SKINCARE COREANA | Che cos’è e i 10 STEP per iniziarla

Siete pronte ad entrare nel mondo della skincare coreana? Ecco 10 step che vengono dall'Oriente e che renderanno la vostra pelle più bella e luminosa che mai!

L’antica tradizione di bellezza orientale ci tramanda il rituale per una pelle di porcellana, proprio come quella delle donne coreane e orientali. La beauty skincare coreana non è solo una serie di passaggi per prendersi cura della pelle del viso, ma una vera e propria filosofia per rilassarsi ed entrare in armonia con se stesse mentre si preserva la propria bellezza.

Questa pratica porta reali e concreti benefici alla pelle. Certo, servono precisione, pazienza, costanza e i prodotti giusti. Vediamo insieme i 10 step della skincare coreana.

Cos’è esattamente la skincare coreana?

Si tratta, come abbiamo visto, di un rituale di bellezza della pelle che si svolge in 10 passaggi con la tecnica del layering, cioè della stratificazione di più prodotti. La beauty routine coreana si esegue mattina e sera, usando un prodotto diverso per ogni passaggio, partendo sempre dalle texture più leggere per arrivare a quelle più ricche e corpose. In questo modo si deterge, esfolia, nutre e protegge la pelle dai raggi del sole, passaggio indispensabile che però in molte ancora trascurano.


Leggi anche:

Come funzionano le creme solari?


Quali prodotti usare?

La K-beauty, cioè il rituale di bellezza alla coreana, non si ottiene solo con i prodotti made in Korea, che spesso sono difficili da reperire nel nostro Paese. Quello che conta è l’idea che sta alla base della skincare coreana, che si può quindi effettuare anche scegliendo prodotti “occidentali” di buona qualità e adatti al proprio tipo di pelle.

Quanto tempo ci vuole?

Questa probabilmente è la domanda che molte di voi, sempre di corsa, si sono poste nel leggere che sono necessari ben 10 passaggi. Innanzitutto, questi step possono essere ridotti, dal momento che ad esempio esfoliazione e maschera non possono essere eseguiti tutti i giorni. Poi sarete sollevate nel sapere che questa routine, una volta che ci si è fatte la mano, “ruba” solo un quarto d’ora circa mattina e sera, escludendo però il tempo di posa delle maschere.

Vediamo ora gli step della skincare coreana, uno per uno.

step skincare coreana

Step 1: pulizia del viso con un detergente a base oleosa

Struccarsi è il primo, fondamentale gesto di bellezza della skincare coreana, che prevede una double cleansing, ovvero una doppia pulizia della pelle. Il primo passaggio è appunto quello di struccarsi con un detergente a base oleosa, che deterge a fondo ma delicatamente il trucco e le impurità accumulate durante la giornata. Non è importante solo ciò che si applica, ma anche come: massaggiate il prodotto con la punta delle dita, con movimenti delicati e circolari. È un passaggio importante, che lascerà la vostra pelle immediatamente più fresca, morbida e luminosa.

In genere questo step fa parte della routine serale, ma se avete la pelle grassa o impura potete ripeterlo anche al mattino per detergere la pelle eliminando l’eccesso di sebo.


Leggi anche:

PELLE GRASSA: Come riconoscerla, i rimedi e i prodotti giusti


Step 2: la detersione a base acquosa

Ed eccoci al secondo passaggio della double cleansing, la doppia pulizia della pelle: si tratta della detersione del viso con un detergente schiumoso a base acquosa, facendo attenzione ad utilizzare un prodotto delicato, che non secchi eccessivamente la pelle. Questo passaggio, che elimina gli ultimi residui di impurità e le ultime tracce del detergente oleoso, può però essere saltato se avete la pelle particolarmente secca, specie in estate.


Leggi anche:

PELLE SECCA: Tutto quello che c’è da sapere, come riconoscerla e i rimedi


Step 3: esfoliazione

Esfoliare ed eliminare così le cellule morte e le impurità che rendono la pelle opaca e spenta è un passaggio fondamentale della skincare coreana, ma non è necessario eseguirlo tutti i giorni: basteranno una o due volte alla settimana, in base al vostro tipo di pelle e al prodotto che utilizzate. Potete puntare su un esfoliante fai da te del tutto naturale o su uno dei tanti, ottimi prodotti in commercio. A voi la scelta!


Leggi anche:

Scrub, Peeling o Gommage? Caratteristiche e Differenze da sapere


Step 4: tonificare

Il quarto passaggio della skincare coreana può essere considerato l’ultimo step di detersione o il primo di idratazione. In ogni caso è vietato saltarlo e richiederà l’uso di un tonico che riequilibri il ph della pelle e ristabilisca la sue barriere di difesa dopo detersione ed esfoliazione.

