dalla posizione eretta, e spingi la gamba sinistra indietro mentre la destra resta ferma e leggermente piegata. Il core è contratto, e la schiena è leggermente protesa in avanti. Questo esercizio coinvolge il grande gluteo e i bicipiti femorali.

CULOTTE DE CHEVAL | Cosa sono, cause e come eliminarle

Culotte de cheval e alimentazione

Come detto in precedenza, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel contrastare questo inestetismo. Per cui è bene seguire una dieta sana ed equilibrata, prediligendo frutta e verdura meglio se di stagione, cereali integrali, proteine magre e di alta qualità. Accanto alla corretta alimentazione, è fondamentale anche mantenersi idratate, di conseguenza ricordati di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, anche sotto forma di tisane e infusi che possono aiutarti ad aumentare l’introito di liquidi giornaliero. Cerca di limitare cibi processati, pre-confezionati e ricchi di grassi trans e zuccheri aggiunti.

Redazione Trucchi.tv

Potrebbe piacerti