In genere il tonico coreano è più ricco di principi attivi di un normale tonico ma, qualsiasi prodotto scegliate, l’importante è che abbia un ph acido e che sia privo di alcol. Applicatelo sulla pelle picchiettandolo delicatamente con le dita o con l’aiuto di un dischetto di cotone, facendolo assorbire completamente.

Step 5: essence, un must della cosmesi coreana

È possibile che non ne abbiate mai sentito parlare: Essence è il cosmetico coreano per eccellenza, un prodotto a metà strada tra tonico e siero. Contiene diversi estratti naturali, vari principi attivi ma anche fermenti lattici o estratti fermentati, tipici della skincare coreana, che apportano idratazione, stimolano il rinnovamento cellulare e costituiscono una barriera che protegge la pelle dalle aggressioni esterne.

 

Step 6: ampoules, sieri e booster

Rimanendo fedeli al principio di applicare i prodotti passando dalle texture più leggere a quelle più corpose, è ora il turno di sieri e booster, che hanno in genere una consistenza più densa rispetto all’Essence. La loro formulazione può essere diversa: oleosa, in emulsione cremosa oppure in emulsione gel, da scegliere in base alle caratteristiche della propria pelle.

La loro azione è mirata a correggere imperfezioni specifiche o a venire incontro alle esigenze di ogni singola persona: illuminare, minimizzare rughe e segni di espressione, apportare nutrimento e così via. Per ottenere il massimo risultato, quindi, è importante scegliere accuratamente il siero giusto per la propria pelle, magari facendosi consigliare da un esperto.


Leggi anche:

Recensione Estee Lauder Siero Advanced Night Repair e Advanced Night Repair Intense Reset Concentrate


Step 7, la maschera in tessuto

È forse uno dei passaggi più rilassanti della skincare coreana, ma anche quello che richiede più tempo. Considerate però che non deve essere effettuato tutti i giorni, basterà una volta o due alla settimana. Anche per quanto riguarda le maschere in tessuto, ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le esigenze: l’importante, oltre che scegliere quella più adatta, è la buona qualità dei materiali e degli ingredienti utilizzati. La maschera, infatti, dovrebbe essere in cotone, cellulosa o hydro gel, abbondantemente imbevuta di siero e ricca di principi attivi.

Lasciatela in posa 20 minuti, ma poi non sciacquate: dopo aver tolto la maschera dovrete massaggiare delicatamente il siero rimasto sulla pelle fino al suo completo assorbimento.

maschera in tessuto

Step 8: la crema per il contorno occhi

Con l’ottavo passaggio della beauty skincare coreana ci prendiamo cura di una delle zone più delicate del nostro viso: il contorno occhi. Qui la pelle è davvero sottile e va quindi curata e coccolata con qualche attenzione in più per avere uno sguardo luminoso e fresco. Scegliete quindi un prodotto specifico per il contorno occhi, in crema o in gel, ricco di principi attivi, delicato e anallergico, poi picchiettatelo delicatamente con le dita, azione che servirà anche a stimolare la circolazione. Periodicamente potete anche concedervi una maschera per il contorno occhi o un patch in gel imbevuto di principi attivi per sgonfiare, distendere e illuminare la zona.


Leggi anche:

Recensione Patch Occhi DetoxifEYE Depuffing Eye Patches


Step 9: l’idratazione

Ecco un altro passaggio che non si può saltare assolutamente e che va ripetuto mattina e sera per una skincare coreana eseguita a regola d’arte. È un gesto essenziale per ogni tipo di pelle, che sia grassa, secca, mista o impura: idratarla regolarmente e a fondo la manterrà sana, morbida e protetta. Potrete scegliere la formulazione che più si adatta alle vostre necessità: creme ricche per le pelli più secche, lozioni, gel o emulsioni dalla consistenza più leggera per le pelli miste e grasse. Qualunque sia il prodotto che avete scelto, prendetevi un po’ di tempo e massaggiatelo con delicatezza fino al suo completo assorbimento.

Entra a far parte della community di Trucchi.tv
Iscriviti subito al gruppo privato su Facebook!

Step 10: la protezione solare

Quante di voi si ricordano di applicare un filtro solare prima di uscire di casa? L’ultimo step della morning skincare coreana è proprio l’applicazione di un filtro solare che preservi la pelle dagli effetti dannosi dei raggi del sole, colpevoli di accelerare l’invecchiamento cutaneo e di far comparire antiestetiche macchie scure sulla pelle. Questo vale anche se apparentemente non c’è sole: i raggi UVA e UVB sono comunque presenti. Anche in questo caso, a voi la scelta del prodotto che preferite!

Siete pronte ad armarvi dei prodotti giusti e ad affrontare la skincare coreana? La vostra pelle vi ringrazierà!

Redazone Trucchi.tv💄